Recensione La fredda luce del giorno

Henry Cavill e Bruce Willis in azione da blu-ray!

Articolo a cura di

Mabrouk El Mechri, autore dello sportivo Virgil (2005), è noto in particolar modo per aver diretto quel gioiellino che, intitolato JCVD-Nessuna giustizia (2008) e mai arrivato nelle sale cinematografiche italiane, pur essendo passato sugli schermi del Festival Internazionale del Film di Roma e avendo successivamente trovato una distribuzione in dvd, vide il colosso belga Jean-Claude Van Damme impegnato a ricoprire il ruolo di un se stesso ormai lontano dal successo e coinvolto in una rapina all'interno di un ufficio postale.
Una atipica fusione di action-movie e pseudo-documentario che permise al mitico interprete di Kickboxer-Il nuovo guerriero (1989) e Senza tregua (1993) non solo di ironizzare sul suo ruolo d'icona del cinema d'azione, ma anche di cimentarsi in divertenti dialoghi riguardanti, tra gli altri, John Woo e colleghi del calibro di Chuck Norris, Steven Seagal e, casualmente, il Bruce Willis che troviamo in questo nuovo lavoro del regista; distribuito nei nostri cinema, nel Maggio 2012, dalla stessa Moviemax Media Group che provvede anche a renderlo disponibile su supporto blu-ray, con il solo trailer a occupare la sezione riservata ai contenuti speciali.

Il blu-ray

In realtà, però, il vero protagonista della pellicola non è Willis, ma l'Henry Cavill di Immortals (2011) nei panni di Will Shaw, affarista di Wall Street cui il McClane della serie Die hard fa da padre con cupi segreti da tenere nascosti.
La vicenda raccontata, infatti, parte dal momento in cui il ragazzo, accompagnata la propria famiglia in vacanza in Spagna, si ritrova coinvolto in una cospirazione governativa insieme al genitore, dopo che alcuni uomini, decisi a recuperare una misteriosa valigetta, rapiscono la madre, il fratello e la fidanzata.
Quindi, un'idea di partenza che, ricordando in parte Io vi troverò (2008) di Pierre Morel, in parte Abduction-Riprenditi la tua vita (2011) di John Singleton, dal quale recupera anche Sigourney Weaver, qui impegnata nella parte di cattiva, concede il minimo tempo indispensabile alla presentazione dei diversi personaggi, per poi lasciare non poco spazio alla tensione e, ovviamente, alle sequenze mozzafiato; man mano che, nella situazione senza tregua, finiscono sia i servizi segreti israeliani che la bella Lucia alias Verónica Echegui.
Sequenze che, tra le più riuscite, annoverano di sicuro la fuga eseguita da Will e Lucia rimanendo appesi in aria tramite un cavo, la sparatoria all'interno del garage, tra pallottole volanti e automobili distrutte, e il lungo inseguimento finale.
Con il Colm Meaney di Con Air (1997) presente in una breve apparizione, per un elaborato che, probabilmente, non aggiunge assolutamente nulla di nuovo al filone che ha provveduto a regalare notorietà a figure hollywoodiane quali Arnold Schwarzenegger e Sylvester Stallone, ma che, in ogni caso, riesce nell'impresa di non risultare disprezzabile e di soddisfare sufficientemente i seguaci irriducibili del genere.

La fredda luce del giorno Con il solo trailer cinematografico a fare da contenuto extra per il blu-ray targato Moviemax Media Group di un action-movie che, visto nelle nostre sale nel Maggio 2012, porta la firma del Mabrouk El Mechri che firmò, tra l’altro, il gioiellino JCVD-Nessuna giustizia (2008), con Jean-Claude Van Damme nei panni di se stesso. Un’intricata vicenda di rapimenti e cospirazioni governative che fa di Bruce Willis e Sigourney Weaver i propri nomi di richiamo, ma il cui vero protagonista è il neo-Superman Henry Cavill. Nulla di particolarmente eccezionale ed innovativo, ma l’oltre ora e mezza di visione scorre via tranquillamente, tra serrate fughe, cadaveri sparsi e inseguimenti automobilistici.

6

Che voto dai a: La fredda luce del giorno

Media Voto Utenti
Voti totali: 10
6
nd