Justice League tra sogno e realtà: l'analisi del terzo e ultimo trailer del film

Il terzo e ultimo trailer di Justice League ha il grande merito di non aver spoilerato nulla lasciandoci il piacere di scoprire il film in sala.

speciale Justice League tra sogno e realtà: l'analisi del terzo e ultimo trailer del film
Articolo a cura di

Warner Bros. ha reso disponibile online, finalmente, il terzo e ultimo trailer di Justice League: la clip, complice anche una promozione da parte del publisher piuttosto massiccia, è stata lungamente attesa da tutti gli appassionati e i curiosi nei confronti del DCEU e infine, alle 15:00 dell'8 ottobre, si è mostrata al mondo in quelle che saranno le ultime sequenze anticipate prima dell'uscita del cinecomic nelle sale - la messa sul grande schermo avverrà il prossimo 16 novembre. Se il primo video di Justice League aveva lasciato qualche dubbio, mentre il secondo (pervenutoci in occasione del San Diego Comic-Con) ci aveva dato una maggiore chiarezza narrativa, questo terzo trailer si pone a metà strada, lasciando intravedere alcune situazioni già viste ed altre inedite, ponendosi esattamente nel mezzo di un'atmosfera epica e una molto "caciarona", fatta di battaglie incredibilmente roboanti e a tratti esagerate.

Il sogno di Lois

La parte più interessante del trailer di Justice League è rappresentata dalle prime battute, che ci mostrano un focus sul personaggio di Lois Lane (Amy Adams) e - di rimando - a quello del buon Superman (Henry Cavill): l'ultimo figlio di Krypton compare nella nuova clip del film di Zack Snyder e Joss Whedon? Sì, ma non come vi aspettavate: vediamo infatti Kal-El al centro di un campo, all'esterno della sua vecchia abitazione in Kansas, riferendosi alla mancata proposta di matrimonio alla sua amata - mai avvenuta per via del suo sacrificio contro Doomsday, in Batman v Superman: Dawn of Justice. Pochi secondi per renderci conto che ci troviamo in quello che si rivela essere un sogno di Lois, che inevitabilmente sente la mancanza del suo Clark insieme al resto del pianeta: il mondo si ritrova, infatti, orfano di Superman nella sua ora più buia, con la criminalità sempre più dilagante e l'arrivo di tremende minacce finanche dallo spazio. Steppenwolf e il suo esercito di Apokolips stanno infatti arrivando, dopo aver preso di mira le amazzoni di Themyscira puntano a conquistare la Terra. Una Terra, appunto, senza kryptoniani o lanterne, apparentemente gli unici baluardi in grado di ergersi a difesa del pianeta contro gli invasori. L'onirica sequenza iniziale di questo trailer è di chiaro stampo "snyderiano", a dimostrazione di quanto - nonostante l'avvento alla regia di Joss Whedon per cause di forza maggiori sul director di Batman v Superman - l'atmosfera fortemente visionaria e misterica di Zack Snyder continuerà a permeare la nuova pellicola targata DCEU.

Eroi uniti contro la fine del mondo

Il cuore pulsante del trailer, in realtà, è sul concetto di unione, che rappresenterà il tema centrale di Justice League: al sogno di Lois segue, su suggerimento del voice over di Bruce Wayne, un rimando a un altro sogno, ovvero quella criptica sequenza onirica vissuta dal personaggio di Ben Affleck in Dawn of Justice in cui abbiamo visto Batman fronteggiare le legioni di Apokolips. Il sogno, in parte, è diventato realtà (perché vedremo se si concretizzerà, in futuro, anche la parte dedicata al Superman tiranno: qualcuno ha detto "film su Injustice"?), con l'imminente invasione di Steppenwolf. Bruce Wayne, supportato da Wonder Woman, deciderà di tener fede a una promessa morale fatta in nome del sacrificio di Superman: proseguire l'ideale di speranza promosso da Kal-El, riunendo tutti i super esseri noti al mondo in un gruppo unito. Aquaman, Cyborg e Flash si uniranno a Batman e Wonder Woman per generare una prima formazione della Justice League, che per forza di cose avrà bisogno anche della guida e dei poteri di Superman: "divisi non siamo abbastanza, serve Superman", sono le parole pronunciate da Wayne nel corso di questo nuovo trailer, che (saggiamente) decide di non mostrarci neanche questa volta le sembianze che avrà Henry Cavill nella pellicola (così come l'aspetto di Steppenwolf o qualunque altra immagine "spoilerosa" sulla trama del film), lasciando agli spettatori il piacere e la sorpresa di vedere il kryptoniano nelle inedite vesti nere che caratterizzeranno il personaggio dopo la sua resurrezione.

Il ruolo di ogni personaggio

Dopo averci chiaramente fatto capire, anche nel corso delle uscite precedenti, quanto Batman e Wonder Woman rappresentino la controparte "saggia" e decisamente più bilanciata del gruppo (oltre a fungere da mentori per il team), la nuova clip di Justice League ci conferma anche in larga parte la caratterizzazione degli altri eroi che vedremo in azione. Messo da parte un Cyborg il cui ruolo di supporto tecnologico del gruppo era praticamente scontato, nei circa tre minuti di trailer abbiamo un grande assaggio del colossale Aquaman di Jason Momoa: un personaggio "esagerato" in ogni suo aspetto, dall'imponente prestanza fisica al suo esuberante e appariscente modo di combattere, che si rende protagonista (insieme al resto del gruppo) di alcune di quelle che sembrano essere le battaglie più movimentate e iconiche del film.

Un tripudio di grandi esplosioni, voli, corse sfrenate e colpi incredibilmente spettacolari che posizionano l'atmosfera generale del film a metà tra una componente eroica ed epica, tipica del film di genere supereroistico, e una molto più "caciarona", fatta di estetiche e sequenze di combattimento decisamente e abbondantemente esagerate - persino per un gruppo di esseri dotati di superpoteri di ogni tipo. Infine abbiamo il Barry Allen di Ezra Miller, un comprimario che ci auguriamo si rivelerà ben più che essere la macchietta comica della Justice League - soprattutto perché, a giudicare dalla pianificazione dei film del DCEU, il suo standalone intitolato "Flashpoint" potrebbe avere un peso gigantesco nel futuro del DC Extended Universe.

A poco più di un mese dalla messa in onda in sala di Justice League - prevista per il prossimo 16 novembre - ci ritroviamo a nutrire grande curiosità e attesa per il cinecomic targato Snyder e Whedon, consci che il nuovo film del DCEU potrebbe rispecchiare fortemente la "doppia anima" derivata dal suo brusco cambio in corso di regia. Il merito di queste sensazioni va senza dubbio alla produzione, che nel giro di circa un anno di campagna promozionale è riuscita (a differenza delle uscite precedenti del DCEU) a mostrare tantissimo materiale di Justice League senza, di fatto, spoilerare ciò che dovrebbe essere lasciato al piacere e al senso della scoperta dello spettatore, dall'attesissimo ritorno di Superman a una panoramica sull'effettivo aspetto e sulle abilità del villain. Anche l'aspetto narrativo della pellicola rimane ad ora a grandi linee un mistero - non fosse per l'unica, nota premessa iniziale: l'arrivo di Steppenwolf e il reclutamento della neonata Lega. Ogni giudizio, insomma, è da riservarsi (per fortuna!) all'imminente uscita in sala del cinecomic targato DC.

Quanto attendi: Justice League

Media Hype Utenti
Voti Hype totali: 148
75%
nd