Il cinema ha davvero bisogno di più ruoli femminili? Il caso Banks-Spielberg

Al cinema le donne hanno pochi ruoli da protagoniste? Elizabeth Banks ha attaccato Steven Spielberg proprio su questo, commettendo una gaffe enorme.

speciale Il cinema ha davvero bisogno di più ruoli femminili? Il caso Banks-Spielberg
INFORMAZIONI FILM
Articolo a cura di

Il cinema è davvero poco "donna"? Supportare una frase simile a poche settimane dall'uscita di Wonder Woman, un cinecomic diretto proprio da una donna con una protagonista esplosiva come Gal Gadot, che ci ha fatto innamorare tutti incondizionatamente, è davvero difficile, eppure Elizabeth Banks ha creato non poche polemiche dal palco dei Women in Film's Crystal + Lucy Awards nella serata di martedì scorso. L'attrice di Pitch Perfect si è platealmente lamentata di Hollywood, ha detto che ancora oggi è un'industria che concede poco spazio alle donne, non offre loro ruoli principali, in particolare ha attaccato un regista simbolo come Steven Spielberg, accusato di girare film esclusivamente "al maschile", con protagonisti uomini. Sicuramente nelle sue parole c'era un minimo fondo di verità guardando all'intera industria, e fortunatamente non si è toccato l'argomento guadagni, spesso sotto i riflettori per essere tutt'altro che uguali fra attori uomini e donne, la Banks però - a freddo - si è accorta di essere andata un po' oltre e ha chiesto scusa al povero Steven.

Banks vs Spielberg

"Ho espresso il mio pensiero in modo poco elegante, poco chiaro. Voglio prendermi tutte le responsabilità per quello che ho detto, mi dispiace molto" ha scritto l'artista sui social nelle ultime ore. "Quando ho detto quelle parole su Steven intendevo le sue ultime produzioni, poi pensavo a titoli come Lo Squalo, gli Indiana Jones, non volevo certo sminuire l'importanza iconica de Il Colore Viola". Qualcuno si era accorto di questa gaffe relativa a The Color Purple già durante il discorso, alle parole dell'attrice erano seguiti alcuni "buuu" dalla platea, mentre qualcuno aveva addirittura urlato "Il Colore Viola", che in effetti vede come protagoniste Whoopi Goldberg e Oprah Winfrey.

La gaffe suprema

La Banks si è sentita in dovere di tornare sulla questione dopo aver scatenato un vero e proprio putiferio su Twitter, del resto il web non perdona praticamente nulla. Dopo il controverso discorso il suo nome è volato in cima ai trend insieme a quello di Steven Spielberg che, ironia della sorte, sta attualmente girando il suo ultimo lavoro The Papers, la cui protagonista principale è Meryl Streep.

La Streep veste i panni di Katherine Graham, la prima donna americana ad aver diretto un giornale come il The Washington Post, Premio Pulitzer nel 1998 - un progetto dunque totalmente al femminile, anche nei temi. Pensandoci bene anche l'ultimo film di Spielberg, Il GGG - Il Grande Gigante Gentile uscito nel 2016, vedeva protagonista una piccola donna, la dodicenne Ruby Barnhill. In poche parole Elizabeth Banks è incappata in una gaffe non da poco, ha sicuramente attaccato la persona sbagliata; sul fatto che il cinema abbia bisogno o meno di più protagoniste femminili si può tranquillamente discutere (anzi, aspettiamo di sapere la vostra nei commenti), ma Steven Spielberg resta un simbolo "puro" di Hollywood e del cinema in generale.

Quanto attendi: The Papers

Media Hype Utenti
Voti Hype totali: 2
55%
nd