LEGO Ninjago - Il Film, la recensione: qualcuno salvi Ninjago

Il destino di Ninjago è nelle mani di Lloyd e dei suoi amici ninja: riuscirà LEGO Ninjago - Il Film a essere un successo come i suoi predecessori?

recensione LEGO Ninjago - Il Film, la recensione: qualcuno salvi Ninjago
Articolo a cura di

Quando The LEGO Movie è uscito al cinema nel 2014 nessuno sapeva bene cosa aspettarsi: il fascino della trasposizione cinematografica di un mondo visivamente iconico e con cui tutti abbiamo avuto modo di interfacciarci da ragazzi era innegabile, ma narrativamente parlando quali prospettive poteva offrire un progetto del genere? Grazie a un'animazione moderna ma tattile e a una perfetta miscela di ironia, sentimenti, divertimento e richiami al mondo pop, il film si è trasformato in un vero e proprio successo, aprendo le porte a un franchise dalle innumerevoli potenzialità. E se all'inizio di questo anno abbiamo potuto approfondire maggiormente la conoscenza di Batman, star indiscussa del primo progetto cinematografico LEGO, questa volta Warner Bros. ha deciso di puntare tutto su un'ambientazione suggestiva in LEGO Ninjago - Il Film.

Salva la città, salva te stesso

Avvalendosi dell'espediente del racconto di una storia lontana, lo spettatore viene catapultato sull'isola di Ninjago, una metropoli dalle atmosfere asiatiche costantemente sotto la minaccia di Garmadon, il perfido signore della guerra deciso a conquistare qualsiasi cosa e imporsi come dittatore di Ninjago. Garmadon non è solo la persona più cattiva che esista, ma anche il padre totalmente assente di Lloyd che, da sempre, è costretto a portare il peso di questa eredità: in città tutti lo odiano e a scuola tutti lo evitano, solo per essere il figlio di un supercattivo, nonostante tra i due non ci sia nessun rapporto. Nessuno sa però che Lloyd è il Ninja Verde, acerrimo nemico di Garmadon e membro della squadra dei ninja che sventa ogni suo tentativo di distruggere Ninjago. Ma dopo sedici anni vissuti senza la presenza della figura paterna qualcosa nel ragazzo inizia a distruggersi e la sicurezza di Lloyd, sia come ragazzo che come ninja, comincia a crollare, causando non pochi problemi a tutta la squadra e mettendo seriamente a rischio la città, minacciata da una terribile presenza distruttiva.

Alla ricerca dell'arma definitiva

Si potrebbe pensare che una struttura come quella scelta per i film LEGO non possa durare per sempre e, in parte, è vero: persa la potenza della novità o di un universo iconico come quello di Batman, LEGO Ninjago - Il Film appare un po' più sottotono rispetto ai suoi predecessori, riuscendo però a mantenere una sua valenza e una sua ragione di esistere a livello narrativo e visivo. Il film, proprio come ci si aspetta, è ricco di gag visive e battute che riescono a far sorridere anche gli adulti ma che sono principalmente indirizzate verso i più piccoli: tutto il mondo di Ninjago vive di una passione tipica dell'infanzia e si fa forza della creatività e dell'immaginazione dei bambini. La sceneggiatura del film ricorda quelle avventure che da piccoli inventiamo per giocare, con combattimenti assurdi e complicatissimi, mostri nascosti dietro ogni angolo, super cattivi stravaganti che usano gli squali come arma prediletta. Quella scelta dagli sceneggiatori è una comunicazione semplice ma strampalata, capace di catturare lo spettatore più giovane parlando la sua stessa lingua: "Abbiamo realizzato Ninjago per il bambino che c'è in ognuno di noi. Può sembrare un clichè, ma è vero. Abbiamo cercato di catturare quella fantasia stravagante e i voli pindarici che abbiamo avuto da bambini. Ma l'abbiamo anche fatto per amore dei film degli Shaw Brothers e dei monster movie, quindi ci sono molti riferimenti per i fan", confessa Chirs McKay.

Quello di Ninjago è un franchise che, rispetto al suo pubblico di riferimento, non ha bisogno di presentazioni e infatti il film non si preoccupa di raccontare niente della leggenda iniziale e di come la squadra dei ninja si sia formata, scegliendo di puntare dritto al sodo dell'avventura. Ciononostante la narrazione soffre molto nella parte iniziale, dove la sceneggiatura richiede uno sforzo di setting d'ambientazione limitato ma necessario, intervallato qua e là da combattimenti adrenalinici tra gli stupefacenti mech di mattoncini i cui movimenti sono coreografati da Jackie Chan, che ha collaborato al film a vari livelli dando voce anche al maestro Woo nella versione originale. Quando il conflitto esistenziale tra Lloyd e Garmadon viene finalmente dichiarato ed esplicato in tutte le sue origini e conseguenze, LEGO Ninjago - Il Film appare visibilmente più libero di lasciarsi andare a connessioni buffe e senza senso, scelte narrative bizzarre ma divertenti, dialoghi ironici e personaggi altamente sopra le righe ma dall'innegabile fascino (anche se alcuni di loro appaiono sullo schermo solo per pochi minuti), regalando allo spettatore quell'esperienza unica che ha fatto il successo dei precedenti capitoli LEGO.

Creare la realtà, mattoncino dopo mattoncino

Così come per gli altri due film, anche per LEGO Ninjago - Il Film i realizzatori hanno lavorato con la società di effetti speciali Animal Logic, che ha passato un lungo periodo di tempo nella sede aziendale LEGO in Danimarca per creare e testare i modelli, così da poter creare una loro controparte CGI credibile e fedele. Tutte le costruzioni LEGO che appaiono sullo schermo, dai mech ai grandi palazzi, passando per i più piccoli ambienti e chioschi, potrebbero essere riprodotte fisicamente con i celebri mattoncini, che sono stati virtualmente posizionati al loro posto, come se si trattasse di un modellino di plastica. I protagonisti del film però si spostano dall'ambientazione cittadina di Ninjago per dirigersi, nella loro strampalata avventura, in territori più selvaggi e misteriosi, costringendo gli animatori a cimentarsi con la creazione di elementi più complessi come erba, piante, sabbia, fuoco, acqua corrente e persino una giungla di bambù. Tutto all'interno di Ninjago è verosimile e perfettamente coerente con l'ambiente circostante, senza creare mai disarmonie visive o cognitive e permettendo allo spettatore di immergersi completamente in questo mondo immaginifico.

LEGO Ninjago - Il film Lego Ninjago - Il Film, sfruttando il conflitto centrale tra il giovane Lloyd, dedito a proteggere la città di Ninjago, e suo padre Garmadon, che la attacca continuamente, tratta della famiglia e della scoperta di se stessi, un tema sfruttato più volte nei film per ragazzi. Ma pur capendo fin dall’inizio quale direzione prenderà la storia, gli sviluppatori sono riusciti a rendere divertente il viaggio, che diventa una simpatica avventura d’intrattenimento, piena di arti marziali, luoghi misteriosi, strane lezioni da imparare e personaggi esilaranti. Una storia che fin dall’inizio si presenta come un racconto per ragazzi, creato per insegnare loro qualcosa di semplice ma basilare, attraverso il linguaggio a loro più congeniale, quello del gioco e della fantasia.

7

Che voto dai a: LEGO Ninjago - Il film

Media Voto Utenti
Voti totali: 4
5.2
nd