Cars 3, Coco,The Lego Movie 2 e S.C.O.O.B: Pixar e Warner calano gli assi

Il penultimo giorno del Festival di Annecy è stato all'insegna delle due major, tra anteprime e dettagli sul futuro di diversi lungometraggi.

speciale Cars 3, Coco,The Lego Movie 2 e S.C.O.O.B: Pixar e Warner calano gli assi
Articolo a cura di

Come abbiamo già avuto modo di dire nelle puntate precedenti, la Disney e la Pixar sono tra gli habitués del Festival di Annecy, che si tratti di proiezioni, conferenze stampa/panel o anche solo il consueto barbecue offerto agli accreditati sulla Plage de l'Impérial, vicino al centro nevralgico del MIFA. L'edizione 2017 non ha fatto eccezione, con una mattinata interamente dedicata alla Pixar, dalle 10 alle 13.30. Del programma ha fatto parte anche la consegna dei premi del Disney Art Challenge, giunto alla quinta edizione e dall'anno scorso organizzato in collaborazione con Annecy: la succursale francese del colosso dell'animazione ha ricevuto quest'anno 261 disegni realizzati da aspiranti animatori sul tema del road trip, e dieci finalisti sono stati mandati alla sede della Pixar in California e sottoposti al giudizio di John Lasseter e Brian Fee (il regista di Cars 3). La consegna dei tre premi, sotto forma di borse di studio, ha avuto luogo nella Grande Salle a Bonlieu, tra una proiezione e l'altra.

Dietro le quinte

La prima parte del programma Pixar è stata dedicata a qualche anticipazione su Coco, il lungometraggio sul Giorno dei Morti che arriverà in sala a fine anno (novembre negli USA, dicembre in Italia). Il co-regista Adrian Molina e la produttrice Darla Sanders hanno presentato cinque sequenze in varie fasi di post-produzione (una in particolare era ancora sotto forma di schizzi), insieme a diversi test d'animazione e un simpatico video dove il regista Lee Unkrich annuncia al giovane Jonathan Gonzalez che sarà lui a prestare la voce al protagonista Miguel. A seguire, il cortometraggio LOU, sul duello tra una creatura formata dagli oggetti smarriti e un bullo in un cortile scolastico, accompagnato da un vero e proprio making of grazie ai commenti del regista Dave Mullins e della produttrice Dana Murray. È stata sottolineata soprattutto l'importanza della storia nei film Pixar, il che può portare alla riscrittura di passaggi importanti anche quando il progetto sarebbe già in fase di montaggio (tradizione nata con Toy Story, che fu rimaneggiato da Joss Whedon dopo la bocciatura di una versione provvisoria da parte della Disney). Particolarmente memorabile il commento di Lasseter dopo l'approvazione del soggetto, riportato da Mullins: "Animare Lou sarà una bella rottura di scatole. Facciamolo!"

I motori ruggenti invecchiano

A chiudere la mattinata c'ha pensato l'anteprima di Cars 3, uscito negli Stati Uniti proprio ieri e previsto in Italia per il 14 settembre. Dopo l'intrigo spionistico del secondo episodio si torna alle tematiche del capostipite, rivisitate in chiave generazionale per chiudere il cerchio relativo all'evoluzione del protagonista Saetta McQueen. Il divertimento c'è, lo spettacolo pure grazie all'uso del software RenderMan, al quale è anche stato dedicato una conferenza durante il festival, eppure rimane la netta sensazione che questo nuovo intreccio sia stato costruito a tavolino per rispondere alle critiche (eccessive) nei confronti del capitolo precedente. Laddove gli altri sequel della Pixar erano in grado di espandere i rispettivi universi, Cars 3 mantiene una visione ristretta, presentandosi essenzialmente come un remake, per quanto gradevole, del primo episodio (impressione rafforzata dalla riesumazione di Doc Hudson, con audio inedito di Paul Newman nella versione originale, per alcuni flashback). In ogni caso averlo programmato dopo la preview di Coco si è rivelata una scelta vincente, poiché gli spettatori hanno applaudito al cospetto di un Easter Egg legato all'universo messicano che arriverà al cinema per Natale.

Everything is Warner!

Nel pomeriggio abbiamo assistito alla presentazione dei prossimi progetti del Warner Animation Group (WAG), un incontro interessante sebbene il tutto non sia andato esattamente secondo i piani (la persona che doveva commentare le varie clip e rispondere a eventuali domande si è sentita male in diretta, portando all'annullamento del Q&A finale). Ad aprire le danze è stato Lego Ninjago - Il film, atteso per l'autunno, con una clip che sottolinea la componente action e umoristica (una gag in particolare, legata alla forma dei personaggi Lego, è stata molto apprezzata dai presenti). Successivamente abbiamo visto una clip work in progress di Smallfoot, che capovolge la leggenda di Bigfoot raccontando la storia di uno yeti che scopre l'esistenza degli umani. Il film vanta la voce di Channing Tatum in originale e uscirà nell'autunno del 2018. Arriverà invece nel 2019 il sequel di The Lego Movie, che promette di esplorare nuovi mondi e presentare versioni aggiornate dei personaggi principali, ad eccezione di Emmet. Tornerà anche Batman, questa volta nel ruolo della damigella in pericolo (verrà rapito dalla nuova antagonista). Dulcis in fundo, è stato mostrato del test footage di S.C.O.O.B., nuovo lungometraggio animato di Scooby-Doo che uscirà nel 2020 e inaugurerà un universo cinematografico basato sui personaggi di Hanna-Barbera. Per l'esattezza, il nuovo film promette una sorta di Justice League dove Scooby e Shaggy faranno squadra con Jebberjaw, Captain Caveman e Blue Falcon, mentre gli antagonisti dovrebbero essere Dastardly e Muttley. Qualcuno ha detto hype?

Quanto attendi: Cars 3

Media Hype Utenti
Voti Hype totali: 22
80%
nd