FEFF 14

Recensione The Viral Factor

Dante Lam si conferma nuovamente un maestro dell'action movie

Articolo a cura di

Dopo averci regalato due degli action thriller più interessanti degli ultimi anni, The Beast Stalker e Fire of Conscience, il regista Dante Lam si cimenta ora con un vero e proprio kolossal d'azione, ambientato tra la Giordania, la Cina e la Malesia, con un cast di grandi nomi (oltre alla coppia di star protagoniste, Jay Chou e Nicholas Tse, vi sono comprimari di tutto rispetto, volti noti come Andy Oh e Bai Bing tra i tanti) e un alto tasso di spettacolarità, che a dispetto di una trama "orizzontale", riesce a svolgere il suo compito di esaltante intrattenimento per un paio d'ore.

Ciak...azione!

The Viral Factor è una corsa folle e furiosa di pallottole, inseguimenti e topoi classici del genere a tratti entusiasmante, tanto da riuscire a far dimenticare diversi buchi e forzature in fase di sceneggiatura. A dispetto infatti di una narrazione incostante, e di un finale prevedibile già dalla prima mezzora, Dante Lam riesce a trascinarci grazie a una regia forsennata e roboante, con alcune delle scene d'azione più coinvolgenti degli ultimi tempi. Tra rocambolesche fughe automobilistiche, sparatorie coreografate alla perfezione e avvincenti scontri corpo a corpo, il film non lascia un attimo di tregua allo spettatore, proponendo certamente alcuni cliché classici del genere, ma riuscendo a ibridarli nel migliore dei modi alla componente ludica e travolgendo con la sua ondata di adrenalina e sentimento. Due fratelli, separati sin dall'infanzia, si ritrovano dopo vent'anni a combattere su sponde opposte: Jon (Jay Chou) è un agente delle forze speciali che ha la scopo di recuperare un prezioso virus, Yeung (Nicholas Tse) è un abilissimo ladro che vive col padre e la figlia piccola. Gli eventi li ricongiungeranno, con lo scopo sia di evitare la diffusione del morbo, sia di salvare la vita della bambina, rapita da un ex collega di Jon, traditore vendutosi alla causa del miglior offerente. Una miriade di trame e sottotrame che, dopo un iniziale spaesamento, riesce a dipanarsi egregiamente, con l'unica mancanza, escluso il personaggio di Yeung, di una caratterizzazione a più colori dei personaggi. Infatti, i buoni sono troppo buoni, e i cattivi troppo cattivi, niente a che vedere con la caratterizzazione a più facce dei precedenti film del regista. Ma tolto questo, The Viral Factor vive di inquadrature suggestive, rocambolesche ma mai gratuite, impiegando un gran numero di mezzi e di comparse, con un gusto per l'azione che rendono l'autore uno dei maestri odierni dell'action movie.

The Viral Factor Esaltante e avvincente, nonostante una sceneggiatura a tratti prevedibile, The Viral Factor è un nuovo classico dell'action movie firmato Dante Lam. La coppia di protagonisti, il Jay Chou di Green Hornet e il feticcio di Lam, l'intenso Nicholas Tse, sono due fratelli che lottano per la salvezza di una bambina e forse per il mondo intero. Una storia che, pur non disdegnando lievi note melò, non va troppo per il sottile regalandoci due ore di azione pura e spettacolare.

7.5

Quanto attendi: The Viral Factor

Media Hype Utenti
Voti Hype totali: 2
72%
nd