Rubrica Box Office Italia 16 - 19 aprile 2015

Fast & Furious 7 si conferma, per la terza settimana di fila, indiscusso testa di serie per il box office, andando a piazzarsi tranquillamente al terzo posto degli incassi stagionali nel nostro Paese con ben 17 milioni di euro incassati

rubrica Box Office Italia 16 - 19 aprile 2015
Articolo a cura di

In un week-end contrassegnato dall'ennesimo calo negli incassi del botteghino, sintomo di una stagione primaverile che spesso non si rivela troppo favorevole per distributori ed esercenti, a mantenere il primo posto in classifica è Fast & Furious 7. Fenomeno clamoroso, in grado di superare il miliardo di dollari d'incasso a livello mondiale nell'arco di neppure tre settimane, Fast & Furious 7 registra 1.468.000 euro (un calo addirittura del 58% rispetto allo scorso week-end) in 609 cinema, con una media di 2410 euro per sala; la cifra complessiva, al momento, è di 16,9 milioni di euro, e non è da escludere che la pellicola di James Wan possa toccare il traguardo dei 20 milioni. Apertura al secondo posto, con 1.110.000 euro su 416 schermi, per Mia madre, ritorno al cinema del grande Nanni Moretti, accanto a Margherita Buy e John Turturro, a ben quattro anni di distanza dal precedente Habemus Papam. L'apprezzato film di Moretti, che sarà in concorso al prossimo Festival di Cannes, segna una media di 2670 euro per sala, ma potrebbe beneficiare del passaparola positivo; l'esordio è inferiore a quello di Habemus Papam, che nel 2011 aveva raggiunto un totale di 5,8 milioni di euro.

BLACK SEA DEBUTTA AL TERZO POSTO

Eccellente tenuta per la commedia Se Dio vuole, che perde appena il 16% rispetto agli incassi dell'esordio e scende al terzo posto con 884.000 euro in 476 sale, con una media di 1857 euro per sala; al momento il totale, per il film con Marco Giallini e Alessandro Gassmann, è di 2,2 milioni di euro. Debutto modesto al quarto posto per Black Sea, il thriller claustrofobico di Kevin Macdonald con protagonista Jude Law nel ruolo del comandante di un sottomarino: 535.000 euro in 284 cinema, con una media appena discreta di 1884 euro per sala. Al quinto posto troviamo invece il film di fantascienza Humandroid, che scende a 350.000 euro (il 30% in meno dell'esordio) per un totale di poco inferiore al milione di euro, nonostante le 240 sale a disposizione. In salita dal settimo al sesto posto Home - A casa, pellicola che gode dell'effetto del passaparola e continua a riscuotere buoni incassi: 239.000 euro, quasi quanto il week-end scorso, per un totale di 2,6 milioni, a dispetto di una partenza alquanto deludente (cifre ben più alte provengono invece dai mercati esteri).

LA FAMIGLIA BELIER SUPERA IL PICCOLO NICOLAS

Scorrendo il resto della Top 10, in discesa il musical Into the Woods, che dopo tre settimane sfiora i due milioni di euro, e la commedia La famiglia Bélier, che dopo un mese raggiunge quota 2,3 milioni e supera l'altro film francese distribuito da BIM a partire da questo week-end: Le vacanze del piccolo Nicolas, new-entry al nono posto con 188.000 euro in 150 cinema (una media di soli 1258 euro per sala). Quasi nulla da segnalare nel resto della classifica, con L'ultimo lupo che, dopo un mese, scende al decimo posto con un totale prossimo ai tre milioni, La scelta di Michele Placido che oltrepassa faticosamente la soglia del milione e Latin Lover di Cristina Comencini arrivato a due milioni dopo cinque settimane. Tre milioni di euro in cinque settimane per Insurgent, che conferma le difficoltà della saga di Divergent nel reggere il confronto con Hunger Games, ed infine flop senza appello per la commedia italiana Uno, anzi due, con Maurizio Battista: un'apertura al diciottesimo posto, con appena 95.000 euro in ben 205 sale e una media irrisoria di 463 euro per sala.