James Bond, da Jack Huston a James Norton: profilo da (nuovo) 007

Daniel Craig, con tutta probabilità, non sarà lo 007 di Bond 25. Da Michael Fassbender a Jack Huston, ecco le papabili spie

speciale James Bond, da Jack Huston a James Norton: profilo da (nuovo) 007
Articolo a cura di

Cinico, mordace, spietato. Indossa completi su misura, manda giù vodka Martini agitati non mescolati come fossero cedrate e al momento opportuno estrae in modo fulmineo una Walther PPK dalla fondina. In due parole James Bond, immortale nero su bianco dello scrittore e avventuriero Ian Fleming. Per vincere la noia nella sua tenuta Goldeneye in Giamaica, lo scrittore a metà del '900 pensò bene di creare a sua immagine e somiglianza una spia inglese dallo smoking impeccabile. È Casino Royale il romanzo che fa conoscere al mondo il personaggio di 007, che una decina d'anni più tardi entra a far parte dell'immaginario comune, complice una lunga e fortunata saga cinematografica iniziata nel 1962 con Agente 007 - Licenza di uccidere e giunta al momentaneo capolinea con Spectre. A dare il volto all'agente segreto al servizio di sua Maestà è stato, negli ultimi 11 anni (e 4 titoli) Daniel Craig il quale, a partire dal Casino Royale di Martin Campbell (2006), è subentrato all'affascinante ma ormai stagionato Pierce Brosnan, contribuendo a rivitalizzare un franchise ormai avvitatosi su se stesso (La morte può attendere è uno dei punti più bassi della saga di 007). Ecco allora il rude Daniel Craig, prima denigrato dai fan di 007 e poi osannato, specie dopo il notevole Skyfall di Sam Mendes. Il regista di American Beauty, nel tentativo di bissare il successo del capitolo precedente, ha invece dato vita al deludente Spectre, capitolo girato con spocchia e sufficienza da Mendes e interpretato con fare sbrigativo dallo stesso Craig. Come se non bastasse, sono poi arrivate le interviste rilasciate dall'attore britannico subito dopo il 24esimo Bond: "Piuttosto che girare un altro 007 romperei questo bicchiere e mi taglierei le vene dei polsi. No, per il momento proprio no, ho chiuso. Ho voglia solo di pensare ad altro, almeno per un anno o due. Non ho idea di ciò che farò. Ancora Bond? Chi cazzo lo sa. Ora come ora lo farei solo per soldi". Cosa accadrà allora?


Toto Bond (25)

La produttrice Barbara Broccoli aveva assicurato ai fan che l'inizio della produzione di Bond 25 avrebbe preso il via a partire dalla primavera del 2017. I tempi sono quindi maturi, eppure qualcosa non quadra. Mentre gli sceneggiatori sono già al lavoro per il nuovo capitolo del franchise, ben più fumosa è la questione dell'interprete della spia inglese. Daniel Craig ha ancora un film per contratto, ma la volontà dell'attore è quella di salutare per sempre il ruolo che gli ha dato la notorietà internazionale. Diversamente, la produzione avrebbe già accostato il nome dell'attore di The Pusher al logo di Bond 25. Non tutto è perduto, certo. Ma la sensazione è che si vada verso un nuovo James Bond, con l'uscita del film che dovrebbe slittare quindi tra la fine del 2018 e il 2019. Ciò significherebbe un lasso di tempo di 4 anni (o quasi) dall'uscita nelle sale di Spectre. Chi avrà l'ardire di rimpiazzare Craig?

Zero-Zero-Sette... te

È come il gioco del cucù: un volto verrà mostrato, o meglio annunciato, a breve. Di chi si tratta? Fermo restando che potrebbe a sorpresa venire annunciato ancora Craig come 007, la schiera dei pretendenti al ruolo di spia latin lover è lunga: Idris Elba non solo è l'opzione più datata assieme a Damian Lewis, ma significherebbe (pure) uno stravolgimento senza precedenti per la saga: al pari di un papa, infatti, non si è mai visto nella storia del cinema uno James Bond nero. Questione di abitudine solamente, perché Elba assicurerebbe prestanza fisica e volto da duro al personaggio. C'è, però, la questione dell'età, essendo i due nomi più vicini ai cinquanta che ai quaranta. I rumors di vecchia data indicavano poi nelle figure di Michael Fassbender (a dir la verità tornato recentemente di moda), Tom Hardy e Tom Hiddleston i probabili successori di Craig. L'attore di Kong: Skull Island, in particolare, si era così espresso al riguardo nel corso di un'intervista rilasciata al Sunday Times: "Sono un grande fan della saga di 007. Siamo andati tutti a vedere 'Spectre' quando stavamo girando 'Kong: Skull Island' alle Hawaii. Ho amato la colonna sonora. Sarebbe una straordinaria opportunità, se solo venissero a bussare alla mia porta direi di si. So benissimo della fisicità che richiede un personaggio come James Bond.. Non prenderei certo il ruolo alla leggera". Il Toto Bond, come una girandola impazzita, prosegue a vomitare nomi senza soluzione di continuità: dopo l'Aidan Turner de Lo Hobbit, è toccato a James Norton salire alla ribalta come probabile nuovo agente dell'MI6. Negli ultimi giorni, però, è spuntato un po' a sorpresa il nome di Jack Huston come papabile protagonista di Bond 25. Il nome non vi ricorda nulla? Huston è stato uno dei protagonisti della serie tv Boardwalk Empire ed è reduce dal clamoroso flop del remake di Ben-Hur. Chissà la reazione dei fan se venisse davvero annunciato come nuovo 007...

Quanto attendi: James Bond 25

Media Hype Utenti
Voti Hype totali: 29
64%
nd