Recensione Kreuzweg - Le stazioni della fede

Dalla Germania un film che ci trascina nei meandri più bui della fede: Kreuzweg (via crucis) ritrae infatti in maniera vivida e inquietante il sopravvento di una fede cieca sulla vita di Maria, quattordicenne sensibile e fragile.

recensione Kreuzweg - Le stazioni della fede
Articolo a cura di

Maria ha solo 14 anni, un fratellino che non parla, una madre dal fare dittatoriale e un padre per lo più assente. Vive la sua vita di adolescente nel rigore più ferreo e nel valore del sacrificio inculcatole dalla genitrice, una cristiana oscurantista convinta, che associa l'educazione dei figli principalmente ai divieti e alle penitenze. In un ambiente castigato e ‘oscuro', dove anche frequentare un amico o cantare un brano gospel nel coro della chiesa può essere visto come peccaminoso (in quanto evidente espressione di un'influenza satanica), l'unico vero supporto amicale per Maria sarà Bernadette, ragazza alla pari di straordinaria dolcezza ed empatia, l'unica che pare avere a cuore il sentire più intimo della quattordicenne. Prossima al sacramento della cresima, Maria ha infatti da poco appreso la concezione cristiana di sacrificio e ha intimamente deciso di offrirsi a Dio come ‘pegno' per la guarigione del fratellino. Una decisione estrema che Maria ha preso con totale abnegazione, convinta che quello sia l'unico modo per essere un vero Soldato di Cristo e per avviarsi al percorso di santificazione. E d'altronde quel senso di colpa e peccato originale perfettamente incarnati dal credo cristiano della sua famiglia, indurranno la madre a non comprendere e a sottovalutare il pericoloso stato di devozione e il percorso di redenzione messo in atto da sua figlia Maria. Un atto dal quale neanche il dolore delle prese in giro dei coetanei o la sottile gioia per le dichiarate 'attenzioni' di un suo compagno di classe sapranno distoglierla. Seguirà un'inevitabile Via crucis (Kreuzweg) che la ragazza camminerà determinata, protesa nella sua idea di santificazione e nell'assoluta inconsapevolezza del suo gesto.

Le zone d'ombra della fede

Con Kreuzweg - Le stazioni della fede Dietrich Brüggemann mette in scena una ferocissima critica a una religiosità cieca e al credo cristiano più bigotto, bacchettone. Costruito come fossero delle vere e proprie tavole, tableau vivant, e suddiviso in 14 capitoli che raccontato tutte le tappe (meno una) della Via Crucis, Kreuzweg ha il rigore austero dell'autoritarismo religioso di cui narra. Allo stesso tempo, però, il regista Brüggemann impone al suo film il sarcasmo, quella sottile linea ironica che rende ancor più pungente il percorso purificatorio e di sacrificio compiuto dalla protagonista. Sono stazioni della fede che ben presto assumeranno il valore inquieto di stazioni della follia, dove nessuno (fatta eccezione per Bernadette - nome di certo non casuale - e il pretendente coetaneo), riuscirà a instillare in Maria il minimo dubbio sul suo percorso. Anzi, dalla Chiesa (nella prima lunghissima ultima lezione di catechismo, attraverso i lunghi confessionali) e da sua madre (nei lunghi e atroci dialoghi fatti in casa o in macchina), Maria non avrà che conferme continue dei suoi peccati e dunque della fondatezza del suo desiderio di purificazione. Un film durissimo e inquietante con un'ottima protagonista (la giovanissima Lea Van Acken) e un solido cast di comprimari che inquadra la prospettiva più inquietante di un vivere la fede in maniera totalizzante, cieca, perdendo totalmente la capacità di chiedersi fin dove si può credere e dove invece bisogna assumersi le responsabilità del proprio ‘vedere'.

Kreuzweg - Le stazioni della fede Dalla Germania un film cupo e inquietante che riflette sui dogmi religiosi e sulla loro controversa attuazione. Un film esteticamente rigoroso e quasi pittorico che impone una rigorosa distanza tra la storia e lo spettatore. Eppure, il traino emotivo di questa follia cristiana, è sempre più pressante con lo scorrere dei minuti, man mano che l’incredibile prende il sopravvento sulla realtà.

8

Che voto dai a: Kreuzweg - Le stazioni della fede

Media Voto Utenti
Voti totali: 1
4
nd

Altri contenuti per Kreuzweg - Le stazioni della fede