Recensione Black Christmas - Un Natale rosso sangue

L'anticipatore di Halloween e Scream di nuovo in dvd

Articolo a cura di

Probabilmente, a saperlo non sono in molti, ma Halloween-La notte delle streghe, capolavoro del cinema ad alta tensione firmato nel 1978 da John Carpenter e apristrada per tutto il moderno filone dei serial killer immortali in maschera, è nato di sicuro in seguito a una conversazione tra il mitico autore di 1997: Fuga da New York e il compianto Benjamin Clark, meglio conosciuto come Bob e ricordato soprattutto per aver diretto nel 1982 la commedia Porky's-Questi pazzi pazzi porcelloni.
Infatti, il caro vecchio Clark, la cui filmografia include horror degni di nota quali L'assedio dei morti viventi e La morte dietro la porta, pare gli abbia confidato che, nel caso in cui gli fosse venuto in mente di dare un seguito al suo Black Christmas-Un Natale rosso sangue, del 1974, si sarebbe intitolato Halloween e avrebbe raccontato il ritorno dell'assassino protagonista nella città natale.
Una curiosità che spinge ancora di più a recuperare su supporto digitale questo vero e proprio gioiello del cinema della paura che Jubal Classic Video provvede a ristampare con una fascetta tutta nuova, dopo averlo reso disponibile nel mercato dell'home video tricolore nel 2006, quando dalle nostre parti era di difficilissima reperibilità (non veniva neppure trasmesso in televisione), sotto il marchio Gargoyle Video.

Il dvd

Gioiello del cinema della paura che apre con una minacciosa soggettiva alla Dario Argento che, sulle note di Silent night, spia dall'esterno di una casa alcune ragazze che si trovano all'interno di essa; introducendo i circa novantotto minuti di visione ambientati in periodo natalizio in una cittadina canadese, dove delle studentesse finiscono l'una dopo l'altra vittime di un misterioso assassino psicopatico penetrato nella loro abitazione e che usa anche tormentarle telefonicamente.
Pervaso di un'atmosfera sinistra e inquietante, sicuramente il miglior lavoro di Clark, capace di fondere come nessun altro ha saputo fare una vicenda carica di angoscia e tensione con addobbi e luci colorate; oltre che di anticipare sia il mitico Quando chiama uno sconosciuto di Fred Walton, di cinque anni dopo, che tutto il filone slasher - compreso Scream di Wes Craven, uscito nel 1996 - anche tramite la presenza di trasgressive protagoniste destinate ad andare incontro alla morte.
Protagoniste che hanno i volti, tra le tante, di Margot"Superman"Kidder e della Olivia Hussey del Romeo e Giulietta zeffirelliano; la prima delle quali, trucidata al ralenti tramite l'utilizzo di un unicorno di cristallo mentre alcuni bambini intonano un coro natalizio, finisce per trovarsi al centro di uno dei migliori momenti dell'operazione.
Operazione che testimonia notevole capacità tecnica e narrativa man mano che i fotogrammi scorrono sullo schermo, sfornando suggestive immagini come quella del cadavere di donna con plastica trasparente sul volto e ricorrendo a non pochi stratagemmi per trasmettere inquietudine allo spettatore; a partire dalle urla dell'omicida impaziente che non vediamo mai in volto.
Approdando a un innovativo epilogo, assolutamente al di fuori delle regole classiche a cui il cinema thriller fino ad allora ci aveva abituati.
Con una sezione extra il cui piatto forte, tra teaser, quattro spot televisivi e due radiofonici, è rappresentato dallo speciale Black  Christmas revisited, ovvero un ritorno di trentasei minuti sul set originale in compagnia di regista e altri elementi del cast tecnico-artistico.

Black Christmas-Un Natale rosso sangue Dopo averlo reso disponibile su supporto dvd italiano nel 2006, quando era praticamente irreperibile anche in formato vhs e nell’anno in cui Glen Morgan ne curò il mediocre remake, Jubal Classic Video ristampa con una fascetta tutta nuova Black Christmas di Bob Clark, circolato nei nostri cinema, nei lontani anni Settanta, come Black Christmas-Un Natale rosso sangue. Copertina a parte, l’edizione è praticamente identica a quella precedente, compreso il fatto che alcuni momenti del film sono in lingua originale sottotitolati in italiano; quindi, un’occasione del genere può offrire da un lato l’opportunità di visionare l’anticipatore di Halloween-La notte delle streghe e Scream a chi fino ad oggi non lo aveva ancora fatto, dall’altro quella di aggiungere una nuova edizione del dvd alla propria collezione per ogni horror fan degno di questa classificazione. Soprattutto perché, senza fare troppi giri di parole, stiamo parlando di un vero e proprio capolavoro.

6.5

Che voto dai a: Black Christmas-Un Natale rosso sangue

Media Voto Utenti
Voti totali: 11
5.5
nd