Speciale I Cinefumetti mai realizzati: Marvel - Parte Prima: gli Eroi in Vendita

Uno sguardo a quei cinefumetti che non sono ancora mai stati, per varie cause, realizzati.

speciale I Cinefumetti mai realizzati: Marvel - Parte Prima: gli Eroi in Vendita
Articolo a cura di
Fabio Mucci Fabio Mucci è un superappassionato di fumetti (di ogni tipo, ma prevalentemente Marvel) e, di conseguenza, di cinefumetti. Ciò nonostante non disdegna il cinema d'autore. È un patito di GTA e sebbene non sia interessato al calcio, passa le ore a giocare a Fifa. Gestisce una pagina sui cinefumetti su Facebook: visitatela!

Ogni anno, dal 1998 (anno in cui esce Blade, film che rilancerà il genere), esce almeno un cinecomic, ovvero un film tratto da un (più o meno) noto fumetto. Molti di questi hanno successo, altri floppano al botteghino, altri nascono per divenire miliardari, altri ancora finiscono per essere dei direct-to-video. Probabilmente, Hollywood non finirà mai di sviluppare cinefumetti. Ma non tutti quelli programmati finiscono per vedere la luce, e sono molti i progetti e gli adattamenti che non arrivano sul grande schermo. A volte la loro corsa finisce poco dopo il loro annuncio, altre volte dopo la stesura della sceneggiatura, altre volte poco prima del ciak risolutivo. In questa nuova serie di speciali ripercorreremo la vita di quei cinefumetti che non hanno mai visto la luce, non necessariamente in ordine cronologico. Allacciate le cinture di sicurezza, si parte!

La Marvel

Più che della Dc Comics (che affronteremo nelle prossime parti dello speciale), è la Marvel ad essersi imposta maggiormente al cinema con un elevato numero di personaggi. Non tutti riusciti, non tutti di successo, ma sicuramente più variegati rispetto alla "concorrente". Prima ancora di essere uno studio indipendente (dal 2006 in poi), la Marvel ha "svenduto" i diritti dei propri personaggi a vari studios cinematografici per realizzare degli adattamenti su licenza. Dopo le disavventure degli anni '80 e '90, la Marvel aveva poca speranza di vedere un film di successo uscire dal proprio comparto personaggi, eppure l'ottimo incasso di Blade (un personaggio "di serie B" nei fumetti) aprì le porte ad una miriade di personaggi co-prodotti in associazione con la Marvel: Blade, per l'appunto (tre film), X-Men (quattro film, uno nuovo nel 2014), Wolverine (due film di cui uno in uscita nel 2013), Spider-Man (quattro film, uno nuovo nel 2014), Ghost Rider (due film), I Fantastici 4 (due film, uno nuovo in fase di sviluppo), Daredevil (un film), Elektra (un film), The Punisher (due film), Man-Thing (un film) e Hulk (un film prima del reboot datato 2008).

Nel 2006, forte di parecchi successi commerciali ma insoddisfatta di numerose scelte degli studios Hollywoodiani che avevano realizzato i vari adattamenti, la Marvel decide di fondare uno studio indipendente e produrre da sola i propri film (sebbene alcuni personaggi rimangano ancora in esclusiva contrattuale ad altri studios, quali Sony Pictures e Twentieth Century Fox). Arrivano al cinema, cosi, Iron Man (due film, il terzo in uscita nel 2013), Thor (due film di cui uno in uscita nel 2013), Captain America (due film di cui uno in uscita nel 2014), I Guardiani della Galassia (in arrivo nel 2014), Ant-Man (in arrivo...si spera presto!!!) e il rilancio di Hulk nel 2008, senza contare il crossover The Avengers (due film di cui uno in uscita nel 2015). Nonostante ciò, come vi abbiamo anticipato, numerosi personaggi e progetti Marvel sono naufragati nel corso del tempo...

Gli Eroi in Vendita

Nei fumetti sono conosciuti come Gli Eroi in Vendita, al cinema (anche per via dei diritti in mano a studios diversi) non sarebbero mai stati conosciuti cosi. Sarebbero stati, semplicemente, Luke Cage e Iron Fist (Pugno D'Acciaio). Il primo era in mano alla Sony Pictures (che aveva anche Spider-Man e Ghost Rider), il secondo alla Artisan, Lionsgate poi (insieme a Punisher, Vedova Nera e Man-Thing).

La Sony Pictures, convinta del potenziale del personaggio di Luke Cage, decise nei primi anni 2000 di lanciarlo sul grande schermo. Ingaggiò cosi lo sceneggiatore Ben Ramsey che, in poco tempo, fornì una sceneggiatura amata sia dallo studio che dalla Marvel stessa. Lo script, che centrava in pieno il personaggio, finì online, portandosi dietro i commenti più che entusiastici dei fan che ebbero la fortuna di leggerlo; grazie a tutto ciò, la Marvel decise di spingere la Sony affinché ingaggiasse un regista in poco tempo e portasse Cage al cinema. Fu cosi ingaggiato John Singleton. Anche se approvata, la Sony ordinò una nuova riscrittura della sceneggiatura che portò ad un rinvio forzato dell'inizio riprese e un posticipo della data di uscita al 2006.

Terrence Howard (che poi interpreterà Rhodey nel primo Iron Man, prima di esser sostituito da Don Cheadle) venne coinvolto come Diamondback, il villain, mentre fu Tyrese Gibson a venir selezionato per il ruolo di Cage (nonostante lo studio tentò di "corteggiare" Jamie Foxx). Con un cast quasi pronto e una sceneggiatura pressoché unanimamente apprezzata, le riprese erano ai nastri di partenza. Nonostante ciò, però, la Sony Pictures decise, di punto in bianco, di annullare il progetto. Perché? Le motivazioni non sono chiare anche se dei rumors poco convincenti vogliono che lo studio fosse indeciso sul successo del film a causa di un personaggio di colore come Cage (e Blade, allora?). Fatto sta il progetto fu accantonato e mai più ripreso.

Il Luke Cage televisivo che mai vedremo

Soltanto pochi mesi fa, la Marvel ha annunciato una serie televisiva incentrata sul personaggio di Jessica Jones. Nel serial tv, previsto per la ABC, sarebbero dovuti apparire anche Miss Marvel e, soprattutto, Luke Cage. Peccato che il progetto è stato successivamente bocciato dalla rete televisiva, facendolo naufragare. C'è da dire che Cage è proprio un personaggio sfortunato!

Kung (non) Fu

Stesso destino per Iron Fist. Nel 2000 la Artisan pensò bene che un personaggio come Danny Rand potesse reggere una pellicola (sulla scia del successo di Blade) e ingaggiò John Turman per scrivere il film. Kirk Wong fu coinvolto come regista mentre Ray Park (già Toad di X-Men) fu scelto per dare il volto e le movenze all'eroe protagonista. La produzione, però, rallentò e la data d'inizio riprese slittò di mese in mese, costringendo il regista ad abbandonare il progetto e a venir sostituito da Steve Carr. L'uscita fu prevista per il 2004 per poi essere posticipata al 2006 quando il progetto sembrava ancora in alto mare. Dopodiché il nulla. Il fallimento della Lionsgate di portare con successo The Punisher al cinema, il flop direct-to-video di Man-Thing e l'abbandono del film sulla Vedova Nera (che presto analizzeremo) costrinse lo studio ad abbandonare anche questo progetto, con tanto di rammarico da parte di Carr.Attualmente i diritti dei due eroi sono tornati ai Marvel Studios. Mentre su Luke Cage la Marvel ancora non ha in programma nessuna pellicola, di Iron Fist esiste una nuova sceneggiatura fatta scrivere da Rich Wilkes con l'intenzione di portare il personaggio sul grande schermo nei prossimi anni.