Cannes 2016

Loving: la recensione

Jeff Nichols racconta con Loving, una storia d'amore vera e ante litteram con protagonisti Joel Edgerton, Ruth Negga e Michael Shannon

recensione Loving: la recensione
Articolo a cura di

Nella Virginia degli anni '50 (precisamente 1958) Richard Loving (Joel Edgerton), un uomo bianco che lavora come muratore, ama ricambiato Mildred (Ruth Negga), donna di colore che vive con la sua numerosa famiglia. La notizia di un bambino in arrivo e la volontà di suggellare quel legame porteranno la coppia a decidere di sposarsi, nonostante la legge della Virginia vieti un matrimonio misto. Determinati a inseguire il loro sentimento e la volontà di costruire una famiglia insieme, i due novelli coniugi dovranno però affrontare quasi subito le conseguenze della loro scelta. Arrestati e rilasciati poco dopo su cauzione, per la coppia l'unica possibilità concessa per vivere insieme sarà la condizione di lasciare lo stato della Virginia, per ben 25 anni. Ma una volta a Washington e con la famiglia in veloce crescita, per i Loving niente sarà più come prima. Mildred, lontana dalla campagna e dai suoi affetti, inizierà quasi subito a soffrire il male di una dimensione che non sente sua. E Richard, che nonostante la sua aria schiva e taciturna nutre per la sua donna un amore sincero e senza riserve, sarà profondamente influenzato dalla sofferenza della moglie. A dare una speranza al loro futuro, sarà poi un novello avvocato interessato alle cause civili e ai diritti umani, che prospetterà ai Loving la possibilità di appellarsi al giudizio che impedisce loro di tornare ‘a casa' pena la prigione. Un percorso per nulla facile che metterà in gioco tante paure e momenti duri, ma che alla fine darà ai Loving (famiglia d'amore, di nome e di fatto) la possibilità di combattere per i propri diritti, di lottare per il proprio amore in quello che poi sarà il processo Loving v. Virginia.

Volevano solo stare insieme e amarsi

Jeff Nichols è un giovane (classe 1978) regista statunitense che ha però al suo attivo già un bel numero di lavori interessanti. Balzato all'attenzione della critica soprattutto per Take Shelter nel 2011, con il quale vinse anche il Premio Settimana della critica al Festival di Cannes dello stesso anno, il cinema di Nichols sembra esser caratterizzato dall'uso condensato di esplorazione e poesia, tanto degli ambienti quanto dei personaggi in ballo. Sin dall'utilizzo di una fotografia (a cura di Adam Stone) che ricerca nei luoghi, e in particolare nella campagna della Virginia una sorta di complice narrativo per dispiegare il turbamento emotivo dei personaggi, Nichols ripercorre quell'estetica sottilmente "malickiana" per cui la geografia dei luoghi spiega e racconta l'economia dei sentimenti. Ma l'attenzione del racconto è anche e soprattutto sui due bellissimi protagonisti di questa storia (vera), pagina drammatica di una lunga lotta per i diritti civili e contro le discriminazioni. Loving racconta la coesione tenera e solida di una coppia diversa (lui schivo e taciturno, lei solare e controllata) e attraversata da un amore vero e sincero. Vittime di una persecuzione folle, basata sulla regola secondo cui il matrimonio misto andava contro la pace e la dignità del benessere societario, Joel Edgerton (Richard Loving) e Ruth Negga (Mildred Loving) sono soprattutto e prima di ogni cosa i protagonisti di una splendida storia d'amore. I portatori sani di un sentimento così profondo da superare la sfida dell'opposizione, della persecuzione, della negazione. Quel rapporto solido che Nichols rintraccia nei piccoli momenti insieme (abbracciati sul divano, mano nella mano, complici nel silenzio, immagini fotografate poi anche dalla rivista Life Magazine) così come nella possenza schiva di Richard, in quella sua dedizione al lavoro, in quella sua ostinata costruzione di vita costruita mattone su mattone. Un'immagine, quest'ultima, che mostra la realtà estrema di una realtà fatta di sacrificio, e che ritorna più e più volte nel film sancendone uno degli elementi più importanti, ovvero l'importanza di combattere per i propri diritti e per i propri sogni senza mai abbandonare la costanza del proprio impegno. Costruendo sempre, con incrollabile eroismo, giorno dopo giorno.

Loving Jeff Nichols presenta in concorso a Cannes 2016 Loving, racconto commovente e pregno di realismo di una coppia mista (lui bianco lei nera) che nella Virginia degli anni '50 dovette lottare con ogni mezzo pur di avere riconosciuto il diritto di stare insieme, sposarsi, amarsi. Realismo ed emozione convivono in questa storia d'amore ante litteram, lotta estrema e commovente per il riconoscimento dei propri diritti.

8

Che voto dai a: Loving

Media Voto Utenti
Voti totali: 8
7
nd