Venezia71

Recensione Jackie & Ryan

Katherine Heigl e Ben Barnes protagonisti di un film romantico dall'anima musicale

recensione Jackie & Ryan
Articolo a cura di
Marco Lucio Papaleo Marco Lucio Papaleo inizia a giocherellare sulle tastiere degli home computer nei primissimi anni '80. Da allora, la crossmedialità è la sua passione e sondarne tutti i suoi aspetti è la sua missione. Adora il dialogo costruttivo, vivisezionare le opere derivate e le buone storie. E' molto network e poco social, ma è immancabilmente su Google+.

A volte dedicare la propria vita alla musica vuol dire scegliere un cammino irto di ostacoli, in nome del senso di libertà che possono dare le sette note. Lo sa bene Ryan (Ben Barnes) giovane e aitante musicista vagabondo che passa la sua esistenza perennemente in viaggio, alla ricerca di nuove esperienze musicali. Il ragazzo è estremamente talentuoso e sogna di incidere i propri pezzi originali, ma perlopiù si limita a jam session in strada, da solo o con altri “colleghi” che condividono il suo stile di vita. Diretto nello Utah per andare a trovare un suo caro amico e mentore, Ryan incontra fortuitamente Jackie (Katherine Heigl), che qualche tempo prima era stata una meteora della musica folk-pop che dopo un effimero (ma meritato) successo newyorkese si è ritirata nella sua città natale per accudire la figlioletta. Tra i due scocca la scintilla, ma mentre Ryan deve fare i conti con le sue aspirazioni musicali Jackie si ritrova costretta ad una scelta difficile che coinvolge la sua famiglia... basterà il comune amore per la musica a legarli per sempre?

Singin' a song

"Qualche anno fa, mentre camminavo lungo South Congress Avenue ad Austin, ho sentito un gruppo di musicisti di strada suonare il tipo di musica degli inizi del XX secolo che ricordavo di aver ascoltato ai Fiddler’s Gatherings in Indiana. Il livello era stupefacente e ho attaccato discorso con il suonatore di banjo, che mi ha detto che i membri del gruppo erano vagabondi che saltavano sui treni in corsa per non pagare il biglietto e si separavano e si ritrovavano ogni volta in un’altra città con formazioni sempre diverse. Sono rimasta colpita dal fatto che, nel momento di massima commercializzazione del mercato cinematografico statunitense, esistesse un gruppo di ragazzi il cui obiettivo era semplicemente raggiungere l’eccellenza nell’esecuzione della musica che amavano e poi cercare di vivere alla giornata suonando quella musica. Difficile non rispettarli. O non voler raccontare una storia sulla loro vita." Queste le parole di Ami Canaan Mann, giovane cineasta angloamericana, figlia del notissimo Michael, a proposito di Jackie & Ryan, il suo ritorno al lungometraggio dopo il riuscito Le paludi della morte - Texas Killing Fields. Mann figlia, questa volta, cambia registro e si propone di raccontare una vicenda semplice, una "banale" storia d'amore fra due musicisti dalla vita difficile ma che decidono di non perdere mai la speranza in un futuro migliore. Niente di nuovo sotto il sole: è il tipico filmetto romantico innocuo e trasognato destinato perlopiù ad un pubblico femminile, e di certo non entrerà nella storia del Cinema. Non ci vengono presentate grandi e turbolente passioni, tematiche controverse e nemmeno guizzi stilistici che ci rimarranno impressi: non siamo dalle parti di The eternal sunshine of the spotless mind (Se mi lasci ti cancello), Scott Pilgrim vs the World (che pure ne condivide il gioioso approccio “musicale”), La vita di Adele o (500) Giorni insieme, insomma. Eppure, l'ora e mezza di durata di Jackie & Ryan vola via in un lampo: sarà per il costante, ottimo, comparto musicale, azzeccato come stile e come tempi nell'economia del film; sarà per le piacevoli interpretazioni di Ben Barnes e Katherine Heigl; sarà perché la Mann non vuole costringere il suo pubblico a “soffrire” la classica relazione contrastata tipica di questo genere di film, spesso pieni di intrighi, litigi, tradimenti, riconciliazioni. Ci vengono semplicemente presentate due persone che si innamorano e portano avanti la loro storia nonostante le difficoltà che la vita pone loro davanti, tenendo sempre bene a mente i loro sogni. Sono i Tommy e Gina cantati da Jon Bon Jovi, per intenderci.

Jackie & Ryan Jackie & Ryan, nuova incursione nel lungometraggio della figlia d'arte Ami Canaan Mann, è una classica storia d'amore senza troppi grilli per la testa, la cui unica preoccupazione è quella di accompagnare gli spettatori nella vita di due personaggi che scoprono di avere molto in comune, a partire dalla passione per la musica (esplicitata molto bene nel film anche grazie a performance canore e musicali di livello). Niente drammi o lacrimoni, solo la rassicurante bellezza di un ritrovato amore, che ci spinge a credere in un domani migliore. E non è poco.

7

Quanto attendi: Jackie & Ryan

Media Hype Utenti
Voti Hype totali: 0
ND.
nd