Intervista Planes 2: Bobs Gannaway e Ferrell Barron

Quattro chiacchiere con regista e produttore della nuova avventura di Dusty!

intervista Planes 2: Bobs Gannaway e Ferrell Barron
Articolo a cura di
Federica Aliano Nata in circostanze scandalose, cresciuta in mezzo alla steppa culturale, Federica ha coltivato fin da piccola l'amore per la visione e per il bello, la fame di lettura e di film, fino a quando molti anni fa ce l'ha fatta ed è diventata critica cinematofracica! Gli occhi a mandorla e i disegni la affascinano più di tutto, ma non disdegna una bella esplosione di violenza diretta, sempre e solo sullo schermo. Scassapalle con lode, grammar nazi, citazionista cronica, attivista, poco più alta di Memole, si barcamena tra due esistenze: una scintillante e l'altra ancor di più. Del resto "Ogni supereroe ha il suo alter ego nerd".

Sono entrati in silenzio all’interno di un franchise già super avviato. Hanno preso il materiale del primo film e ne hanno tirato fuori di migliore. Molto migliore. Sono Bobs Gannaway e Ferrell Barron, rispettivamente il regista e sceneggiatore e il produttore di Planes 2: Missione antincendio. Due americani medi sorridenti e non vistosi. Ma a differenza di altri, lavorano ai Disneytoon Studios. E scusate se è poco.
Il secondo capitolo di Planes, da loro realizzato, è una parabola sul reinventarsi quando la vita sembra finita, quando il resto del mondo ti vorrebbe rottamare...

Ancora più in alto

Si dice che un terzo capitolo di Planes sia già in pre-produzione. Voi due ci lavorerete?
Bobs Gannaway: Con questo tipo di franchise non funziona così. La Disney crea un mondo ampio che consente di raccontare piu storie. Il nostro compito non è quello di fare un certo numero di film... lasciamo che sia la creatività e la ricerca della casa di produzione tutta a deciderlo. Si crea un immaginario all’interno del quale possono accadere delle storie e tutti contribuiscono nello scrivere la loro. Se c'è una storia che vale la pena di essere raccontata, la raccontiamo. Gli studios sono luoghi di forte collaborazione fra i registi: tutti contribuiscono. Quindi no, non saremo noi a realizzare Planes 3.

Questo secondo capitolo però fa notare molto la differenza di mano: avete preso in mano il franchise e lo avete fatto crescere, qualitativamente è migliore del primo. Le sequenze di volo in particolare sono molto più avvincenti, a volte addirittura ricordano i videogiochi.
Farrell Barron: In realtà abbiamo usato gli stessi animatori del primo Planes. Ma qui le inquadrature sono come danze nel cielo, danze tra aerei ed elicotteri. Nel primo film c’erano aerei da corsa, che sicuramente è una cosa molto avvincente, ma le gare mostrano velivoli dello stesso tipo che volano tutti nella stessa direzione. Qui invece ci sono sia aeri che elicotteri, che devono circondare le aree incendiate. I consulenti hanno creato per noi una coreografia, c'era anche uno stunt di elicotteri, il numero uno al mondo, in grado di fare qualsiasi cosa con l'elicottero. È l’unico che sa compiere un giro della morte con questo mezzo.

Gannaway, oltre a scrivere la sceneggiatura, ha anche scelto le musiche. A parte la partitura originale, come ha scelto le altre tracks? Voglio dire... Gli AC/DC? In un cartoon per famiglie?
Bobs Gannaway: Anche se Planes 2 è un film per famiglie, abbiamo cercato di essere fedeli ai nostri personaggi, che sono adulti. I nostri aerei parlano da adulti, si muovono da adulti, e se ascoltano musica prima di andare a spegnere un grosso incendio, sicuramente si pompano ascoltando Thunderstruck, più che una melodia romantica. Abbiamo eliminato ogni infantilismo anche nelle voci, per renderli il più possibile realistici: volevamo una storia per bambini che potesse piacere anche agli adulti.

Un nuovo approccio

Questa svolta più adulta si intuisce sin da subito, anche dalla trama...
Farrell Barron: Volevamo realizzare un film che diverta tutti, specialmente i bambini ma non solo. Certo ci deve essere intrattenimento, senza temi troppo oscuri o pesanti. Ma se in un film c'è un contenuto forte, piacerà per sempre, diventerà un nuovo classico.
Bobs Gannaway: Lasseter ha messo in piedi degli studios guidati dai registi, dove le immagini e le storie non provengono mai dall'esterno ma sempre dall'interno. Non ci ispiriamo alle favole: sono storie che partono dall’autore, che ne ha controllo e proprietà. Sono storie per cui serve molto tempo perché siano realizzate. Per questo alla fine funzionano.

Questa è una parabola sulle seconde opportunità e sul reinventarsi.
Farrell Barron: Per i bambini le storie sulle seconde possibilità sono sempre importanti. Il bambino deve imparare che si può sempre avere una seconda opzione da seguire. Un esempio facile: un ragazzo che ha messo tutte le sue energie per allenarsi per poter entrare nella squadra di football. Ha avuto moltissime pressioni, ma alla fine non ci è entrato. Se non gli insegnassimo che ci sono altre opportunità, sentirebbe che la sua vita è finita. Ma vale anche per gli adulti. Tutti ci siamo sentiti bloccati, disperati una volta nella vita, senza sapere come fare... poi abbiamo seguito magari altre strade e trovato porte aperte.

E poi c’è anche un grande elogio agli eroi di tutti i giorni...
Bobs Gannaway: Stiamo dando ai bambini l'opportunità di conoscere un mondo nuovo, quello dei pompieri, specialmente i forestali. Prima di lavorare a questo film, non sapevo che esistessero davvero uomini e donne così coraggiosi: alcuni di loro si lanciano dagli aerei proprio al centro dell’incendio, e con asce, seghe, e l’utilizzo delle mani, aprono dei varchi in mezzo al fuoco per far passare gli altri mezzi di soccorso. Sono pazzeschi!

Queste persone sono state rese molto bene dai tre veicoli d’assalto.
Farrell Barron: Sì, la scelta dei personaggi è molto importante: capire chi sarà aereo e chi automobile o altro... Bisogna far dimenticare al pubblico che si tratta di veicoli. Prima di tutto scegliamo il veicolo e a seconda della foggia, di quando e dove è stato costruito e di chi l'ha fatto, componiamo così un pezzo di personalità. Ma contano molto anche le persone che li pilotano, la storia che hanno alle spalle.

Che voto dai a: Planes 2 - Missione Antincendio

Media Voto Utenti
Voti totali: 3
6.3
nd