Il pianeta delle scimmie: la storia finora, dal 1968 a oggi

In occasione dell'uscita del nuovo capitolo del franchise, ecco quanto accaduto nei film precedenti della saga.

speciale Il pianeta delle scimmie: la storia finora, dal 1968 a oggi
Articolo a cura di

Da quasi cinquant'anni il pubblico cinematografico conosce la realtà distopica immaginata dallo scrittore francese Pierre Boulle. Nel 1968, infatti, è arrivato nelle sale Il pianeta delle scimmie, pietra miliare della fantascienza sul grande schermo, passata alla storia grazie alla sceneggiatura di Rod Serling (autore del celeberrimo colpo di scena finale rimasto ineguagliato nel franchise) e alle interpretazioni di attori come Charlton Heston e Roddy McDowall. Da lì è nata una saga che ancora oggi miete successi: tra i piatti forti dell'estate 2017 c'è The War - Il pianeta delle scimmie, terzo capitolo della nuova incarnazione del racconto scimmiesco, con Andy Serkis nei panni dello scimpanzé Caesar. Per l'occasione, ecco un riassunto di quanto accaduto nei film precedenti, a partire dal capostipite.

Il pianeta delle scimmie (1968)

Nel 1972, quattro astronauti partono in missione. La loro astronave precipita sulla superficie di un pianeta ignoto, e i tre astronauti superstiti scoprono di trovarsi nel 3978, sebbene per loro siano passati solo 18 mesi grazie all'animazione sospesa e la dilatazione temporale. Mentre cercano forme di vita si imbattono in un gruppo di umani primitivi, e uno degli astronauti, Taylor, si invaghisce di una donna che lui battezzerà Nova. Improvvisamente il gruppo viene catturato da gorilla armati, e Taylor si rende conto di avere a che fare con una società dominata da scimmie parlanti. Quando queste scoprono che lui, a differenza degli altri umani, è in grado di parlare, cercano di determinare le sue origini. Incredulo quando sente il resoconto di Taylor, il dottor Zaius, leader della comunità, minaccia di farlo castrare e lobotomizzare se non dirà la verità. Grazie all'intervento degli scienziati Zira e Cornelius, gli unici primati a simpatizzare con la razza umana, Taylor riesce a fuggire e si dirige verso la Zona Proibita insieme a Nova, per scoprire la verità sull'evoluzione delle scimmie. Insieme trovano una grotta contenente artefatti umani, e vengono intercettati da Zaius, il quale fa sigillare la grotta e ammette di essere a conoscenza di una civiltà antica di umani, distrutta da secoli. Fuggito nuovamente insieme a Nova, Taylor arriva su una spiaggia e vede le rovine della Statua della Libertà. Capisce quindi di trovarsi sulla Terra, devastata da un conflitto nucleare, e maledice i suoi simili per aver condannato l'umanità alla schiavitù.

L'altra faccia del pianeta delle scimmie (1970)

Taylor continua ad esplorare la Zona Proibita insieme a Nova, prima di sparire senza lasciare traccia. Lei viene poi trovata da Brent, l'unico superstite di una seconda missione spaziale mandata per rintracciare Taylor e la sua squadra. Anche lui viene a sapere dell'esistenza della società scimmiesca, e scopre che il generale Ursus intende conquistare la Zona Proibita come possibile fonte di sostentamento, nonostante Zaius si opponga all'iniziativa. Insieme a Nova, Brent si rifugia in ciò che rimane di una stazione della metropolitana di New York, e si rende conto di trovarsi sulla Terra in un futuro post-nucleare. I due vengono catturati da un gruppo di umani dotati di poteri telepatici, che intendono usare un ordigno atomico per sconfiggere le scimmie. In questa occasione Brent ritrova Taylor ed è costretto a combatterlo sotto l'influenza di uno dei mutanti. Liberatisi del controllo mentale, i due astronauti combattono contro le scimmie: Brent riesce a uccidere Ursus, ma non prima che quest'ultimo abbia mortalmente ferito Taylor. Spirando, questi attiva la bomba, che distrugge l'intero pianeta.

Fuga dal pianeta delle scimmie (1971)

Prima della distruzione del pianeta, Zira e Cornelius, accompagnati dal dottor Milo, sono riusciti a riparare l'astronave di Taylor, e grazie all'onda d'urto dell'esplosione vengono catapultati nel passato. Siamo a Los Angeles nel 1973, e le tre scimmie vengono portate allo zoo, dove Milo muore in seguito ad un'altercazione con un gorilla. Con il supporto di due scienziati, Zira e Cornelius rivelano pubblicamente di provenire dal futuro e di essere in grado di parlare, ma tengono nascosti i dettagli sulla guerra tra uomini e scimmie. Quando il governo viene a conoscenza di tutta la verità con l'inganno, viene dato l'ordine di sterilizzare entrambi i primati e interrompere la gravidanza di Zira. I due primati si rifugiano in un circo, dove Zira dà alla luce un maschio, a cui viene dato il nome Milo. Rintracciati dal perfido dottor Hasslein, Zira e Cornelius cercano di fuggire insieme al neonato, ma vengono uccisi nei pressi del porto di Los Angeles. Viene poi svelato che Zira in realtà aveva scambiato il proprio figlio con quello di un'altra scimmia del circo, e che Milo è ancora vivo.

1999 - Conquista della Terra (1972)

Nel 1983 una misteriosa epidemia uccide tutti i cani e gatti sulla Terra, e gli umani iniziano ad usare le scimmie come animali domestici. Col passare degli anni la relazione tra padrone e animale assume connotazioni sempre più negative, e nel 1991 i primati sono effettivamente degli schiavi. Armando, proprietario del circo dove si erano rifugiati Cornelius e Zira, continua a prendersi cura del loro figlio, ribattezzato Caesar. Per proteggerlo, Armando finge di essere l'autore di una frase ingiuriosa pronunciata dallo scimpanzé, e viene interrogato dalle autorità. Per non tradire il suo amico, l'uomo decide di togliersi la vita. Caesar, che nel frattempo è stato venduto al governatore Breck, viene a sapere dell'accaduto e perde quel poco che restava della sua fiducia nel genere umano. Mentre insegna alle altre scimmie come usare le armi degli umani, viene smascherato e torturato, ma riesce a liberarsi e dà inizio alla prima vera ribellione contro la razza umana, dichiarando ufficialmente instaurato il pianeta delle scimmie.

Anno 2670 - Ultimo atto (1973)

Nel 2670, un orango noto come il Legislatore racconta la storia di Caesar dopo la guerra nucleare: dopo anni di battaglie, egli medita sulla possibilità di coesistere pacificamente con gli umani, mentre il generale Aldo, che si oppone all'idea, pianifica un colpo di stato per prendere il controllo della società scimmiesca. Caesar si reca nella Zona Proibita per visionare un filmato sui suoi genitori, tramite il quale scopre anche cosa dovrebbe accadere in futuro. Il leader dei mutanti residenti nella zona decide di attaccare la città delle scimmie, mentre Aldo ferisce mortalmente Cornelius, il figlio di Caesar, quando questi scopre il complotto ordito dal generale. I primati hanno la meglio durante lo scontro tra le due fazioni. Caesar vuole risparmiare i mutanti superstiti, mentre Aldo propone che lui venga giustiziato per la sua volontà di difendere gli umani. Alla fine a morire è proprio Aldo, una volta svelata la sua uccisione di Cornelius, e Caesar decide di instaurare una convivenza pacifica tra uomini e scimmie. Sei secoli dopo la morte del leader primate la tregua è ancora in atto: il Legislatore sta raccontando la storia ad un gruppo di bambini, una classe mista di scimmie e umani. Il futuro rimane però incerto, e l'ultima immagine è una lacrima che scende dall'occhio di una statua raffigurante Caesar, allusione alla realtà distopica che esisterà mille anni più tardi.

Planet of the Apes - Il pianeta delle scimmie (2001)

Anno 2029, stazione spaziale Oberon: Pericle, una delle tante scimmie addestrate per assistere gli umani a bordo, sparisce in una tempesta elettromagnetica, e l'astronauta Leo Davidson decide di partire alla sua ricerca. Si ritrova così catapultato nel 5021, su un pianeta noto come Ashlar. Viene catturato e scopre che gli esseri umani sono schiavi delle scimmie. Liberatosi con l'aiuto di Ari, uno dei rari primati ad opporsi alla crudeltà del generale Thade, Leo si dirige verso Calima, la città sacra delle scimmie, per ottenere risposte. Scopre così che la città in realtà è ciò che resta dell'Oberon, e che Semos, il dio venerato da Thade, era una delle scimmie che si ribellarono all'equipaggio umano. Scoppia la guerra tra umani e primati, ma le ostilità cessano grazie all'arrivo di Pericle, che viene scambiato per Semos. Dopo aver neutralizzato Thade, Leo decide di tornare a casa, e atterra a Washington D.C. attraversando la stessa tempesta elettromagnetica che lo aveva portato su Ashlar. Qualcosa però non quadra, e Leo scopre la tremenda verità quando al posto del Lincoln Memorial trova un monumento dedicato a Thade: anche la Terra è stata conquistata dalle scimmie.

L'alba del pianeta delle scimmie (2011)

Will Rodman, uno scienziato residente a San Francisco, sta lavorando a una cura sperimentale per il morbo di Alzheimer, da cui è affetto suo padre. Testando il farmaco ALZ-112 su uno scimpanzé femmina, Will scopre che l'intelligenza del primate ne risulta aumentata. La scimmia muore in circostanze tragiche, ma non prima di aver dato alla luce un figlio, che andrà a vivere con Will. Cinque anni dopo, lo scimpanzé, noto come Caesar, viene mandato in un rifugio per primati dopo aver difeso il padre di Will da un vicino. Caesar, che ha ereditato l'intelligenza della madre, si impone rapidamente come leader della comunità scimmiesca del rifugio, mentre Will sviluppa una nuova versione del farmaco, chiamata ALZ-113 e trasmessa sotto forma di gas. Caesar, uscito di nascosto dal rifugio, si impossessa di alcune bombole contenenti la sostanza e se ne serve per trasformare le altre scimmie, dando inizio a una fuga verso una foresta a nord della città. Dopo un breve scontro con le forze dell'ordine, i primati si stabiliscono nella foresta e Caesar dice addio a Will. Nel frattempo, l'ALZ-113, che ha effetti collaterali letali sugli umani, si diffonde su scala globale...

Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie (2014)

Sono passati dieci anni dall'epidemia dell'ALZ-113, che ha decimato la razza umana, e le scimmie stanno gradualmente creando una propria società seguendo l'esempio di Caesar, leader della colonia situata in California. Un gruppo di umani capitanato da un certo Malcolm costruisce un rapporto di fiducia con Caesar, ottenendo l'aiuto delle scimmie per far tornare l'elettricità a San Francisco. Koba, luogotenente di Caesar, sfrutta la tensione generale tra le due razze per incendiare il villaggio delle scimmie e incolpare gli umani. Caesar, gravemente ferito, viene salvato da Malcolm e portato nella sua vecchia casa a San Francisco, dove rimane in convalescenza e si rende conto di quanto le scimmie possano essere crudeli. Koba ordisce un assalto contro la roccaforte di San Francisco, ma non prima che Dreyfus, l'altro leader della comunità umana, riesca a contattare una base militare. Caesar, ristabilitosi, combatte contro Koba e lo lascia morire, dichiarandolo non più una scimmia. Dopo aver salutato Malcolm, di cui riconosce e apprezza l'amicizia, Caesar si prepara per la guerra imminente.

Che voto dai a: The War: Il Pianeta delle Scimmie

Media Voto Utenti
Voti totali: 17
8.1
nd