Rubrica Box Office USA 10 - 12 luglio 2015

Minions sfonda il tetto dei 115 milioni di dollari sul mercato statunitense e si prenota un posto tra i migliori incassi del 2015.

rubrica Box Office USA 10 - 12 luglio 2015
Articolo a cura di

Minions da record! Il film d'animazione diretto da Pete Docter, con protagoniste le vivaci creature gialle già viste in Cattivissimo me (fra i doppiatori della versione originale, Sandra Bullock, Michael Keaton e Jon Hamm), ha registrato un'apertura spettacolare al box-office statunitense: 115,7 milioni di dollari in 4300 cinema, per una media stratosferica di quasi 27.000 dollari a sala. Minions, oltre ad aver superato il debutto di Inside Out (90 milioni), ha segnato il miglior esordio di sempre per una pellicola d'animazione, dopo il record di Shrek Terzo nel 2007, con ben 121,6 milioni di dollari. Sul mercato mondiale, Minions ha oltrepassato addirittura il traguardo dei 400 milioni dopo appena un week-end; per la Universal Pictures, che sta vivendo un'annata davvero da incorniciare, si tratta dell'ennesimo trionfo commerciale del 2015 dopo gli strepitosi risultati già riportati a livello mondiale da Fast & Furious 7 (1511 milioni), Jurassic World (1468 milioni), 50 sfumature di grigio (569 milioni) e Pitch Perfect 2 (280 milioni).

JURASSIC WORLD SFIORA I 600 MILIONI

E giusto a proposito di Jurassic World, questo week-end il blockbuster con Chris Pratt rimane stabile al secondo posto in classifica, con 18,1 milioni di dollari in 3400 sale (media di poco superiore ai 5000 dollari a sala) e un lauto totale di 590 milioni di dollari in Nord America nelle prime cinque settimane. Ottima tenuta pure per il fenomeno Inside Out, che cala solo del 40% incassando 17,6 milioni di dollari in oltre 3600 cinema, con una media di quasi 5000 dollari a sala; il totale per l'ultimo capolavoro targato Pixar è di 284 milioni negli USA e di 436 milioni a livello globale. Il deludente Terminator Genisys, sorta di remake ‘alternativo' con uno stagionato Arnold Schwarzenegger, perde la metà degli incassi rispetto al debutto, scendendo al quarto posto in classifica con 13,8 milioni di dollari in quasi 3800 cinema, per una media di 3600 dollari a sala; il totale finora è di poco meno di 69 milioni di dollari, di gran lunga inferiore alle attese della Paramount. Terminator Genisys può contare in compenso sul mercato mondiale, dove il bottino è già arrivato a quota 224 milioni di dollari (lontani, comunque, dai 371 milioni di Terminator Salvation).

OTTIMA TENUTA PER MAGIC MIKE, DISASTRO PER RYAN REYNOLDS

Al quinto posto, apertura debole per The Gallows di Travis Cluff e Chris Lofing, ennesimo horror found footage: appena 9,8 milioni di dollari in 2700 sale, con una media di soli 3600 dollari a sala. Dopo un esordio inaspettatamente debole, Magic Mike XXL sembra godere invece di un ottimo passaparola: nel suo secondo week-end il film con Channing Tatum perde appena il 25%, incassando altri 9,5 milioni di dollari al sesto posto, per un totale di 48 milioni in Nord America (lontanissimi, comunque, i numeri del primo Magic Mike). Segue al settimo posto un altro sequel da underperformance, Ted 2, con 5,6 milioni di dollari (71 milioni di totale), mentre all'ottavo posto si consuma il fiasco clamoroso del nuovo film di Ryan Reynolds: il thriller di fantascienza Self/less, diretto da Tarsem Singh, dopo essere stato stroncato dalla critica incassa soltanto 5,3 milioni di dollari in oltre 2500 cinema, con una media inferiore ai 2300 dollari a sala. Un disastro per l'attore canadese, che l'anno prossimo tenterà di rilanciare la sua carriera con il cinecomic Deadpool. Bollywood festeggia invece al nono posto, con la commedia Baahubali - The Beginning che incassa ben 3,5 milioni di dollari in soli 236 cinema, con un'eccezionale media di 15.000 dollari a sala.

BOOM PER AMY, FRA LE NEW-ENTRY VINCE TANGERINE

Dopo l'eccellente apertura della settimana scorsa, questo week-end Amy si espande in 341 cinema, riportando 1,8 milioni di dollari al dodicesimo posto, con un'ottima media di oltre 5000 dollari a sala; il documentario sulla cantante Amy Winehouse si sta rivelando una delle sorprese della stagione estiva al box-office, mentre il documentario sul narcotraffico Cartel Land di Matthew Heineman incassa 99.000 dollari in 20 cinema, con una media di 5000 dollari a sala. Non sfondano invece Testament of Youth con Kit Harington, con 177.000 dollari in 91 cinema e un totale di appena 1,1 milioni, né Jimmy's Hall di Ken Loach, con 39.000 dollari in 11 cinema. Fra le new-entry, da segnalare il film d'esordio del regista cinese He Jiong, Forever Young, con 70.000 dollari in 14 cinema, ma soprattutto due titoli del cinema indipendente a tematica omosessuale, entrambi molto apprezzati dalla critica: Tangerine di Sean S. Baker, una commedia su una coppia di amiche transgender, incassa 60.000 dollari in quattro cinema, con una solida media di 15.000 dollari a sala, mentre il documentario Do I Sound Gay? di David Thorpe registra 11.000 dollari in un cinema.