Speciale Box Office 3-5 ottobre 2014

Scopriamo insieme chi vince e chi perde al botteghino questa settimana: Edizione del 6 Ottobre 2014

Articolo a cura di

Un week-end nel segno della suspense: la classifica del box-office americano di inizio ottobre è dominata infatti da due nuove uscite contraddistinte da altissimi livelli di tensione. Due esordi fenomenali per due titoli entrambi molto attesi dal pubblico, e che non hanno deluso le aspettative: stiamo parlando de L’amore bugiardo - Gone Girl, il thriller diretto da David Fincher e tratto dall’omonimo best-seller di Gillian Flynn (in arrivo in Italia soltanto il 18 dicembre, con clamoroso ritardo), e di Annabelle, l’horror di John R. Leonetti, spin-off del fortunato L’evocazione - The Conjuring dello scorso anno. Quasi un too close to call, con la pellicola di Fincher che mostra tuttavia, in base alle stime di Box Office Mojo, un lieve vantaggio sull’horror di Leonetti.
Film che segna il ritorno al cinema di David Fincher a tre anni di distanza da Millennium - Uomini che odiano le donne, Gone Girl ha infatti entusiasmato i critici oltreoceano e sembra aver ricevuto un vasto apprezzamento anche da parte del pubblico: distribuito in 3000 sale in Nord America, Gone girl dovrebbe raccogliere circa 38 milioni di dollari, il miglior esordio di sempre per Fincher (il suo precedente record erano i 30 milioni di Panic Room nel 2002), con una media di oltre 12.000 dollari a sala. Il film vede protagonisti Ben Affleck e, nel ruolo della “ragazza scomparsa” del titolo, una magnetica Rosamund Pike, che ha monopolizzato gli elogi della critica ed ha già prenotato una candidatura all’Oscar come miglior attrice. Distanziato di un soffio (qualora i risultati definitivi dovessero confermare le previsioni) Annabelle: la bambola malefica, nuovo, angosciante spauracchio per gli amanti del genere orrorifico, incassa 37 milioni di dollari al suo debutto in quasi 3200 sale, con un’ottima media di oltre 11.000 dollari a sala. A chiudere il podio è il primo classificato della settimana scorsa: The Equalizer - Il vendicatore, l’action-movie con Denzel Washington, che porta a casa altri 19 milioni di dollari per un totale di 64 milioni.

Nicolas... in gabbia

Al suo secondo week-end di programmazione, Boxtrolls - Le scatole magiche registra un calo molto contenuto, incassando 12,4 milioni di dollari per un totale di 32 milioni (e con buone chance di una discreta tenuta per le prossime settimane). Tiene bene pure il fantascientifico Maze Runner - Il labirinto, al quinto posto con 12 milioni di dollari e un totale che sfiora i 74 milioni in appena tre settimane. Il grosso, catastrofico flop della settimana, invece, è tutto per lui: Nicolas Cage, che continua ad inzeppare il proprio curriculum di film massacrati dalla critica e, in molti casi, accolti freddamente anche dagli spettatori. E Left Behind, per la regia di Vic Armstrong, ennesimo thriller apocalittico dai contorni sci-fi nella carriera dell’attore, si presenta come uno dei suoi peggiori fiaschi, con un’apertura di soli 6,8 milioni di dollari in 1825 sale. Per quanto riguarda il resto della classifica, a chiudere la Top 10 è un altro thriller, No Good Deed, con Idris Elba e Taraj P. Henson, che dopo quattro settimane taglia il traguardo dei 50 milioni di dollari. Alla soglia della Top 10 si affaccia invece Bang Bang, action-movie di produzione indiana che apre discretamente con 1,2 milioni di dollari in 271 sale.

Gli altri debutti, da Reese Witherspoon ad Adam Sandler

Fra le new-entry di questo week-end figura anche The Good Lie, dramma a sfondo sociale con protagonista Reese Witherspoon: l’esordio è a dir poco debole, con appena 935.000 dollari in 461 sale e una media di soli 2000 dollari. La Witherspoon, tuttavia, dovrebbe dimenticare presto questo flop grazie ad un altro film di imminente uscita, Wild, applauditissimo al Festival di Toronto e prossimo a riportarla in competizione per gli Oscar dopo quasi un decennio. Scorrendo la classifica, si possono rilevare risultati discreti per titoli partiti in limited release ma impegnati a conquistarsi la loro piccola fetta di pubblico: dopo un mese di programmazione, la commedia indie The Skeleton Twins arriva a 3,5 milioni di dollari, mentre raggiunge quota 2,2 milioni il film britannico My Old Lady, con il terzetto Kevin Kline / Kristin Scott Thomas / Maggie Smith; dopo sette settimane taglia il traguardo dei due milioni anche Love Is Strange, delicato dramma sentimentale con John Lithgow e Alfred Molina nei ruoli di una matura coppia gay. Infine, è da segnalare un altro debutto - purtroppo - piuttosto deludente sotto il profilo commeciale: quello di Men, Women & Children, film corale firmato da Jason Reitman e interpretato, fra gli altri, da Adam Sandler, Jennifer Garner e Rosemarie DeWitt: solo 48.000 dollari in 17 sale, un risultato lontanissimo dai grandi successi di Reitman, come Juno e Tra le nuvole.