Recensione Il segreto dei suoi occhi (2015)

Il film argentino Premio Oscar come Miglior Film Straniero nel 2010, Il segreto dei suoi occhi, ispira il remake americano omonimo: un film con un cast di richiamo ma privo della forza emotiva dell'originale.

recensione Il segreto dei suoi occhi (2015)
Articolo a cura di

L'investigatrice del Procuratore Generale Jess Cobb (Julia Roberts), l'investigatore dell'FBI (Chiwetel Ejiofor) e la Vice Procuratore Distrettuale Claire Sloan (Nicole Kidman) hanno fatto carriera insieme. Coetanei legati dalla stessa natura caparbia e dallo stesso senso della giustizia, la loro ascesa all'interno della task force anti terrorismo nella Los Angeles post 11 settembre sembrava essere inarrestabile. All'interno di un trio in cui si muovevano e muovono anche dinamiche relazionali più intime; e se tra Ray e Jess è sempre esistita una solida e sincera amicizia, tra Claire e Ray c'è sempre invece stata un'attrazione profonda e sottile, destinata a resistere al tempo e agli eventi. Eventi che da un certo punto in poi hanno assunto il profilo drammatico di un thriller reale, umano e dei sentimenti. Chiamato un giorno a esaminare la scena del crimine di una ragazza uccisa nei prossimità della moschea da lui sorvegliata, Ray scoprirà infatti che la vittima, quella giovane e bellissima ragazza che giace esanime in un cassonetto della spazzatura, è Carol, unica figlia della sua amica e collega Jess. Una vera bomba che farà saltare in aria ogni certezza, sicurezza e creerà soprattutto in Jess (una madre distrutta dalla perdita del suo unico grande amore) e Ray (lacerato dall'impotenza provata davanti a un dramma così forte) la volontà di una giustizia 'esemplare'. Quella stessa giustizia che 'praticano' ma che loro malgrado sembrerà non farsi largo mai all'interno di quel caso delicato, in cui si riveleranno coinvolti anche gli stessi interessi degli organi governativi e di polizia. Ma dopo tredici anni di silenzio e assenza, Ray tornerà ancora più determinato che mai a fare luce sul caso di Carol, con la volontà di scovare il suo vero assassino e garantirgli la giusta pena. Eppure, al di là dei turbamenti esistenziali ed emotivi, tutto nel presente attuale ha una prospettiva diversa e niente, di ciò che viene da quel passato oscuro, è realmente come sembra. Infine, il dramma di una verità inafferrabile che si nasconde ne Il segreto dei suoi occhi.

Fantasmi del presente e del passato

Remake americano dell'omonimo (El secreto de sus ojos) film argentino (Premio Oscar come miglior film straniero nel 2010), Il segreto dei suoi occhi vanta l'appeal e il fascino di una storia forte che gioca con il valore del tempo e quello della giustizia creando un'altalena reale ed emotiva che oscilla tra presente e passato. Non solo, una storia che segue l'afflato del thriller per svelare invece alcuni inquietanti retroscena societari e su un ‘vivere' secondo canoni comunemente approvati ma spesso imperfetti, corrotti. Anche in questo remake (che ha dalla sua il cast di richiamo con la sempre meno espressiva Nicole Kidman, l'intensa e a tratti irriconoscibile Julia Roberts, e il bravo Chiwetel Ejiofor portato alla ribalta dal successo di 12 anni schiavo) il marchio della storia è forte, indelebile, e crea lungo tutto l'arco del film quei turbamenti di ordine concettuale ed emotivo che fanno capo alla storia di base, dove giustizia ‘reale' e ‘pratica' vivono un profondo conflitto che, di fatto, scuote le vite di tutti. A margine di questo, però, il prodotto dell'americano Billy Ray non riesce a tenere testa all'opera originale, innervata senza dubbio di un senso estetico e di una profondità emotiva decisamente più manifesti. Il remake firmato da Ray non può dunque non creare la classica percezione effetto ‘minestra riscaldata' nel paragone con il suo ispiratore. Pur portandosi appresso l'appeal originario della storia, e pur d'altro canto non brillando per verve o ispirazione, resta un film/thriller facilmente apprezzabile soprattutto da quanti non hanno avuto a suo tempo il piacere di vedere l'originale. Caso, quest'ultimo, in cui consigliamo vivamente un recupero.

Il segreto dei suoi occhi Il segreto dei suoi occhi (Premio Oscar come Miglior Film Straniero nel 2010 per l’originale El secreto de sus ojos) si misura con il remake americano diretto dal regista Billy Ray e forte di un cast che schiera Nicole Kidman, Julia Roberts e Chiwetel Ejiofor. Una storia forte che si confronta con il thriller, il valore della giustizia e il peso dei ricordi, dei sentimenti perpetrati attraverso il tempo e il dolore. Un remake che si posiziona più o meno nella sua casella d’appartenenza, adempiendo dignitosamente alle dinamiche di ‘rilettura’ ma perdendosi per strada buona parte del senso, dell’emotività e dell’inquietudine dell’originale argentino.

6

Che voto dai a: Il segreto dei suoi occhi

Media Voto Utenti
Voti totali: 1
6
nd