Netflix

Generazione Marte, la recensione del documentario originale Netflix

Generazione Marte è un interessante documentario, originale Netflix, che indaga sulle reali possibilità odierne di raggiungere il Pianeta Rosso.

recensione Generazione Marte, la recensione del documentario originale Netflix
Articolo a cura di

"Cosa vuoi fare da grande?": a questa domanda esistenziale posta a infinite generazioni di bambini, una delle risposte più classiche era "voglio fare l'astronauta!". Ed è proprio questo il sogno, forse non poi così lontano, che accomuna il numeroso gruppo di adolescenti che compaionoin Generazione Marte, documentario originale Netflix che si pone come oggetto riassuntivo sulle speranze e le reali possibilità odierne di raggiungere un giorno l'ambito Pianeta Rosso per poi colonizzarlo. L'operazione diretta da Michael Barnett non si limita però, come potrebbero far pensare la locandina e i minuti iniziali, a intervistare queste giovanissime promesse dell'aeronautica spaziale ma offre, tramite colloqui con esperti del settore e personalità legate più o meno strettamente all'oggetto del discorso, un interessante viaggio che ripercorre la storia dell'esplorazione spaziale fin dai suoi albori.

Mission to Mars

Con un inizio che ci trasporta nel bel mezzo di una simulazione d'atterraggio su suolo marziano sperimentata dal team di adolescenti, che ritornano in più occasioni davanti alla macchina da presa sia per esporre i loro pensieri sia alle prese con esperimenti con modellini, Generazione Marte segue una precisa linea guida, cercando di infondere nel pubblico quella sete di scoperta e conoscenza oggi quantomai necessaria in un periodo che, senza l'impegno delle compagnie private (con Elon Musk e la sua SpaceX protagonisti del minutaggio nell'ultima parte), avrebbe altrimenti ben poco da riservare ad un mondo sempre più legato alle contemporaneità terrene. E' perciò interessante osservare in numerosi filmati di repertorio come l'interesse per i viaggi nello spazio abbia subito un drastico rallentamento nell'opinione pubblica globale: basti pensare alle folle di persone atte a festeggiare il primo sbarco sulla Luna, qui mostrato nell'iconica scena in cui Armstrong pronunciò le leggendarie parole "Un piccolo passo per un uomo, un grande passo per l'umanità". Il documentario ci trascina anche nelle diverse visioni presidenziali sul tema, con i discorsi pronunciati da Kennedy, Nixon, Reagan e Obama, oltre a corposi riferimenti alla Guerra Fredda, determinante in quest'ambito, e sforna curiosità in serie perlopiù sconosciute al grande pubblico: in quanti sapevano che Wernher von Braun, considerato il padre del programma spaziale statunitense, era durante la seconda guerra mondiale un membro delle SS, poi catturato e "arruolato" per l'appunto dal governo yankee? Con citazioni da film (Atto di forza, La guerra dei mondi, Mars Attack, The Martian tra gli altri) e previsioni ipotetiche (ma non del tutto irrealistiche nella realtà attuale) di un futuro catastrofico, Generazione Marte chiude comunque con un alito di speranza per i prossimi decenni a venire, incarnato sia dalla possibilità di raggiungere l'obiettivo entro il 2040 che nello sguardo limpido e sognatore dei giovanissimi ragazzi intervistati.

Generazione Marte Marte, ultima frontiera. Se oggi la speranza di raggiungere e potenzialmente colonizzare il Pianeta Rosso risiede principalmente nel genio e nelle finanze del miliardario Elon Musk, in questo documentario originale Netflix si prova a dare un'idea precisa delle reali possibilità di realizzare una missione umana in loco. Tra interviste ad esperti del settore e ad un gruppo di giovani ragazzi, la Generazione Marte del titolo per l'appunto, sostenenti prove ed esperimenti alla NASA, l'operazione convince distillando, tra filmati di repertorio e curiosità sconosciute ai più, la storia e l'evoluzione del programma spaziale, rivelandosi una visione ricca e istruttiva al punto giusto.

7.5

Che voto dai a: Generazione Marte

Media Voto Utenti
Voti totali: 7
6.7
nd