Recensione I Puffi

Il Blu-Ray più puffoso che ci sia!

recensione I Puffi
Articolo a cura di
Marco Lucio Papaleo Marco Lucio Papaleo inizia a giocherellare sulle tastiere degli home computer nei primissimi anni '80. Da allora, la crossmedialità è la sua passione e sondarne tutti i suoi aspetti è la sua missione. Adora il dialogo costruttivo, vivisezionare le opere derivate e le buone storie. E' molto network e poco social, ma è immancabilmente su Google+.

Secoli e secoli fa, nascosto da un incantesimo nel folto della foresta belga, potevamo trovare il villaggio dei Puffi, piccoli esserini blu dalle fattezze umanoidi e dalle buffe abitudini. A capo del villaggio abbiamo il Grande Puffo, saggio e bonario, conoscitore della magia bianca e guida di tutti i suoi consimili, che portano nel nome la caratteristica principale che li contraddistingue. Un giorno, il malvagio quanto maldestro stregone Gargamella (Hank Azaria) riesce a scoprire come accedere al villaggio, e intraprende una folle caccia al puffo: il suo intento è estrarre l'essenza magica da ogni singolo folletto per accrescere la potenza dei propri incantesimi. Durante la fuga, però, i Puffi cadono in un vortice spazio-temporale che li sbalza di quasi mille anni nel futuro e molto, molto lontani da casa, finendo nella New York dei giorni nostri. Trovato rifugio presso la coppia di sposini Patrick (Neil Patrick Harris) e Grace (Jayma Mays), i nostri cercheranno un modo per tornare a casa, sfuggendo al contempo a Gargamella e al suo gatto Birba, che li hanno seguiti nel loro viaggio nel futuro.

Puffiamo tutti insieme

Un successo incredibilmente travolgente quello de I Puffi, superiore ad ogni aspettativa. Negli ultimi anni si è provato più volte a rilanciare franchise in auge negli anni '80 e poi, timidamente, adagiatisi, con alcuni grandi successi (Transformers, Alvin) ma anche diversi fallimenti. Di un nuovo lungometraggio ispirato ai buffi omini blu ideati dal fumettista belga Pierre “Peyo” Culliford se ne parlava da tanto, ma l'effettiva realizzazione è stata lunga e non senza difficoltà, infine abilmente superate da Sony e Columbia portando sugli schermi un film per tutta la famiglia che, costato 110 milioni di dollari, solo al botteghino ne ha fruttati quasi 600.
Inevitabile, dunque, un'edizione Home Video degna del grande bacino d'utenza che questo film ha creato, composta tanto dal pubblico infantile quanto -che lo diano a nascondere o meno- dai loro genitori, che con ogni probabilità sono cresciuti con le avventure disegnate e le diverse serie animate degli omini alti 'due mele o poco più'.
La versione da noi visionata è quella in Blu-Ray Disc (più blu che mai, verrebbe da pensare!) caratterizzata da bei menu animati e una qualità audio/video eccellente. Nei negozi, tuttavia, il film è disponibile in tanti formati diversi: DVD, Blu-Ray 3D, Combo Pack Blu-Ray 3D+DVD, e l'esclusiva edizione in Blu-Ray limitata, contenuta in uno steelbook prodotto in 1500 esemplari.

Il Blu-Ray

Puffosamente ricco il carnet dei contenuti speciali del disco, che non smette mai di stupire.
Tanto per cominciare, se inseriamo il Blu-Ray all'interno di una PlayStation 3, avremo modo di installare il divertente Tema Speciale 'I Puffi' (featured non segnalata sulla fascetta).
Tra i vari extra presenti su disco, tra backstage e video vari, merita una segnalazione particolare la cosiddetta 'Smurf-O-Vision: Second Screen Experience', accompagnata dal video esplicativo Cos'è lo Smuf-O-Vision (1 minuto e mezzo circa). Trattasi di una modalità di visione della pellicola alternativa, che permette di interagire tramite iPad, iPhone o iPod Touch col film, tramite una app scaricabile gratutamente. Trattasi, chiaramente, di una serie di giochi e attività di intrattenimento dedicate più che altro ai più piccoli, ma è un sicuro valore aggiunto piuttosto divertente e originale.
Continuando con le feature interattive, troviamo The Smurfs Fantastic Adventure Game, un semplice ma carino minigioco in stile platform controllabile tramite il telecomando del lettore (non è possibile riconfigurare i tasti per il pad della PS3, purtroppo). Immancabile, naturalmente, la connessione col sistema BDLive.
Passando agli extra più 'usuali' ecco la possibilità di scegliere ben due commenti al film: quello del regista Raja Gosnell e quello a più voci del produttore Jordan Kerner, degli sceneggiatori e dello specialista degli effetti visivi Richard Hoover.
Cinque le scene tagliate o estese presenti tra gli extra, per una durata complessiva di quasi 8 minuti.
Abbiamo poi la featurette di 8 minuti The Smurfs: Comic book to the big screen, seguita da Smurf Speak: Meet the cast, backstage di 9 minuti e mezzo relativo agli interpreti del film. Going Gargamel, della durata di 10 minuti, è tutto dedicato al bizzarro mago interpretato da Hank Azaria. Blue Pers, invece, è una breve e buffissima galleria di 'fuoriscena' con protagonisti i Puffi. Happy music montage è un video musicale di quasi due minuti con un montaggio di scene preso dal film.
Infine, Progression reels: cinque esclusive featurette tutte dedicate alla realizzazione 'fisica' (molto più complessa di quanto si possa inizialmente immaginare!) de I puffi in computer grafica. Nove minuti circa.

I Puffi Un film perfetto per le visioni in famiglia (indirizzato ai più piccoli, ma gradevole per tutti, soprattutto a chi vuole tornare con la mente ai magnifici pomeriggi passati davanti alla tv in compagnia dei piccoli omini blu), tecnicamente ragguardevole sia nella realizzazione filmica che nel supporto su Blu-Ray, che è tra l'altro ricco di contenuti extra, spesso originali o tecnicamente all'avanguardia.

8

Che voto dai a: I Puffi

Media Voto Utenti
Voti totali: 47
6
nd