Boston - Caccia all'uomo ed altre storie: i film di Mark Wahlberg da rivedere

Ora l'ex modello è al cinema con un film dalle grandi tematiche sociali, per l'occasione riscopriamo i suoi lavori più celebri.

speciale Boston - Caccia all'uomo ed altre storie: i film di Mark Wahlberg da rivedere
Articolo a cura di
Carlo Lanna Carlo Lanna Giornalista Pubblicista, laureato in Giurisprudenza con un'insana passione per le serie tv ed il cinema.

Essere ancora in forma a 46 anni non è una qualità che tutti gli attori hollywoodiani riescono a preservare. Mark Wahlberg invece riesce ancora a mantenere quel fascino da bad boy ed, al tempo stesso, la saggezza degli ‘anta', che lo rendono uno fra gli attori più sexy e sfacciati del cinema di oggi. Ex modello, ex rapper (sua era la canzone Good Vibrations che negli anni '90 ha spopolato), produttore esecutivo per alcune fra le serie più celebri della TV (come Entourage ed How to Make it in America), ed una carriera di film che continua a mietere consensi anche oggi. Dal 20 aprile infatti è in tutti i cinema ‘Boston - Caccia all'uomo', film diretto da Peter Berg, che racconta (seppur romanzando) i fatti che hanno sconvolto l'opinione pubblica dopo l'attacco terroristico che ha dilaniato il cuore di Boston nel 2013. Un thriller ad alta tensione che, nella sua convenzionalità, pare essere costruito sulle solide spalle del celebre attore americano. Il 2016 è stato un anno molto intenso per Mark Wahlberg, ma a quanto pare, anche il 2017 sarà un periodo molto fruttifero. Molti sono i lavori a cui ha preso parte; fra commedie, film d'azione ed action movie scanzonati, ecco una selezione delle cinque pellicole, più una, con Mark Wahlberg da rivedere.

5. Fear - Paura

Si è quasi perso il ricordo di questo film, molto spesso relegato nei circuiti dei ‘brividi d'estate', eppure Fear, distribuito nel 1996, rimane uno fra i lavori più riusciti del giovane Marky (nonostante la convenzionalità del lungometraggio). È un thriller teso, asfissiante e dal finale al cardiopalma quello diretto da James Foley. Mark Wahlberg è David, un ragazzo bello e dannato, che seduce una ragazza altrettanto bella e benestante; il giovane con molta facilità si insinua nella vita di Nicole, ma il ragazzo nasconde un temibile lato oscuro. Terzo film dunque per l'attore americano e primo ruolo da co-protagonista. Forse il visino da bello e dannato ed il fisico giovane e tonico hanno influito molto nel rendere Fear uno dei film più iconici di Mark Wahlberg, ma anche se la pellicola non è originale e non è esente da difetti, rimane un crogiolo di puro e semplice intrattenimento e, questa particolarità, può bastare a rendere tale il film. Fear fu nominato anche agli Mtv Movie Awards nella categoria ‘Best Villain'.

4. Il pianeta delle scimmie

Nel 2001 Mark Wahlberg fu diretto dal celebre Tim Burton nel controverso remake de Il pianeta delle scimmie. Questa rivisitazione del grande cult della fantascienza anni '60 fu un sostanziale flop al botteghino, insuccesso che costrinse le major sia a bloccare la realizzazione del sequel che a rimodellare l'intero franchise, ma rimane comunque un'altra ottima prova d'attore per l'ex modello ora quarantaseienne. Infatti Mark Wahlberg ha ricoperto lo stesso ruolo che in passato fu interpretato da Charlton Heston (anche se il nome del personaggio principale non è lo stesso). La trama ormai è altamente risaputa e decisamente conosciuta, ed anche se il film ripercorre le tappe fondamentali della pellicola che ha rivoluzionato la fantascienza, vince soprattutto per un'ottima release scenica dove a trionfare sono gli effetti in computer grafica. E quindi nonostante la presenza di Mark Whalberg, tutto il resto è noia.

3. Shooter

Dopo un breve periodo di assenza dagli schermi ed alcuni ruoli marginali, Mark Wahlberg torna al cinema da indiscusso protagonista in Shooter. Lo spy drama uscito nelle sale nel 2007 e diretto da Antoine Fuqua (format riadattato poi per una serie TV con Ryan Philippe), racconta la storia di Bob Lee Swageer, sergente capo dei Marines, caduto vittima di un intrigo governativo ai danni del presidente degli Stati Uniti. Anche se il film si perde in alcune lentezze che impediscono al lungometraggio di emergere in tutta la sua bellezza, Mark Wahlberg ha comunque la forza necessaria per fare la differenza. Tratteggia infatti un personaggio eclettico, misterioso, crudele ma giusto, un uomo che combatte per se stesso e la patria. E nonostante il suo fisico non era al top, la sua fulminante bellezza rimane del tutto inalterata.

2. Pain & Gain - muscoli e denaro

Diretto da Michael Bay, distribuito 2013, ed ispirato a fatti realmente accaduti, Mark Wahlberg era il protagonista di questa satira sociale sul mondo dei body builder. Sorriso beffardo, capello a spazzola, canotte striminzite, testosterone come se piovesse e fisico fuori dal normale. Al fianco di The Rock, così Mark Walhberg si presenta al grande pubblico nel film che rilancia ufficialmente la sua carriera d'attore nel competitivo panorama di oggi. Un lavoro molto complesso, un film che seppur è stato estremizzato in certi contenuti, risultando trash e surreale, è diventato comunque un buon biglietto da visita per l'attore bello e dannato di Hollywood. Nel cast spicca Anthony Mackie ed un'immortale colonna sonora che spolvera vecchie hit degli anni '90.

1. Ted

Anche la comicità è una caratteristica che sembra essere cucita sulle solide spalle di Mark Wahlberg. È del 2012 infatti la commedia sporcacciona e dissacrante diretta da Seth McFarlane, che alla luce di un buon successo di pubblico, ha avuto anche un sequel per nulla originale e divertente. Wahlberg era John Bennett, un ragazzo che, nonostante la maggiore età, non riusciva a separarsi dal suo orsacchiotto Ted, un pupazzo che sapeva parlare, mangiare e dire parolacce. Ma quando John incontra la bellissima Lori (Mila Kunis), il rapporto fra i due viene messo in crisi. Decisamente volgarotto e fuori dagli schemi, Ted fu una ventata di aria fresca per le commedie di formazione, resa tale non solo dall'irruenza dell'inanimato protagonista, ma anche dalla fisicità di Mark Whlaberg che, anche questa volta, si è rivelato essere un attore poliedrico e versatile. Brilla anche Mila Kunis.

Extra Classifica: Deepwater - Inferno sull'oceano

Al di fuori di questa top 5, era impossibile non menzionare il film di Peter Berg arrivato nelle sale lo scorso anno. Ispirato ad un fatto di cronaca realmente accaduto, Wahlberg era un vigile del fuoco coinvolto nell'esplosione in una piattaforma petrolifera, avvenimento che ha diviso l'opinione pubblica americana e non solo. Il film è forse uno fra i più belli a cui l'attore ha preso parte negli ultimi anni, ma soprattutto rimane uno dei più rappresentavi, per il modo in cui una tragedia di questa portata è stata raccontata sul grande schermo.

Che voto dai a: Boston - Caccia all'uomo

Media Voto Utenti
Voti totali: 5
7.2
nd