First look Titanic - Nascita di una leggenda

Rai fiction presenta Titanic - Nascita di una leggenda, una coproduzione internazionale che mira a essere di qualità

Articolo a cura di

Su Rai1 da domenica 22 aprile in prima serata e per sei puntate andrà in onda Titanic - Nascita di una leggenda. La serie narra, attraverso un'incursione nel background storico e sociale dell'Irlanda edoardiana, una serie di vicende ambientate nella cittadina di Belfast a cavallo degli anni in cui nei cantieri navali della città si lavorava alla realizzazione del Titanic. Inseriti in un cast tutto internazionale anche gli italiani Alessandra Mastronardi, Massimo Ghini ed Edoardo Leo.

In occasione dell'anniversario della tragedia del Titanic anche la Rai propone la sua idea di 'celebrazione', e lo fa in pompa magna mandando in onda una coproduzione internazionale costata 24 milioni di euro (dove Rai fiction insieme alla DAP della famiglia De Angelis svolgono il ruolo di finanziatori principali) che non solo spicca per il tentativo di qualità messo in campo, ma anche per l'idea innovativa di parlare del Titanic decentrandone il punto di vista e realizzando una sorta di prequel a quella che è una storia già nota e abbondantemente rivisitata sia al cinema sia in tv. Titanic - nascita di una leggenda narra infatti il momento storico e sociale in cui la RMS Titanic prese vita, all'interno di una Belfast industriale di inizio secolo animata dalle tante ‘rivoluzioni' in atto: lo scontro tra cattolici e protestanti, le tensioni tra la classe abbiente e una classe operaia che inizia a guardare ai suoi diritti sindacali, la graduale presa di coscienza di un movimento femminista che rivendica il diritto a una propria voce, ma anche l'utopia umana di controllare e dominare le forze della natura, un'idea che sprofonderà (in buona parte) proprio con la tragedia del Titanic. Questa coproduzione internazionale riparte da lì, dal fermento sociale che va in scena all'interno della cittadina di Belfast nei tre anni in cui il cantiere navale è impegnato nel progetto del più celebre transatlantico di tutti i tempi, per ricreare il profilo storico e sociale dell'epoca attraverso una rosa di personaggi caraterizzati da condizioni e ideali diversi ma tutti ugualmente determinati a raggiungere i loro propositi.

Panoramica sulla serie

Appena giunto in Irlanda da New York, il giovane e in gamba ingegnere metallurgico Mark Muir (Kevin Zegers) è fermamente determinato a far parte del progetto di costruzione del Titanic, convinto di essere uno dei pochi a poter dare le giuste indicazioni ingegneristiche per la riuscita dell'ambizioso progetto. Grazie all'entusiasmo e a una buona dose di sfrontatezza riuscirà a farsi assumere nel team guidato dal proprietario dei cantieri Lord Pirrie (Derek Jacobi) e da suo nipote Thomas Andrews (Billy Carter). Nonostante la fondatezza delle osservazioni dal lui avanzate con il proposito di migliorare la qualità della catena produttiva, Muir incontrerà molta resistenza da parte degli altri membri del gruppo alla guida del progetto Titanic, abituati ad anteporre le ragioni economiche a quelle qualitative. Come se non bastasse, il giovane Muir guarda con solidarietà anche ai movimenti sindacali che stanno nascendo e alle difficoltà di una classe operaia con la quale sembra essere più intimamente legato che alle sue conoscenze alto-borghesi. In particolare sarà la giovane Sofia Silvestri (una copista del cantiere di origini italiane e solidi ideali democratici) ad attirare l'attenzione del giovane ingegnere, nonostante il padre di lei (Ghini) conti di maritarla presto ad Andrea Valle (Edoardo Leo), un giovane italiano di ideali conservatori. I tumulti sociali dei lavoratori s'intrecceranno così alla vicende amorose nate sullo sfondo della fervida attività del cantiere che di lì a tre anni darà alla luce la RMS Titanic poi divenuta leggenda.

Per saperne di più sintonizzatevi domenica 22 aprile in prima serata su Rai1.

Quanto attendi: Titanic nascita di una leggenda

Media Hype Utenti
Voti Hype totali: 9
47%
nd