Recensione The art of Brave

Un libro ci apre le porte del magico mondo di Ribelle - The Brave

recensione The art of Brave
Articolo a cura di

Negli ultimi anni la concezione che la società ha del mondo dell’animazione è mutata notevolmente. Se prima si pensava si trattasse di puro intrattenimento destinato a un pubblico infantile, colorato e giocoso, pian piano si è giunti alla consapevolezza che, in ormai la maggior parte dei casi, si tratta di vera e propria arte, nata dalla fantasia e dal duro lavoro di un gruppo di persone appassionate e talentuose. Eppure, una volta che ci si trova davanti a progetto terminato, seduti in quella sala cinematografica buia travolti dai riflessi della proiezione, pensare a tutti gli anni di lavoro che si celano dietro ogni inquadratura è davvero difficile. Certo, è anche giusto che ogni spettatore si goda il momento e la performance cinematografica per quello che è, un continuum artistico narrativo costruito per intrattenere, una macchina dei sogni, come molti l’anno definita nel corso del tempo. Ciò non toglie che dietro ogni magia si nasconda una mole di lavoro immensa, affascinante quasi quanto il risultato finale, ricca di sfumature, intuizioni ed esperienza. È questo quello che cerca di raccontare The Art of Brave, il compendio edito da Chronicle Books che racconta tutto quello si nasconde dietro il tredicesimo progetto Pixar.

Inseguendo il proprio destino

Il libro si presenta come un vero e proprio manuale d'istruzioni per intraprendere un viaggio all'interno del dietro le quinte di Ribelle - The Brave e, come in ogni avventura che si rispetti, parte con il discorso d'incoraggiamento del capitano John Lasseter che spiega, in pochissime ma esaustive parole, come mai questo progetto è tanto importante nella storia Pixar.
Le circa 160 pagine patinate si dividono poi in due grandi sezioni. La prima, intitolata Gathering The Clan, descrive alla perfezione tutto ciò che succede negli Studios prima che l'animazione vera e propria del film abbia inizio. Brenda Chapman racconta così come le è venuta in mente l'idea del soggetto e il modo in cui questa è stata presentata e recepita da tutti i suoi futuri collaboratori. Racconti, testimonianze, fotografie ma soprattutto tavole (matite, acrilici, digitali... ogni artista Pixar è libero di esprimersi attraverso il mezzo artistico a lui più congeniale), piccoli capolavori che emozionano al primo sguardo. Curioso vedere come protagonista e ambientazioni, seppur ben definite sin dall'inizio, siano cambiate man mano che la produzione andava avanti. La stessa Merida, in alcuni degli schizzi preparatori, appare più innocente e meno ribelle della sua controparte definitiva. Le illustrazioni si accompagnano alle parole degli artisti che ci hanno lavorato e che sono stati ammaliati dal mondo di Ribelle - The Brave, tanto da non poter resistere alla tentazione di abbozzare qualcosa di questa storia subito dopo averla ascoltata. Visivamente bello, un vero raccoglitore di esemplari unici, che però dona nuova luce anche a tutto il lavoro preparatorio che si nasconde dietro un film. Ambientare la storia in Scozia? Certo, perché no, tutti sono a conoscenza del suo magico potere evocativo... ma ciò non basta. Se sei un artista Pixar parti per la Scozia stessa e cominci a studiarne lo stile di vita, i riflessi della luce sul muschio, la consistenza della nebbia, il mutare del cielo durante i giorni, i vari castelli, e fotografi tutto, non solo in digitale (o pellicola) ma anche imprimendo su carta immagini e sensazioni che diverranno fondamentali durante l'effettivo lavoro di animazione. Un impegno e una dedizione totali, destinati a trasformarsi poi in risultati tecnici impressionanti. Un approccio che poi è stato utilizzato per ogni frammento del film, come è illustrato dai vari capitoli dedicati ai personaggi principali, pieni zeppi di disegni preparatori, studi di costume ed espressione, modelli plastici illuminati per studiarne luci e ombre.

Modellare un’idea

La magia Pixar è frutto di un incantesimo ricco di ingredienti che si mescolano alla perfezione nel momento in cui si comincia ad animare il film. Il processo viene descritto, per quanto lo si possa fare su carta, nella seconda sezione Stalking The Bear. Per tutti gli appassionati di animazione queste ultime pagine sono un vero tesoro: contengono infatti le riproduzioni di tutto quello che normalmente trovereste nel vostro ufficio se foste degli animatori Pixar. Tantissimi gli storyboard presenti, realizzati da diversi artisti, che raccontano per immagini la storia del film. Bellissimo il modo in cui ognuno di loro sia caratterizzato da un'espressività artistica ben delineata, volta a esprimere un concetto più che una perizia tecnica. E così spesso ci si trova davanti a storyboard dove tutto quello che si nota sono i folti capelli di Merida, o a complesse sequenze in bianco e nero dove vengono messe in mostra le capacità espressive dei volti dei personaggi o le veloci dinamiche che ne dettano le azioni. Impressionante vedersi scorrere tra le dita l'intera storia di Ribelle - The Brave, raccontata come gli animatori l'hanno ascoltata per la prima volta, senza trucchi cinematografici, pura e semplice. Uno stupore interiore che viene ulteriormente alimentato dai Color Script di Steve Pilcher, Noah Klocek, Huy Nguyen e Armand Baltazar, che si illuminano di riflessi e bagliori, conferendo un nuovo impatto emotivo alle immagini stampate.
L'ultimo capitolo di questa sezione è dedicato agli elementi. Quando parlate con qualcuno della Scozia, questo non può fare a meno di raccontarvi come tutto sia tangibile e vivo: dalla nebbia al muschio, dalla luce ai suoi prati. Una sensazione tattile e visiva tipica del luogo che non poteva di certo essere tralasciata dagli animatori Pixar, che proprio allo studio e alla realizzazione di questi elementi hanno dedicato molto del loro lavoro. Vediamo così come si invecchiano le pietre, si usurano gli oggetti, si riempiono di storia le mura del castello, grazie a texture e giochi di luce frutto di un approfondito studio.

Ribelle - The Brave The Art of Brave non potrà mancare nella collezione di tutti gli appassionati di animazione, digitale e non, che attraverso il complesso processo di lavorazione Pixar si innamoreranno ancora di più di tutto quello che si nasconde dietro questi film. Affascinante, interessante, unico... il modo più veloce e intuitivo per nascondersi dentro i meandri della storia di Merida e lasciarsi trasportare, ancora una volta, nel traslucido mondo di Ribelle - The Brave.

Che voto dai a: Ribelle - The Brave

Media Voto Utenti
Voti totali: 30
7.1
nd