Recensione Obiettivo mortale

Koch Media lancia in dvd un inedito thriller canadese incentrato su una coppia in crisi relazionale alle prese con un feroce serial killer sulle strade della Repubblica di Santiago.

recensione Obiettivo mortale
Articolo a cura di

In pochi, sicuramente, saranno a conoscenza di Die, co-produzione tra Italia e Canada che vide nel 2010 la Caterina Murino del bondiano Casino Royale nei panni di una ispettrice di polizia non troppo distante dalla Clarice Starling/Jodie Foster de Il silenzio degli innocenti e alle prese con un caso di rapimenti, torture ed omicidi sulla evidente scia della moda cinematografica lanciata dalla gettonatissima saga Saw.
Già nel 2011 il regista Dominic James è tornato dietro la macchina da presa per occuparsi del suo secondo lungometraggio: Angle mort, che, con quattro anni di ritardo, approda in Italia direttamente su supporto dvd - come Obiettivo mortale - sotto il marchio Koch Media.
Anche in questo caso siamo nell'ambito dell'elaborato da schermo ad alta tensione, con un prologo ambientato a Santiago del Cile ed un paio di vittime in agguato; prima che, una volta superati i titoli di testa accompagnati da immagini di giornali riportanti notizie relative a morti che sembrerebbero opera di un feroce e spietato serial killer, entrino in scena Eric e Stephanie, coppia in crisi relazionale intenta a ridare spinta al rapporto decidendo di partire per la Repubblica di Santiago e visitare le famose rovine locali.

Il dvd

Gli Eric e Stephanie che, rispettivamente interpretati dal Sébastien Huberdeau de Le invasioni barbariche e dalla Karine Vanasse vista in Midnight in Paris, si trovano ovviamente ad avere a che fare con lo psicopatico, perennemente alla ricerca di innocenti da massacrare ed impegnato a sfruttare le zone impervie per nascondersi.
Perché è una vera e propria caccia all'uomo su polverose strade che non avrebbero certo sfigurato in The hitcher - La lunga strada della paura di Robert Harmon a dominare i circa settantotto minuti di visione, destinati anche a coinvolgere l'entrata in scena delle forze dell'ordine ed a tirare in ballo aggressioni in un bagno pubblico e, soprattutto, strangolamenti.
Fino alla conclusione pirotecnica di un inedito a basso costo che, pur senza risultare particolarmente memorabile, può rappresentare il giusto passatempo casalingo a base di brividi estivi.
Con trailer nella sezione riservata ai contenuti speciali.

Obiettivo mortale Con il solo trailer nella sezione riservata ai contenuti speciali, Koch Media rende disponibile per il mercato dell’home video digitale tricolore Obiettivo mortale (2011) del canadese Dominic James, già autore del thriller proto-Saw Die (2010). Trattasi di un non eccelso ma guardabile prodotto d’alta tensione on the road con coppia perseguitata da feroce serial killer e vittime pronte ad essere lasciate sul suolo insanguinato. Soprattutto considerando che siamo in periodo estivo e, di conseguenza, di facili brividi, si può fare.

6

Quanto attendi: Obiettivo mortale

Media Hype Utenti
Voti Hype totali: 0
ND.
nd