Speciale Jack Reacher - Tom Cruise ad alta tensione!

Tom Cruise e le sue interpretazioni da fiato sospeso

Articolo a cura di
Marco Lucio Papaleo Marco Lucio Papaleo inizia a giocherellare sulle tastiere degli home computer nei primissimi anni '80. Da allora, la crossmedialità è la sua passione e sondarne tutti i suoi aspetti è la sua missione. Adora il dialogo costruttivo, vivisezionare le opere derivate e le buone storie. E' molto network e poco social, ma è immancabilmente su Google+.

Sei colpi. Cinque morti. Il cuore di una città gettato in uno stato di terrore. Ma dopo poche ore la polizie risolve tutto: un caso risolto in un lampo. Secondo gli inquirenti, il colpevole è James Barr, un cecchino del quale non si conoscono le eventuali motivazioni. Barr si professa innocente, appellandosi alla presenza di Jack Reacher, ex investigatore militare ora in congedo, letteralmente scomparso dalla circolazione. Ma Reacher tornerà dal suo ritiro per far luce sulla faccenda, scoprendo un intrigo inaspettato...
Il prossimo 3 gennaio Tom Cruise torna sugli schermi italiani con la sua ultima avventura, Jack Reacher - La prova decisiva, l'adrenalinico thriller diretto da Christopher McQuarrie tratto dal romanzo “La prova decisiva” di Lee Child. L'altro ieri vi abbiamo mostrato, in esclusiva, una clip dal film (la potete visionare anche nel player in pagina) ma oggi ci soffermiamo maggiormente sul protagonista del film, quel Tom Cruise oramai esperto di questo genere. Non sono pochi, infatti, i film in cui Cruise si trova al centro di una cospirazione al cardiopalma: abbiamo fatto, dunque, una piccola selezione dalla sua filmografia, per vedere i precedenti del celebre attore nel genere.

Codice d'onore (1992)

Il primo vero approccio della sua carriera con gli intrighi cinematografici arriva per Cruise nel 1992 con Codice d'onore, diretto da Rob Reiner e con un cast comprendente la bellissima Demi Moore e un sempre sorprendente Jack Nicholson. Cruise interpreta Daniel Kaffee, giovane avvocato militare incaricato di difendere due marines accusati di aver ucciso per punizione, in circostanze poche chiare, un loro commilitone. Kaffee comincerà, a poco a poco, a rivedere la sua condotta e i suoi metodi giuridici, cercando strenuamente di far emergere la verità. Reiner, che veniva dai precedenti successi di titoli come Stand by me - Ricordo di un'estate e Harry ti presento Sally, centra un'altra volta i gusti del pubblico, anche se più per il ricco cast (i tre protagonisti summenzionati erano all'apice della popolarità all'epoca, ed erano accompagnati da nomi quali Kiefer Sutherland, Kevin Bacon, Cuba Gooding Jr.) che per la sceneggiatura. Il film si guadagnò diverse nomination agli Oscar e ai Golden Globe.

Mission:Impossible Saga (1996-2011)

In Jack Reacher c'è anche una componente d'azione, e Cruise ha una grande esperienza in questo, avendo già interpretato diverse volte il ruolo della spia o dell'agente speciale. La prima volta accade in Mission: Impossible di Brian De Palma, ispirato dall'omonima e storica serie televisiva degli anni '60. Il successo del primo film ha reso possibile la creazione di una vera e propria saga, per ora arrivata a quattro episodi e diretta ogni volta da un regista diverso: dopo De Palma è toccato al Maestro dell'action orientale John Woo, poi al pirotecnico J.J. Abrams e infine al certosino Brad Bird. In ogni film Cruise è Ethan Hunt, un agente segreto di altissimo livello alle prese con complotti in grado di sconvolgere gli equilibri mondiali. Riuscirà a cavarsela, ogni volta, con intelligenza, bravura e una grandissima dose di coraggio, aiutato di volta in volta da alcuni colleghi che svolgono centrali ruoli di supporto. Non è improbabile che vedremo ancora Cruise nei panni dell'agente Hunt, visti i lusinghieri risultati al botteghino del quarto, recente, episodio della serie.

Minority Report (2002)

Il nostro Tom ha fatto anche diverse incursioni nella fantascienza, e una delle più famose è certamente quella nel mondo spielberghiano di Minority Report, tratto dal celebre racconto di Philip. K. Dick, Rapporto di Minoranza. Nel film, che vede protagonisti anche Colin Farrell e Samantha Morton, Cruise interpreta il detective capo della pre-crimine John Anderton, responsabile del moderno sistema di polizia che, tramite l'utilizzo di sensitivi, riesce a prevenire i crimini, arrestando i colpevoli prima ancora che questi abbiano compiuto i misfatti di cui vorrebbero/potrebbero macchiarsi. Ma quando uno dei sensitivi stabilisce che Anderton si macchierà di omicidio, il solerte poliziotto si sentirà incastrato e braccato, dato che non avrebbe alcun movente per compiere un tale crimine. Comincerà così la sua corsa in direzione della verità... Come quasi tutti i film tratti dalle opere di Dick, molte cose sono diverse rispetto al libro ma Spielberg (come potrebbe essere altrimenti) realizza un'opera completa e, per certi versi, innovativa, densa di azione futuristica ma soprattutto di momenti di grande suspense.

Leoni per agnelli (2007)

Tensione e poteri forti non necessariamente sono rappresentati da sparatorie e grandi fughe. Lo sa bene Robert Redford, protagonista di mirabili pellicole dense di spionaggio e thrilling, qui regista capace di tenere incollati gli spettatori alla poltrona semplicemente narrando momenti della vita di tre distinte persone nella stessa giornata, singolarmente coinvolte, a vari titoli e livelli, in un fatto di cronaca internazionale. La tematica della guerra, delle perdite collaterali, dell'asservimento al potere e della perdita degli ideali le ritroviamo negli occhi di Tom Cruise, di Redford stesso e dell'imbrigliata giornalista interpretata da Meryl Streep. Il film segna il ritorno di Redford come regista dopo un'assenza dietro la macchina da presa durata sette anni. Neanche a dirlo, Tom è un valore aggiunto non da poco all'operazione.

Operazione Valchiria (2008)

È un Cruise pluridecorato e disilluso dalle promesse della guerra (vent'anni dopo Nato il quattro luglio, che però aveva un contesto decisamente diverso a fare da sfondo) quello che ritroviamo nell'ultimo film di Bryan Singer, successivo al sostanziale insuccesso di Superman Returns ma con alle spalle ancora gli echi del grande successo dei primi due X-Men. La storia si intreccia con la fantapolitica mentre si racconta del tentato assassinio ai danni di Adolf Hitler da parte di un gruppo di ufficiali nazisti, tragedia nella tragedia gestita con perizia grazie anche ad un cast comprendente, inoltre, Kenneth Branagh e Bill Nighy. L'intrigo è politico, ma anche storico, essendo tratto da un fatto realmente accaduto che avrebbe potuto cambiare le sorti dell'umanità: degno corollario, dunque, del nostro viaggio attraverso le varie identità e icone della tensione che Cruise ha interpretato nel corso della sua carriera.

Che voto dai a: Jack Reacher

Media Voto Utenti
Voti totali: 15
6
nd