Baywatch: il film con The Rock e Alexandra Daddario promette sesso e risate

Ecco il nostro commento al primo trailer del film con Dwayne Johnson, Zac Efron e Alexandra Daddario. Un mix di commedia e azione.

speciale Baywatch: il film con The Rock e Alexandra Daddario promette sesso e risate
Articolo a cura di

Sono passati quindici anni dalla conclusione di Baywatch, la serie di culto che ha dominato i palinsesti televisivi per praticamente tutta la durata degli anni Novanta a suon di musica, scene al rallentatore e David Hasselhoff (con l'aiuto di Pamela Anderson dal 1992 al 1997). Il prossimo anno i bagnini più famosi del mondo torneranno in una versione aggiornata per il grande schermo, con la sicurezza della spiaggia affidata a Dwayne Johnson, Zac Efron e Alexandra Daddario, protagonisti di una pellicola scritta dal duo Damian Shannon - Mark Swift (Freddy vs. Jason) e diretta da Seth Gordon (Tutti insieme inevitabilmente e Identity Thief). Si prospettano dosi abbondanti di sensualità, azione e comicità, quest'ultima in chiave irriverente alla 21 Jump Street (difatti anche il film con The Rock sarà vietato ai minori negli Stati Uniti). Ecco cosa ci ha colpito maggiormente nel primo trailer, che vende piuttosto bene il film se siete alla ricerca di due ore di intrattenimento senza troppe pretese.

L'importanza del franchise

Sappiamo che Hasselhoff e Anderson appariranno nel film, ma per ora nel marketing non vi è traccia dei due volti iconici della serie televisiva. Ciononostante è evidente l'approccio autoreferenziale alla trasposizione cinematografica di Baywatch, con due momenti in particolare: il primo è all'inizio del trailer, quando il capitano Thorpe (Rob Huebel) dice a Mitch Buchannon (Johnson) "Spetta a noi rinvigorire il brand di Baywatch", una frase che non può non ricordare discussioni simili sulla natura di 21 Jump Street e 22 Jump Street come reboot/sequel di un cult catodico. Il secondo è l'obbligatoria corsa al rallentatore di uno dei personaggi femminili, con due osservatori (tra cui Alexandra Daddario) che affermano di avere l'impressione che lei stia correndo in slow motion. E a proposito di belle donne che diventano oggetto del desiderio...

"Stai guardando le mie tette?"

Il Baywatch originale è una delle migliori definizioni del concetto di guilty pleasure, e il trailer del film mette spudoratamente alla berlina una delle caratteristiche più note della serie: l'uso delle donne come strumento visivo per attirare l'attenzione del pubblico. E lo fa nel modo migliore, puntandola sul ridere quando Zac Efron viene inevitabilmente beccato, come tutti i maschi in una situazione simile, ad ammirare le due qualità più note di Alexandra Daddario (la quale, come ben sa chi ha visto Burying the Ex, è più che disposta a scherzare sul proprio fisico mozzafiato). Impagabile, quando lei suggerisce che lui dovrebbe guardarla in faccia, il commento di Efron: "Ci sto provando, ma è così vicina alle tue tette." Se altre gag non ancora viste saranno allo stesso livello, con lo stesso spirito dissacrante, ci sarà parecchio da ridere.

Conversazioni con le palle

Il trailer ribadisce il credit più importante di Seth Gordon per rendere l'idea su cosa aspettarsi da Baywatch: "Dal regista di Come ammazzare il capo... e vivere felici". Ed ecco che viene sottolineata la componente bromance tra Johnson ed Efron, che devono indagare su una morte sospetta e si ritrovano a dibattere sui consigli provenienti dalle rispettive gonadi. "Le mie palle dicono che dovremmo stare calmi", dice Efron in falsetto, inducendo Johnson a commentare "Perché le tue palle hanno la voce di bambine di tre anni?". La risposta: "Non lo so, è così che parlano e basta. Ma sono sagge." In altre parole, chi è cresciuto con l'originale forse faticherà a riconoscere del tutto quello che uscirà al cinema, ma è altrettanto vero che è difficile contraddire il nuovo Mitch quando questi dice "Benvenuti a Baywatch." Adesso non ci resta che aspettare qualche mese...

Quanto attendi: Baywatch

Media Hype Utenti
Voti Hype totali: 24
45%
nd