Recensione Sherlock Holmes: Gioco di Ombre

Imperdibile la versione blu-ray del secondo capitolo delle avventure di Sherlock Holmes/Robert Downey Jr.

recensione Sherlock Holmes: Gioco di Ombre
Articolo a cura di
Marco Lucio Papaleo Marco Lucio Papaleo inizia a giocherellare sulle tastiere degli home computer nei primissimi anni '80. Da allora, la crossmedialità è la sua passione e sondarne tutti i suoi aspetti è la sua missione. Adora il dialogo costruttivo, vivisezionare le opere derivate e le buone storie. E' molto network e poco social, ma è immancabilmente su Google+.

Nel primo episodio della serie Sherlock Holmes (Robert Downey Jr.) e il dottor John Watson (Jude Law) hanno posto un freno alle sconsiderate manie di grandezza di Lord Blackwood, senza sapere che un nemico ancora più potente e astuto si celava fra le fila dell'alta borghesia inglese: il professor James Moriarty (Jared Harris), che già tirava i fili di un'ampia cospirazione durante le loro indagini su Blackwood anche tramite l'ausilio della bella spia Irene (Rachel McAdams). Moriarty, campione di pugilato ai tempi del college, professore benemerito e mente geniale, sotto alla sua rispettabilissima facciata di uomo di scienze nasconde insane e pericolose megalomanie, che lo vogliono protagonista di una scalata agli armamenti senza pari che lo porrebbe tra gli uomini più ricchi e potenti d'Europa, se non del mondo. Sherlock e il suo inseparabile amico John (fresco di matrimonio con la bella Mary -Kelly Reilly-), con l'aiuto del fratello di Sherlock (l'affidabile quanto bizzarro Mycroft, interpretato da Stephen Fry) e la selvaggia Sim (Noomi Rapace) partono per un viaggio attraverso l'Europa, alla ricerca della soluzione di un intrigo che sembra al di sopra di ogni sospetto...

Prendere due attori popolari (ma che poco o nulla hanno in comune) come Robert Downey Jr. e Jude Law e calarli negli ottocenteschi - e oramai 'standardizzati' - panni di Sherlock Holmes e John Watson, apparentemente assai distanti nel look e nello stile dai due noti attori, poteva sembrare assai azzardato all'epoca del primo film diretto da Guy Ritchie e tratto dagli immortali racconti di Sir Arthur Conan Doyle, eppure ora come ora questa nuova visione ha preso piede con un successo assolutamente notevole. E non a torto: l'alchimia fra gli attori, la rivisitazione fresca e intelligente dell'opera originale e il caratteristico tocco del regista inglese sono una ricetta esplosiva che, siamo sicuri, daranno nuovi, gustosissimi frutti anche in futuro.
L'edizione Home Video di Gioco di Ombre era molto attesa, e ripaga i fan con grande generosità. Abbiamo avuto modo di testare fino al midollo l'edizione Blu-Ray+DVD+Copia Digitale e possiamo affermare che si tratta, sicuramente, di uno dei migliori Blu-Ray in catalogo per Warner Home Video.
Spettacolare, difatti, la resa audio/video del supporto, che restituisce e mai tradisce le variegate atmosfere della fotografia di Philippe Rousselot, con colori sempre pieni e definiti e zero incertezze anche nelle scene più scure e/o concitate. Anche l'audio, seppure limitato al 'semplice' 5.1 (HD nella traccia inglese) svolge egregiamente e con profondità il suo dovere.

Eccellente il comparto extra, che abbina ad una grande serie di featurette di backstage (corte ma succose) diverse possibilità collaterali che prolungano oltremodo il piacere e l'interesse nella visione. Parliamo, naturalmente, della connessione al sistema BD Live, del fantastico Maximun Movie Mode e della Movie App.
La prima già la conosciamo, dunque passiamo al MMM, commento picture in picture del film da parte dei protagonisti. E se il primo episodio vantava l'accompagnamento del regista, qui abbiamo, per la gioia di tutto il pubblico, lo stesso Robert Downey Jr. a raccontare il film tramite la sua esperienza, un bonus non da poco per i numerosi fan dell'attore.
Inoltre, la Movie App permette, a tutti i possessori di smartphone e tablet compatibili, di interagire letteralmente col film durante la sua progressione, con minigiochi e curiosità.
Oltre a questo, abbiamo le già accennate featurette.
Holmesavision on steroids (4 minuti) si concentra sull'evoluzione della 'Holmes-visione' dalla prima alla seconda avventura;
Moriarty's Master plan unleashed (7 minuti) invece sul concetto originale e la reinterpretazione del villain del film, nonché sulla figura centrale del gioco degli scacchi nella pellicola.
Sherlock Holmes and Dr. Watson: a perfect chemistry (5 minuti e mezzo circa) si sofferma sul rapporto tra i due protagonisti e tra i loro interpreti;
E ancora, Meet Mycroft Holmes (5 minuti e mezzo) ci racconta dello sfuggente personaggio del fratello maggiore di Sherlock;
Sherlock Holmes: Under the gipsy spell (4 minuti) ci parla dei co-protagonisti gitani e in particolare di Simsa, interpretata da Noomi Rapace;
Per finire con Guy Ritchie's well oiled machine (3 minuti) e Holmes without borders (5 minuti), rispettivamente sulla visione e il modus operandi del regista e sulla vastità di set e ambientazioni diverse che si vedono nel film, da Londra a Parigi passando per l'Europa centrale, la Germania e la Svizzera.

Sherlock Holmes: Gioco di Ombre Il Blu-Ray di Sherlock Holmes: Gioco di ombre è un appuntamento imperdibile per ogni fan del personaggio e soprattutto della sua incarnazione moderna frutto della premiata ditta Ritchie/Downey Jr. Con tutta l'azione, lo humour e le trovate dell'uscita cinematografica, e in più una vastissima dotazione di extra, tra cui il commento video dello stesso interprete principale. Disponibile, inoltre, in edizione Steelbook con il primo e il secondo capitolo nello stesso box.

8

Che voto dai a: Sherlock Holmes: Gioco di Ombre

Media Voto Utenti
Voti totali: 40
7.4
nd