Disney scarica Netflix e annuncia l'arrivo di un nuovo servizio streaming

Come avevamo anticipato, la Disney ha annunciato l'arrivo di una nuova piattaforma streaming a partire dal 2019. Via i contenuti da Netflix nel 2018.

speciale Disney scarica Netflix e annuncia l'arrivo di un nuovo servizio streaming
Articolo a cura di

Lo avevamo anticipato proprio ieri parlando dell'acquisizione di Millarworld da parte di Netflix, del resto era una notizia che aleggiava da tempo: la Disney ha annunciato che aprirà una nuova piattaforma di streaming online tutta sua. Anzi due piattaforme, una dedicata allo sport di ESPN, un'altra a film e serie TV del proprio universo. La notizia ovviamente ha creato non poco scompiglio, non solo per l'ufficialità arrivata dal CEO Bob Iger direttamente alla CNBC, soprattutto perché la Disney ha già avviato le procedure per rimuovere da Netflix i suoi contenuti. Questo ha fatto crollare il titolo in borsa della piattaforma americana di quasi 6 punti percentuali, un autentico disastro che colmerà molto probabilmente con il disappunto degli utenti. Da Netflix infatti spariranno come per magia film d'animazione e in live action a marchio Disney, Pixar, Marvel e LucasFilm, tutti marchi appartenenti dalla Walt Disney Company. Tutti prodotti che troveranno accoglienza nella nuova piattaforma Disney, il che significa che bisognerà comprare un nuovo abbonamento mensile.

Sport e entertainment

Quando sarà lanciata ufficialmente questa nuova piattaforma Disney? Bob Iger ha parlato del 2019 e tutti i prodotti saranno in esclusiva, dunque non li vedremo su altre piattaforme. Proprio quest'ultima idea ha portato la compagnia americana a chiudere gli accordi con Netflix stretti nel 2012, i prodotti Disney, Marvel, Pixar e LucasFilm attualmente presenti nella libreria della grande N saranno disponibili fino alla fine del 2018, ma non oltre. Inutile dire che, vista la grandezza e la qualità dell'universo Disney, saranno molti gli utenti che decideranno di fare un nuovo abbonamento. Il lancio della piattaforma inoltre avverrà con titoli di assoluto grido come Toy Story 4, Frozen 2 e il nuovo adattamento del Re Leone. La nuova ESPN in streaming invece partirà già dall'inizio del 2018, ma questo sarà probabilmente un servizio riservato ai soli Stati Uniti. Sarà una sorta di "mirror" del canale via cavo della ESPN, però in streaming online, un posto dove vedere oltre 10.000 eventi sportivi ogni anno, fra cui i campionati MLB, NHL, MLS e i Grand Slam di tennis.


Verso l'infinito e oltre

Per la trasmissione dei servizi, Disney ha acquistato parte della BAM Tech, scaricata per alcuni versi dalla MLB Advanced Media. La società di Bob Iger possiede già il 33% in seguito a un accordo dell'agosto 2016, una manovra considerata "chiave" nella strategia generale dell'azienda. Azienda che inoltre sta investendo ulteriori soldi nel creare contenuti (film e serie TV) originali in vista della nuova piattaforma. Non bisogna poi dimenticare che lo stesso Iger ha un posto nella plancia di comando della Apple, il che potrebbe significare che i nuovi servizi potrebbero lavorare in simbiosi con iTunes, Apple TV, iPhone, iPad e tutto il microcosmo della mela, fra le altre cose. Cosa cambierà alla fin della fiera per noi utenti? Relativamente poco, nel senso che vedremo sparire i contenuti Disney dalle piattaforme che utilizziamo oggi e vedremo spuntare un nuovo servizio, sicuramente avanzato dal punto di vista tecnologico e pieno di prodotti di qualità e di grido. Tutto quello che dovremo fare sarà acquistare un nuovo abbonamento, Netflix, Infinity, Amazon e gli altri sono avvisati, potrebbe rimanerne uno soltanto.