LEGO Batman - Il Film: 3 bat-motivi per vedere lo spin-off

Il franchise cinematografico dell'universo Lego è di nuovo al cinema, con un protagonista d'eccezione. Ecco perché ve lo consigliamo caldamente.

speciale LEGO Batman - Il Film: 3 bat-motivi per vedere lo spin-off
Articolo a cura di

Prima che The Lego Movie arrivasse nelle sale nel febbraio del 2014 era lecito avere dei dubbi sul contenuto di quella che sembrava a tutti gli effetti un'operazione puramente commerciale. Dubbi sfatati nel giro di pochi minuti da un'autentica esplosione di creatività sullo schermo, grazie alla verve irriverente dei registi Phil Lord e Chris Miller che hanno apertamente e allegramente preso in giro la stessa ragione di esistere del film. Tra le trovate più riuscite del lungometraggio c'era la versione LEGO di Batman, doppiato in originale da Will Arnett, che ha saputo sfruttare perfettamente gli elementi da mettere in risalto con un equilibrio tra affetto nei confronti del personaggio e predisposizione a prenderlo per i fondelli, in particolare per quanto riguarda la vena dark del grande eroe della DC Comics. A tre anni di distanza la Warner Bros. ha deciso di puntare proprio sul difensore di Gotham City per testare il potenziale a lungo termine del franchise "mattoncino" al cinema, che prevede già un altro film in uscita quest'anno - basato su Ninjago - e, nel 2018, il sequel vero e proprio di The Lego Movie. E la scelta di portare al cinema lo spin-off LEGO Batman - Il Film è senz'altro vincente, con tre motivazioni in particolare per non perdervi le nuove avventure di questa versione "giocattolo" dell'Uomo pipistrello.


Everything is Batman!

Per i fan del personaggio LEGO Batman - Il Film è una vera e propria manna dal cielo, un lungo, sincero omaggio che celebra e al contempo mette alla berlina la straordinaria longevità della creatura di Bob Kane e Bill Finger sullo schermo. Vengono tirate in ballo tutte le incarnazioni cinematografiche dell'eroe, dal serial in bianco e nero uscito nel 1943 al recentissimo Batman v Superman: Dawn of Justice, con una parentesi riservata anche alla mitica serie animata andata in onda dal 1992 al 1995. Non viene risparmiato nessuno, che si tratti dello stesso protagonista che viene sbertucciato persino da Alfred per il suo atteggiamento asociale o del rapporto inevitabilmente strambo con Robin, che negli anni Cinquanta portò persino ad una controversia sulle presunte connotazioni omoerotiche di ciò che accade nella Bat-caverna (e il film, pur non spingendosi fino a quel punto, allude sottilmente alla stranezza della dinamica tra il vigilante e il suo giovane pupillo).

Joker, il mio nemico più caro

"You... complete... me!!!", disse il Joker, con le fattezze del compianto Heath Ledger, nove anni fa ne Il Cavaliere Oscuro per descrivere il legame tra lui e Batman, un rapporto piuttosto morboso esplorato in più occasioni sia nei fumetti - in particolare nell'imprescindibile The Killing Joke, scritto da Alan Moore - che nelle varie trasposizioni audiovisive. Anche la versione Lego si prende la briga di dire la sua sulle interazioni fra il vigilante e la sua nemesi, con una lettura calibrata per un pubblico più giovane ma non per questo meno esilarante e a tratti sovversiva, rappresentando il Joker come un amante geloso che si sente tradito. E per sottolineare ulteriormente la cosa salta fuori che Batman si diverte - si fa per dire - a vedersi da solo Jerry Maguire, il film che ha dato origine alla battuta di cui sopra...

Sento le voci

Senza nulla togliere a Claudio Santamaria, Christian De Sica e gli altri interpreti reclutati per la versione italiana, LEGO Batman - Il Film merita di essere visto in lingua originale, per godere appieno del talento degli attori chiamati in causa per popolare questo microcosmo dell'universo LEGO. Il protagonista, come già detto, ha la voce di Will Arnett, al quale danno manforte Michael Cera (Robin), Rosario Dawson (Barbara Gordon), Zach Galifianakis (Joker) e soprattutto Ralph Fiennes (Alfred), senza dimenticare i numerosi comici che doppiano vari avversari più o meno celebri come il Pinguino, Mr. Freeze - il cui accento è volutamente ricalcato su quello di Arnold Schwarzenegger - e Bane, che parla esattamente come Tom Hardy ne Il Cavaliere Oscuro - Il ritorno. Da notare anche che la doppia presenza di Arnett e Cera è la scusa ideale per omaggiare la geniale serie comica Arrested Development.

Che voto dai a: LEGO Batman Il film

Media Voto Utenti
Voti totali: 14
8.3
nd