Speciale 22 Jump Street: la commedia ai tempi del college

Goliardate da college... su celluloide

Articolo a cura di
Marco Lucio Papaleo Marco Lucio Papaleo inizia a giocherellare sulle tastiere degli home computer nei primissimi anni '80. Da allora, la crossmedialità è la sua passione e sondarne tutti i suoi aspetti è la sua missione. Adora il dialogo costruttivo, vivisezionare le opere derivate e le buone storie. E' molto network e poco social, ma è immancabilmente su Google+.

Uno dei luoghi più significativi rappresentati nella settima arte è l’ambiente scolastico, soprattutto di origine americana, dal liceo al college, dove si consumano avventure, amori e situazioni esilaranti che scandiscono, da sempre, il ritmo della tipica commedia d’oltreoceano. Come in 22 Jump Street, la pellicola diretta da Phil Lord e Christopher Miller e interpretata da Jonah Hill e Channing Tatum, che dal 12 novembre sarà disponibile in Home Video, nel formato DVD e Blu-Ray con numerosi e divertenti contenuti speciali, distribuita dalla Universal Pictures Italia. I due poliziotti agli antipodi, già protagonisti di 21 Jump Street, adattamento cinematografico della omonima serie tv anni ottanta, saranno “costretti” a frequentare un college, sotto copertura, per indagare sui movimenti criminali di una confraternita studentesca e allo stesso tempo si misureranno con le proprie ambizioni, rischiando di compromettere la loro amicizia. In occasione dell’uscita in Home Video del film compiamo un breve excursus tra le pellicole del passato ambientate nei college americani e iniziamo da un classico come Animal House, film diretto nel 1978 da John Landis.

Animal House

Animal House rinuncia parzialmente all’ambientazione scolastica per addentrarsi in una tipica confraternita americana, dove il cameratismo tra gli studenti è forte e si respira aria di ribellione contro la società, le istituzioni e le convenzioni sociali. Dimenticando le regole del politically correct, Animal House, pur risultando una commedia a tutti gli effetti, sembra volersi ergere a specchio della società americana, o almeno di una porzione di essa, quella prettamente giovanile. Nel film si consuma lo scontro tra due confraternite agli antipodi: la Delta, guidata dal leader Bluto, interpretato da un irresistibile John Belushi, ribelli e inclini soprattutto all’alcol, alle feste e alle donne, e gli Omega, studenti dagli ottimi voti e dal comportamento impeccabile, pupilli del rettore. Rivalutato dalla critica soprattutto in età moderna, Animal House mostra, anche con degli eccessi, due facce di una stessa medaglia che parla di disagio giovanile, di voglia di riscatto e di mancato rispetto delle regole che, ormai consolidate, sembrano necessarie per la realizzazione individuale e una corretta integrazione nella comunità.

Breakfast Club

A volte il seme della rivolta viene covato già negli anni del liceo, o nelle equivalenti high school statunitensi, anch’esse protagoniste all’interno di diverse pellicole, tra cui la più celebre è probabilmente Breakfast Club, film girato nel 1985 da John Hughes e interpretato, tra gli altri, da Emilio Estevez. Rispetto ad Animal House, qui è dato ampio respiro a tematiche più importanti, come il rapporto con i propri genitori, i preconcetti, come quelli del preside della scuola verso i ragazzi, l’alcolismo, la violenza domestica, la capacità di relazionarsi con l’altro e rappresenta, seppur vagamente e circoscritto all’esperienza cinematografica, una sorta di esperimento sociale sulle dinamiche di gruppo. La pellicola vede protagonisti cinque alunni di una high school che, in seguito a varie punizioni, sono costretti a trascorrere l’intero sabato pomeriggio all’interno della biblioteca della scuola. Sarà l’occasione per uno sfogo volontario di gruppo, lontano dalle solo apparentemente rassicuranti mura domestiche. Breakfast Club rappresenta una svolta nel filone delle commedie americane scolastiche, riuscendo a proporre dei personaggi tormentati e rifiutando una tipica ma scontata ambientazione festaiola.

Election

Una ulteriore rappresentazione del mondo delle high school americane è stata proposta da Alexander Payne, che nel 1999 realizzò la black comedy Election, ambientandola all’interno di una scuola della provincia americana, rappresentata nel periodo più “caldo” dell’anno, quello in cui si sceglie il rappresentante degli studenti. Interpreti della pellicola sono un brillante Matthew Broderick, qui nei panni di un professore premiato per ben tre anni con il titolo di insegnante dell’anno e una giovane e accattivante Reese Witherspoon, candidata alle elezioni e sfidante di Paul, idolo locale e campione di football, sostenuto durante la campagna elettorale proprio dal professore, ansioso di vederlo trionfare proprio a discapito della giovane studentessa. Tra i due sfidanti si inserisce una terza candidata, la sorella di Paul, una omosessuale che vuole vendicarsi del fratello, reo di averle rubato, seppur involontariamente, la fidanzata. I protagonisti di questa straordinaria storia vengono mostrati sotto due diversi punti di vista: il loro, strettamente personale e basato sui propri racconti, e quello delle immagini, mostrate al pubblico che può notare come la realtà stessa raccontata dai diversi personaggi non coincida con quella reale, che arriva, infine, al cuore dello spettatore facendo emergere la vanità, l’arrivismo e l’arroganza dei narratori stessi.

American Pie

Si respira un’aria molto più leggera in American Pie, la fortunata saga cinematografica americana nata nel 1999 dalla penna di Adam Herz e diretta dai fratelli Weitz. Una delle commedie di maggior successo degli ultimi anni, divenuta in seguito una vera e propria saga, dove vengono raccontate le avventure dell’imbranato Jim, lo snob Paul, il timido Chris il fidanzato innamorato Kevin e il bullo Steve che, arrogantemente, non fa mistero delle sue precedenti conquiste e si diverte a dileggiare il gruppo. I protagonisti di American Pie sono eterogenei, ma legati da un obiettivo comune e sono rappresentati in una fase delicata della crescita, dove l’accettazione da parte dell’altro e la conquista femminile, unite al raggiungimento di una certa popolarità tra le mura scolastiche, sembrano essere obiettivi fondamentali. Nei successivi capitoli della saga, tra litigate, matrimoni e simpatiche rimpatriate, scopriamo come alla base del gruppo di American Pie l’amicizia abbia acquisito nel tempo un valore fondamentale, confermandosi come un bene prezioso e irrinunciabile e grazie alla quale le paure, le ansie e le inquietudini di un gruppo di ragazzi possono diventare degli ostacoli sormontabili. Pur rischiando di sfociare nel demenziale, regalando anche volgarità assortite e nudità gratuite, American Pie ha avuto il merito di rinvigorire e riportare in auge la commedia americana collegiale.

Napoleon Dynamite

Napoleon Dynamite è un'esplosiva commedia diretta da Jared Hess e premiata come Miglior film agli Mtv Movie Awards e divenuta, in breve tempo, un’opera di culto, soprattutto negli Stati Uniti. Il film è ambientato in una cittadina dell’Idaho, dove vive un ragazzo dall’aspetto curioso, con la testa riccioluta e degli spessissimi occhiali, dal fisico esile e piuttosto goffo. Lui è Napoleon, un giovane emarginato, schernito dai suoi stessi compagni di scuola, vittima di crudeli scherzi, ma in seguito capace di riscattarsi, riuscendo a far eleggere il suo più caro amico, il messicano Pedro, come rappresentante degli studenti. Una storia dal sapore classico, dove il nerd ottiene improvvisamente visibilità sociale in uno schema già sfruttato dal cinema che qui trae forza, però, dalle gag irresistibili e da una ingegnosa caratterizzazione dei personaggi, da Napoleon stesso, allo zio del ragazzo, un improbabile venditore porta a porta, fino al fratello del protagonista, ossessionato dalle chat line e con una vera e propria passione per la lotta, nonostante una corporatura ben poco sportiva. Dopotutto, il cinema è magia e anche i sogni più reconditi possono realizzarsi. Sogni che, spesso, nascono e si realizzano proprio tra i banchi di scuola.

22 Jump Street

La coppia formata da Jonah Hill e Channing Tatum torna in azione nel movimentato 22 Jump Street, disponibile in DVD e Blu-ray da oggi, 12 Novembre, distribuito da Universal Pictures Italia. L’action comedy da oltre 314 milioni di dollari in tutto il mondo torna con le sue due star e tanti altri attori fantastici come Ice Cub, nel suo consueto ruolo del capitano Dickson, Peter Stormare (The Last Stand), Wyatt Russell (Cowboys & Aliens) ed Amber Stevens (Greek). Gli agenti Schmidt (Jonah Hill) e Jenko (Channing Tatum) sono sopravvissuti al liceo (ben due volte), e adesso il futuro ha in serbo per loro dei grossi cambiamenti quando si iscrivono, sotto copertura, ad una università locale. Nel momento in cui Jenko trova un amico nella squadra di football e Schmidt s’infiltra tra gli studenti d’arte, i due agenti iniziano a mettere in dubbio la loro collaborazione da partner. Ora non basterà più risolvere il caso - i due dovranno capire se sono in grado di avere un rapporto maturo. Entrambe le versioni home video, DVD e Blu-ray, saranno arricchite da diversi contenuti speciali tra cui cinque scene eliminate, il commento dei registi Phil Lord e Christopher Miller, di Hill e Tatum ed alcune variante delle battute più esilaranti del film. Inoltre nel contenuto “Una coppia di Registi Perfetta” potrete gustarvi la visione creativa dei due registi ed il loro rapporto con Hill e Tatum. Nella versione Blu-ray invece troverete numerosi altri contenuti speciali tra cui 17 ulteriori scene eliminate ed estese, sei nuovissimi featurettes, quattro altre varianti delle battute, un montaggio degli scherzi tagliati dal film e due video virali, “La partita di football con Zook e McQuaid” e “La spaccata di Jenko”.

Che voto dai a: 22 Jump Street

Media Voto Utenti
Voti totali: 5
6.8
nd