Roma 2014

Recensione Next Time I'll Aim For The Heart

Guillame Canet protagonista di un thriller esistenziale diretto dal regista francese Cèdric Anger

recensione Next Time I'll Aim For The Heart
Articolo a cura di

Il regista francese Cedric Anger (Le Tueur, The Counsel) presenta Next time I'll aim for the heart (titolo originale La prochaine fois je viserai le Coeur ovvero La prossima volta mirerò al cuore) thriller claustrofobico ispirato alla vera storia di Alain Lamare che ha per protagonista un gendarme bravo e scrupoloso di nome Franck (interpretato dal sempre benvoluto Guillame Canet) che nasconde però una doppia vita e una personalità assai disturbata che lo portano a essere (all'oscuro di tutti) un omicida seriale di ragazzine. Nel film di Anger il protagonista Franck rappresenta dunque il doppio ruolo di inseguitore e omicida attraverso un corto circuito esistenziale che mostra la tensione di un'esistenza nella sua drammatica scissione interiore tra Bene e Male, all'interno di una società oscura in cui non sembra esserci possibilità di redenzione. Una trama in fondo assai minimalista che non si muove tanto in orizzontale quanto in verticale, mostrando sin da subito la doppia identità del protagonista e soffermandosi poi invece sulle ossessioni e sulle turbe emotive che ne delineano quel potente disturbo mentale e le drammatiche conseguenze. Una traiettoria circolare e senza via d'uscita che scava nella mente malata del protagonista Franck, interpretato da un ottimo Guillame Canet che esprime malessere attraverso la sua interversione, ostilità al mondo.

Scavando nel lato oscuro della mente umana

Per il suo terzo lungometraggio Cedric Anger realizza un thriller esistenziale e introspettivo che è stato giustamente paragonato (con le dovute distinzioni) al cinema di Claude Chabrol, proprio per l'approfondimento psicologico del protagonista che il film di Anger riesce gradualmente e insistentemente a portare avanti. Nell'atmosfera cupa che il film ritrae (con interni ed esterni sempre poco illuminati o spesso ripresi in notturna), s'inserisce infatti il ripetersi ossessivo della scia di sangue disegnata dal protagonista assieme a quei lunghi silenzi che ne descrivono lo stato di isolamento all'interno del quale si consuma il suo dramma esistenziale, gendarme modello da un lato e pluriomicida irrefrenabile dall'altro. Un thriller a suo modo interessante dove la suspense e la tensione di sottofondo sono date non tanto dell'attesa spasmodica di una soluzione (già nota - infatti - sin dai primi fotogrammi) quanto dallo sciogliersi di quei nodi esistenziali legati allo squilibrio sessuale, e a un generale senso di inadeguatezza societaria che muta in quella che è una sconcertante patologia omicida. Anger gestisce bene il gioco d'atmosfere e tensioni alimentate dalla storia e veicolate attraverso forse quella che risulta come una delle interpretazioni più significative della carriera di Guillame Canet. Pur mancando di una contestualizzazione più esaustiva in grado di illustrare la genesi del disturbo e di creare maggiore empatia con la storia e il suo protagonista, Next time I'll aim for the heart sembra infatti riuscire in ogni caso a trascinare lo spettatore nel suo clima ansiogeno e di terrore alimentati oltretutto dall'idea che la storia tragga le sue origini nella vita reale. Un thriller non perfetto ma dotato di numerosi pregi che ne fanno un'opera per certi versi accattivante, e (non ultimo) impreziosita da alcune scelte musicali raffinate, come il brano Le Diro Parole Blu (Les Mots Bleus) posto in un momento di climax del film e in grado di comunicare con la sua sonorità la profonda tensione emotiva ricercata dal film.

Next Time I'll Aim For The Heart Ispirato alla vera storia di Alain Lamare (divenuto uno sconvolgente caso di cronaca nera in Francia), Next time I’ll aim for the heart - ultimo lavoro del regista francese Cedric Anger - fonde il thriller al dramma esistenziale per mettere a fuoco tutte le ombre di un’esistenza assai turbata che sfoga il suo malessere mentale col sangue delle sue vittime. Un thriller che si muove verticalmente scavando nei meandri di una patologia psichica e disegnando con cura il doppio-profilo del protagonista Franck (interpretato da un ottimo Guillame Canet in una delle interpretazioni più introspettive della sua carriera).

6.5

Quanto attendi: Next Time I'll Aim For The Heart

Media Hype Utenti
Voti Hype totali: 0
ND.
nd