Pride and Glory - Il prezzo dell'onore, in TV il poliziesco con Edward Norton

In Pride and glory - Il prezzo dell'onore una famiglia di poliziotti si trova divisa quando viene alla luce un giro di corruzione tra le forze dell'ordine.

recensione Pride and Glory - Il prezzo dell'onore, in TV il poliziesco con Edward Norton
Articolo a cura di

Ray Tierney (Edward Norton) è un poliziotto per discendenza e per sangue, visto che sia il padre (Jon Voight) che il fratello maggiore Francis (Noah Emmerich) appartengono al Corpo. Da anni convinto ad occuparsi dei casi di persone scomparse in seguito ad un trauma passato, l'agente decide di tornare in servizio sul campo quando quattro colleghi vengono trovati uccisi in un raid a Washington Heigts. Le indagini conducono ad un noto criminale ispanico che sembra strettamente collegato ad un giro di poliziotti corrotti nel quale sarebbe invischiato anche il cognato Jimmy (Colin Farrell); Ray si trova così ora in una difficile situazione dovendo scegliere se tradire la propria famiglia (il caso coinvolgerebbe anche lo stesso inconsapevole Francis, comandante in capo del dipartimento) o denunciare l'accaduto alle autorità competenti.

Legami di sangue

Solido thriller poliziesco aperto ad ampie sfumature drammatiche attraverso i risvolti interpersonali di un nucleo familiare che finisce per trovarsi ai lati opposti della barricata in una battaglia di ideali e giustizia, Pride and glory - Il prezzo dell'onore è un titolo che mantiene quello che promette grazie ad una sceneggiatura incisiva che delinea con il giusto cipiglio le varie psicologie dei protagonisti. Scritto da Joe Carnahan e Gavin O'Connor e diretto dal secondo, il film riesce ad equilibrare il lato introspettivo e umano della vicenda con quello prettamente di genere, con una gestione poliziesca della vicenda che si muove su alte dosi tensive, in particolare nelle scorribande violente e illegali compiute dagli agenti corrotti pronti a tutto pur di non farsi scoprire. La sceneggiatura dona il necessario spazio ai tre principali protagonisti, ognuno alle prese con i propri problemi e demoni personali, offrendo anche un ritratto abbastanza credibile delle relative dinamiche ivi inerenti e rendendo più sottile del previsto il confine tra bene e male assoluto, per quanto buoni e cattivi siano nettamente schierati, peccando solo in un finale alquanto improbabile e forzato che smorza parzialmente la plausibilità del racconto. Gran merito della riuscita dell'operazione va sicuramente dato alle eccellenti prove del cast all-star, con menzioni d'onore per Edward Norton e Noah Emmerich, capaci di dar vita a figure complesse e sfumate con cui creare un facile legame empatico per una storia a tinte amare che, nelle intenzioni del regista, guarda al cinema politico degli anni '70 con la corruzione nella polizia a rappresentare un giro di malaffare anche e soprattutto ai più alti livelli istituzionali.

Pride and Glory - Il prezzo dell'onore Un cast delle grandi occasioni, vedente nei ruoli principali Edward Norton, Colin Farrell, Jon Voight e Noah Emmerich, è protagonista di questo solido thriller poliziesco in cui una famiglia di poliziotti, tra consanguinei e parenti acquisiti, si trova a lottare su versanti opposti quando un ampio giro di corruzione tra le forze dell'ordine viene alla luce dopo l'omicidio di quattro agenti. Gavin O'Connor, regista tre anni dopo del cult Warrior (2011), imbastisce in Pride and glory - Il prezzo dell'onore i giusti tempi filmici e narrativi e concede pari spazio sia alla parte relativa alle indagini che al lato umano e drammatico, rendendo la vicenda tesa e credibile (esclusi i forzati risvolti finali) con sequenze ad alto tasso di suspense e lasciando fluire le dinamiche di genere in un ampio contesto privato ricco di spunti morali. Il film andrà in onda stasera, giovedì 5 ottobre, alle 23.30 su RETE4.

7

Che voto dai a: Pride and Glory - Il prezzo dell'onore

Media Voto Utenti
Voti totali: 3
6.7
nd