Matthew McConaughey: 5 film da (ri)vedere prima de La Torre Nera

In attesa di vedere l'attore nel film ispirato alla lunga serie di romanzi scritti da Stephen King, eccolo in alcuni dei suoi ruoli più iconici.

speciale Matthew McConaughey: 5 film da (ri)vedere prima de La Torre Nera
Articolo a cura di
Carlo Lanna Carlo Lanna Giornalista Pubblicista, laureato in Giurisprudenza con un'insana passione per le serie tv ed il cinema.

Matthew McConaughey è uno fra gli attori più richiesti di Hollywood. Classe 1969, occhi di ghiaccio, fisico statuario e fascino seducente, il buon Matthew si appresta a tornare sul grande schermo nel film La Torre Nera (nei cinema da oggi 10 agosto), difficile adattamento cinematografico della celebre saga letteraria di Stephen King. Prima di ambire a ruoli di questa portata, c'è stato però un periodo in cui sono stati pochi i film in cui le doti artistiche di Matthew McConaughey sono state apprezzate. Nel suo curriculum molte le commedie di stile, ma tante le occasioni mancate. Dopo il grande successo ottenuto con Dallas Buyers Club però si sono aperte - in maniera del tutto definitiva - le porte di Hollywood per l'attore texano.

5.U-571

Prodotto interamente a Cinecittà fra il 1999 ed il 2000, U-571 riverbera alcuni eventi avvenuti durante la seconda guerra mondiale, in particolare l'acume del tenente Tyler - interpretato da McConaughey - che ha permesso di mettere in salvo l'equipaggio del suo sommergibile e, soprattutto, preservare alcune informazioni importanti rivelate grazie al sistema di Enigma. Il film, che nella sua interezza ha funzionato in maniera ineccepibile, è una delle prime pellicole impegnate a cui l'attore ha preso parte. U-571 infatti è un abile film di guerra, intenso e coinvolgente che fa luce su un fatto di storia realmente accaduto che si è perso fra le sabbie del tempo. Applaudito dal pubblico, il film è stato criticato dagli inglesi perché la storia è stata riadattata con soli attori americani. "Ma è solo un film" disse il presidente Clinton per smorzare i toni della questione.

4.Killer Joe

In epoca più recente, ci troviamo nel 2011, Matthew McConaughey ha preso parte ad uno fra i film più intimistici della sua carriera di attore. Stiamo parlando di Killer Joe, pellicola che ha fatto molto parlare di sé nel circuito dei festival - soprattutto a Venezia e Toronto - ma che ai botteghini non ha avuto il successo sperato. Un po' a causa di una cattiva distribuzione e complice anche la non linearità del lungometraggio, l'ottima prova di McConaughey è passata del tutto inosservata, almeno al pubblico generalista. Di una forza e di un estremismo estremo, William Friedkin porta sul grande schermo una storia di amore, morte e criminalità sul filo del rasoio.

3.Interstellar

Fotografare la carriera di McConaughey senza menzionare Interstellar sarebbe un grave errore. L'attore, che qui appare in totale stato di grazia, nel 2014 viene diretto da Christopher Nolan nel drama fantascientifico più celebre degli ultimi anni. In cerca di una nuova Terra, il carismatico attore intraprende un viaggio nello spazio profondo.

Un viaggio che lo porta alla scoperta di sé stesso, un viaggio omerico alla ricerca di risposte sulla caducità umana, un'esplorazione spaziale che fa capire quanto sono corruttibili gli esseri umani e quanto è difficile distruggere le barriere della conoscenza. Nolan finisce per concretizzare un altro ottimo film - che molti hanno criticato - McConaughey invece porta sul grande schermo un altro personaggio indimenticabile.

2.Free State of Jones

Altra grande interpretazione per l'attore, oramai sulla cresta dell'onda. Free State of Jones, arrivato nel sale nel 2014 e diretto da Gary Ross, vede McConaughey ricordare un'altra pagina della storia moderna. Il film è un dramma storico ambientato durante la guerra di secessione americana e racconta la storia vera del contadino ribelle Newton Knight e della sua ribellione armata contro l'esercito confederato. Diretto con maestria e con qualche inesattezza storica, Free State of Jones rimane un buon drama in costume che arriva al cinema in un momento molto irrequieto per i diritti umani e del singolo. Le riprese sono durate appena 4 mesi e, fin da quando sono trapelate le prime informazioni sul film, in molti hanno applaudito la scelta di McConaughey come attore protagonista, dato che a quanto pare, ha una fisionomia simile all'uomo che ha guidato - nella realtà - la rivolta.

1. Dallas Buyers Club

Il film che ha fatto vincere al celebre attore la statuetta come miglior Attore protagonista, in un'annata dove c'era un vero scontro fra titani, è stato un grande passo per l'eterno secondo del cinema di Hollywood. In Dallas Buyer Club il buon Matthew era un uomo scontroso e dalle abitudini sessuali libertine che, causa forza maggiore, ha contratto l'HIV. Costretto a lottare per i suoi stessi diritti, l'uomo entrerà in contatto con una realtà che fino ad allora non credeva potesse esistere. Un film rara bellezza, forte e violento come un pugno nello stomaco, e che regala un McConaughey all'apice della sua bravura al grande pubblico, nella sua interpretazione più vissuta.

Che voto dai a: La Torre Nera

Media Voto Utenti
Voti totali: 31
6.2
nd