Rubrica Box Office Italia 25 - 28 giugno 2015

Arriva Ted 2 anche sugli schermi italiani e, giustamente, l'orsetto più politicamente scorretto di sempre conquista il cuore degli spettatori... e la prima posizione, seguito dal campione d'incassi Jurassic Park.

rubrica Box Office Italia 25 - 28 giugno 2015
Articolo a cura di

Se negli Stati Uniti ha dovuto accontentarsi del terzo posto in classifica, con un debutto di gran lunga inferiore alle previsioni, in Italia Ted 2 riesce invece a conquistare la vetta del box-office nei giorni compresi fra il 25 e il 28 giugno; pure in questo caso, tuttavia, i risultati sono stati nettamente inferiori alle speranze di Universal. Nel suo primo week-end, infatti, la commedia con Mark Wahlberg ha incassato 1.292.000 euro nel nostro paese, appena la metà rispetto all'esordio del precedente Ted, che nel 2012 aveva aperto con due milioni e mezzo di euro per poi raggiungere un totale di 11 milioni. Distribuito in 560 sale in tutta Italia, Ted 2 ha registrato una media di 2307 euro per sala; a penalizzare il film potrebbero essere stati anche l'inizio della stagione estive e le prime partenze per le mete vacanziere. Crollo verticale (addirittura il 60% degli incassi in meno) pure per Jurassic World, che scende al secondo posto con 1.036.000 euro in 589 cinema (media di 1760 euro per sala) e un totale di 12 milioni, non certo in linea con le cifre da record dai mercati internazionali.

ESORDIO DISCRETO PER RUTH & ALEX, SCHWARZY E JACKSON DA FLOP

In calo del 53%, dopo il fiacco debutto della settimana scorsa, la commedia Torno indietro e cambio vita: il film con Raoul Bova e Ricky Memphis scende al terzo posto con 248.000 euro, una bassissima media per sala e un totale di 964.000 euro, una sostanziale delusione per Carlo Vanzina e 01 Distribution. In un panorama caratterizzato da medie per sala piuttosto basse, ad approfittarne è Videa che piazza al quarto posto il delicato film sentimentale Ruth & Alex: interpretato dai veterani Diane Keaton e Morgan Freeman, Ruth & Alex registra 193.000 euro in 187 sale (media di 1035 euro per sala). L'horror Unfriended scende al quinto posto con 179.000 euro (totale di 864.000 euro in due settimane), mentre si rivela un flop - come previsto - il nuovo film con Arnold Schwarzenegger, Contagious, new-entry al sesto posto con 153.000 euro in 160 cinema e una media di soli 958 euro per sala. Va decisamente peggio a Eagle Pictures, che vede l'action-movie Big Game - Caccia al Presidente, con Samuel L. Jackson, floppare all'ottavo posto con 118.000 euro in 179 cinema e una media disastrosa di 662 euro per sala.

IL DOCUMENTARIO GOING CLEAR FRA LE NEW-ENTRY DELLA SETTIMANA

Appena al di fuori di una Top 10 senza altre novità, due pellicole targate BIM Distribuzione: La regola del gioco con Jeremy Renner precipita dal quinto all'undicesimo posto, con 34.000 euro (un calo mostruoso del 75%) e 221.000 euro di totale, ma in compenso la commedia È arrivata mia figlia! risale al dodicesimo posto, incassando altri 21.000 euro per un totale di 328.000 euro in un mese di programmazione. Teneramente folle con Mark Ruffalo incassa altri 20.000 euro al tredicesimo posto, arrivando a quota 104.000 euro, mentre al quattordicesimo posto segnaliamo l'interessante debutto di Going Clear - Scientology e la prigione della fede: il controverso documentario firmato da Alex Gibney apre infatti con 17.000 euro in 15 cinema. Al sedicesimo posto ricompare invece la commedia Fino a qui tutto bene, che dopo quindici settimane di programmazione è arrivata alla cifra di 240.000 euro, mentre Fuga in tacchi a spillo non regge alla concorrenza a precipita al diciassettesimo posto con soli 12.000 euro. Infine si accinge a lasciare la Top 20, dopo undici settimane in classifica, Mia madre di Nanni Moretti, arrivato all'apprezzabile cifra di 3,5 milioni di euro, con 500.000 spettatori.