Marvel

Guardiani della Galassia: cosa possiamo aspettarci dal terzo volume?

Sappiamo che Peter Quill e la sua banda torneranno per una terza - e ultima? - avventura in un futuro prossimo. Ecco le nostre ipotesi in merito.

speciale Guardiani della Galassia: cosa possiamo aspettarci dal terzo volume?
Articolo a cura di

Guardiani della Galassia Vol. 2 continua a mietere successi ovunque (mentre scriviamo queste righe il film ha superato, dopo tre weekend di programmazione nel mondo intero, la soglia dei 600 milioni di dollari), e non sorprende che la Marvel abbia deciso di riporre ulteriore fiducia nel regista James Gunn, confermandolo dietro la macchina da presa per il terzo episodio, già annunciato senza una data d'uscita precisa (il cineasta ha suggerito che possa essere pronto nel 2020), ma anche come supervisore generale di quello che si annuncia come tutto un filone cosmico dopo la conclusione della Fase Tre del Marvel Cinematic Universe. Il secondo film contiene alcuni indizi su ciò che potrebbe accadere nel terzo, mentre lo stesso Gunn ne ha forniti altri, e in base a questo possiamo formulare qualche ipotesi al riguardo. N.B. Si sconsiglia la lettura dell'articolo se non avete visto Guardiani della Galassia Vol. 2.

Adam Warlock

L'indizio più evidente, almeno per i fan dei fumetti, si cela nella terza sequenza collocata durante i titoli di coda, con la perfida Ayesha che annuncia la creazione di un essere capace di sconfiggere i Guardiani. Lei lo chiama Adam, il che suggerisce - e Gunn lo ha confermato - che si tratti di Warlock, celeberrimo eroe cosmico della Marvel e, nel mondo cartaceo, membro del team. Presumibilmente, se dovesse esordire nel Vol. 3 (sappiamo già che non apparirà in Avengers: Infinity War, nonostante il suo ruolo fondamentale nella lotta contro Thanos nella fonte cartacea), inizierebbe come villain per poi divenire alleato contro una minaccia più grande (in occasione di un Q&A in diretta su Facebook il regista ha confermato di aver già scelto l'antagonista, senza specificarne il nome), ed è un candidato ideale per far parte della prossima formazione della squadra, dal momento che il terzo episodio, a detta di Gunn, sarà l'ultimo incentrato su Star-Lord, Gamora, Drax, Rocket e Groot. E a tal proposito...

Nuove reclute?

Nella seconda sequenza collocata durante i titoli di coda assistiamo ad una riunione tra membri di un vecchio gruppo di Ravagers, che faranno nuovamente squadra capitanati da Stakar Ogord (Sylvester Stallone). Nei fumetti questi personaggi hanno fatto parte della primissima formazione dei Guardiani, in una serie ambientata nel futuro, ed è palese che Gunn, o chi per lui, li sfrutterà più approfonditamente nei prossimi capitoli della saga cosmica del Marvel Cinematic Universe, essendo stati scelti interpreti del calibro di Ving Rhames e Michelle Yeoh per questi ruoli (siamo particolarmente curiosi di scoprire se l'androide Mainframe avrà nuovamente la voce di Miley Cyrus). E se anche non dovessero essere promossi a Guardiani veri e propri, sarebbe auspicabile una loro presenza nel prossimo film per approfondire un minimo le loro esperienze passate, il che consentirebbe a Michael Rooker di tornare per un flashback nei panni di Yondu, il cui funerale chiude il Vol. 2.

Amore cosmico

Resta da vedere cosa accadrà in Infinity War (si vocifera di un flirt tra Tony Stark e Gamora), ma è altamente probabile che il rapporto tra Peter Quill e la figlia adottiva di Thanos venga esplorato sotto una nuova luce, dopo le discussioni sulla loro attrazione reciproca e quel sottile momento di tenerezza finale al termine del secondo episodio (sperando che non finisca come per Sam Malone e Diane Chambers, i due personaggi citati da Peter come modello di ciò che dovrebbe accadere fra lui e Gamora, poiché il barista di Boston e l'aspirante scrittrice si sono lasciati di comune accordo proprio quando stavano per sposarsi). Per quanto concerne Drax e Mantis, Gunn ha smentito ogni connotazione romantica nel loro rapporto spassoso e toccante: il guerriero incapace di capire le metafore e l'aliena dai poteri empatici sono semplicemente destinati a diventare, a detta del regista, migliori amici.

Che voto dai a: Guardiani della Galassia Vol. 2

Media Voto Utenti
Voti totali: 84
8.3
nd