Intervista Spring Breakers - Una vacanza da sballo

La trasferta romana delle bad girl di Harmony Korine: le protagoniste di Spring breakers - Una vacanza da sballo ci raccontano la scatenata pellicola all'insegna del sex, drugs and rock'n'roll.

intervista Spring Breakers - Una vacanza da sballo
Articolo a cura di

Nessuna di loro dice di aver mai preso parte, nella realtà, a uno spring break.
Sono la Vanessa Hudgens di High school musical, la Ashley Benson del telefilm Pretty little liars, la Selena Gomez protagonista di diverse serie televisive indirizzate al pubblico dei ragazzi e la Rachel Korine moglie del regista Harmony"Gummo"Korine, che le ha riunite tutte insieme nel suo Spring breakers-Una vacanza da sballo, abbigliate soltanto con ristrettissimi bikini colorati per prendere parte alle scatenate vacanze di primavera in Florida.
Scatenate vacanze cui partecipano in seguito a una rapina in un fast food, per poi dedicarsi ad alcool e droga, fino all'entrata nella loro vita di Alien, criminale dal cuore tenero cui concede anima e corpo un ottimo James Franco.
Affiancate dal cineasta, sono approdate a Roma per presentare alla stampa la pellicola, già passata sugli schermi della Mostra internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia 2012 e che arriverà nelle sale italiane - distribuita da Bim Film - a partire dal 7 Marzo 2013.
Purtroppo, però, sebbene abbia preso parte alle anteprime romane del film, la Gomez è risultata grande assente in conferenza, a quanto pare perché lievemente indisposta.

Non chiamateci più bambine

In America, lo spring break è anche un rito di passaggio all'età adulta...

Rachel Korine: Per me non si tratta di un rito di passaggio, anzi, penso che sia un prolungamento dell'immaturità per continuare a rimanere giovani e incoscienti.

Harmony Korine: Senz'altro, è un rito di passaggio in cui i ragazzi si prendono una settimana per spaccare, pisciare, leccare, bruciare, per poi tornare a casa e far finta che non sia successo niente. Ciò che avviene nel mio film, però, è più una metafora che un resoconto di ciò che, effettivamente, avviene durante lo Spring break.

Vanessa Hudgens: Io ho letto la sceneggiatura e l'ho trovata molto emozionante, poi Harmony Korine è un regista fantastico. A me, poi, piace scoprire nuove cose di me stessa, quindi, è stato un film straordinario perché mi ha dato questa possibilità.

Ashley Benson: Io ho fatto televisione negli ultimi sei anni, quindi, per me, questo film ha rappresentato una transizione, l'opportunità di fare cinema per la prima volta.

Che tipo di energia si è creata sul set tra voi tre ragazze?

Ashley Benson:
Mi è piaciuto molto questo film, perché mi ha consentito di esplorare altre capacità nella recitazione. Devo dire che, nonostante le lunghe ore di lavoro, siamo state sempre a cantare insieme e anche Harmony, alla fine, è diventato una delle ragazze (ride).

E' stata tagliata qualche scena al montaggio?

Harmony Korine: C'è una scena che ho tagliato e che mi piaceva molto, nella quale le protagoniste rapinavano un tizio sulla spiaggia e gli facevano togliere i pantaloni. Lui aveva un'erezione e loro commentavano il suo pene, ma la scena era troppo lunga.

Come si è lavorato sul colore del film?

Harmony Korine: Il film è un poema pop, volevo dare un po' la sensazione di poter toccare le superfici, quindi, il colore era importante.

La presenza di Selena Gomez ha influito sulla decisione di Vanessa Hudgens di partecipare al film?

Vanessa Hudgens: Quando sono stata coinvolta io nel film, Selena ancora non c'era, c'era soltanto James Franco, e questo, senz'altro, ha influenzato la mia decisione, perché sono una sua fan, è un attore capace di trasformarsi completamente quando recita.

Perché la scelta di reiterare determinate sequenze del film, come la parte iniziale o la sequenza della telefonata ai genitori?

Harmony Korine: Volevo che il film fosse un'esperienza fisica, un racconto liquido fatto di loop e ripetizioni, un poema pop, come un'esperienza sotto l'effetto della droga.

Tutte insieme in Harmonya

Come giudichereste il film?

Vanessa Hudgens:
Devo dire che i nostri fan usciranno dalla sala sentendosi più forti, perché è raro vedere un film con protagoniste quattro donne che non hanno paura di niente. E' una sorta di Scarface dei giorni nostri, che li fa sentire più forti, ma anche shockati, perché ti tocca. Dovessi definirlo in pochissime parole, direi che è emozionante e con ritmo veloce.

Ashley Benson: Penso proprio che i nostri fan saranno molto emozionati nel vederci in vesti diverse dal solito, perché, finora, ci hanno sempre viste interpretare personaggi più maturi. Dovessi definire il film in una sola parola: sessuale!

Rachel Korine: Quando vedo questo film, vedo qualcosa che Harmony ha creato dal nulla, quindi, l'aggettivo che mi viene in mente è "bello".

Alla fine del film, uno dei personaggi dice "Il segreto della vita è essere una brava ragazza". Secondo voi, quale è il segreto della vita?

Vanessa Hudgens: Io penso che sia fare quello che si ama fare, essere felici e mettere passione in ciò che si fa. Per me questo film è stata un'occasione per crescere, per interpretare un nuovo personaggio, diverso da quelli che avevo interpretato prima.

Cosa è cambiato rispetto ai precedenti film di Harmony Korine?

Harmony Korine:
Credo che i personaggi di questo film siano degli outsider della cultura iconica fatta di popolarità e successo, ma, allo stesso tempo, sono delle isolate e sociopatiche. Ciò le accomuna ai personaggi dei miei film precedenti. Sovvertono un sistema dall'interno.

Vanessa Hudgens ha dovuto rinunciare a qualcosa per prendere le recenti scelte coraggiose della sua carriera?

Vanessa Hudgens:
Nel passare dalle grandi produzioni a quelle più indipendenti, l'unica cosa a cui ho dovuto rinunciare è la paga, ma si guadagna molto in termini di libertà creativa.

Come si è lavorato con James Franco sul personaggio?

Harmony Korine: James Franco è un maniaco ed è sempre fantastico lavorare con maniaci (ride). Già da due anni volevamo lavorare insieme e non ho mai visto un ruolo che esponesse pienamente il suo potenziale, per questo ho scritto il personaggio di Alien. Un personaggio che credo sia una fusione di gangster e mistico.

Considerando il tipo di film, avete avuto difficoltà nel girare qualche scena?

Ashley Benson: Penso che ci sentissimo tutte a nostro agio, quindi avevamo voglia di spingerci oltre e fare cose che non avevamo mai fatto prima.

Rachel Korine: Per me, la cosa più importante era la fiducia in Harmony, quindi non era un problema se c'era qualcosa che non ci faceva trovare a nostro agio. L'importante era immergerci nei personaggi e avere fiducia nel regista.

Vanessa Hudgens: I fan hanno riso e si sono spaventati quando bisognava farlo, quindi, hanno capito il film.

Che voto dai a: Spring Breakers - Una vacanza da sballo

Media Voto Utenti
Voti totali: 19
4.3
nd