Recensione Bermuda tentacles

In dvd la risposta Asylum a Battleship

recensione Bermuda tentacles
Articolo a cura di

Al di là delle avventure del mitico capitano Nemo, se parliamo di tentacoli fagocita-uomini nell'ambito dell'intrattenimento non può fare a meno di tornare alla memoria il bellissimo Tentacoli (1977) di Ovidio G. Assonitis, probabilmente il migliore derivato de Lo squalo (1975) di Steven Spielberg, nonché vetta più alta raggiunta dai lungometraggi riguardanti spaventose piovre assassine, comprendenti il televisivo Tentacoli di paura (2007) di Gary Yates e gli straight to video Octopus - La piovra (2000) di John Eyres e il suo sequel The river of fear - Il fiume della paura (2001) di Yossi Wein.
Nonostante il titolo, però, Bermuda tentacles (2014) non si riallaccia affatto a quel sottofilone del cinema eco-vengeance (costituito da film con protagonisti animali killer), ma, sfruttando i famigerati misteri ruotanti attorno al Triangolo delle Bermude (già oggetto di diverse pellicole, da Il Triangolo delle Bermude di René Cardona Jr. a Mistero alle Bermuda di Lewis Teague), parte dalla improvvisa scomparsa dell'Air Force One nei pressi della inquietante zona dell'Oceano Atlantico settentrionale, per poi tirare in ballo giganteschi tentacoli ammazza-uomini pronti ad emergere dalle acque, ma che sembrano di origine tutt'altro che terrestre.

Il dvd

Tentacoli contro cui, nel tentativo di recuperare la capsula sulla quale è stato messo in salvo il presidente degli Stati Uniti, interpretato dal John Savage de Il cacciatore (1978), si trova a dover combattere la Marina Americana, provvista di ammiraglio Hansen con le fattezze della Linda Hamilton nota per aver incarnato Sarah Connor nei primi due Terminator.
Perché precisiamo che ci troviamo dinanzi ad una produzione Asylum, quindi, tenendo conto anche della presenza di Jamie"Scream"Kennedy (irriconoscibile con barba e occhiali) nei panni del Dottor Zimmer, è chiaro che la consueta formula sia quella di proporre un exploitation movie infarcito di vecchie glorie e costruito su un esile plot mirato a regalare alta spettacolarità a basso costo prendendo le mosse da un contemporaneo blockbuster hollywoodiano.
E, considerando l'idea di base "Marina vs alieni robotici", è evidente che sia Battleship (2012) di Peter Berg il punto di riferimento della oltre ora e venti di visione, orchestrata tra corpi infilzati e abbondanza di movimento e non priva neppure di chiari riferimenti a Independence day (1996) di Roland emmerich (quasi fonte d'ispirazione asylumiana fissa).
Oltre ora e venti di visione che, sotto la regia del Nick Lyon regista di Zombie Apocalypse (2011) e Rise of the zombies - Il ritorno degli zombie (2012), considerando la fama della casa di produzione in questione lascia quasi sorpresi nell'evitare del tutto scivoloni trash per rivelarsi, invece, al servizio di un onesto b-movie fanta-horror discretamente ritmato e caratterizzato da effetti digitali migliori del solito.
È Minerva pictures a renderlo disponibile su supporto dvd, con sezione extra rappresentata da trailer, nove minuti di making of e quattro di gag reel.

Bermuda tentacles Con trailer, making of e gag reel nella sezione riservata ai contenuti speciali, Minerva pictures rende disponibile su supporto dvd italiano Bermuda tentacles di Nick Lyon, produzione Asylum che, impreziosita da un cast comprendente John”Il cacciatore”Savage, Linda”Terminator”Hamilton e Jamie”Scream”Kennedy, si manifesta in maniera evidente quale risposta a basso costo a Battleship (2012) di Peter Berg. Tra corpi splatterosamente infilzati da tentacoli alieni ed effetti digitali più convincenti del solito, il divertimento non manca e, in maniera sorprendente, risultano assenti le tipiche esagerazioni trash di stampo asylumiano (ricordiamo che alla factory dobbiamo Mega shark versus giant octopus e Sharknado).

6

Quanto attendi: Bermuda tentacles

Media Hype Utenti
Voti Hype totali: 0
ND.
nd