Anteprima Transcendence

Primo sguardo al nuovo film sci-fi con protagonisti Johnny Depp, Rebecca Hall e Morgan Freeman

Articolo a cura di
Marco Lucio Papaleo Marco Lucio Papaleo inizia a giocherellare sulle tastiere degli home computer nei primissimi anni '80. Da allora, la crossmedialità è la sua passione e sondarne tutti i suoi aspetti è la sua missione. Adora il dialogo costruttivo, vivisezionare le opere derivate e le buone storie. E' molto network e poco social, ma è immancabilmente su Facebook e Google+.

Il più grande e stimato ricercatore nel campo delle Intelligenze Artificiali e delle neuroscienze, nell'universo di Transcendence, risponde al nome di Will Caster. Lo scienziato è da tempo al lavoro su un ambizioso progetto che potrebbe cambiare le sorti dell'umanità: creare una IA che combini l'intelligenza collettiva dell'intero genere umano, conservandone nel contempo l'emozionalità.
Una ricerca decisamente ai limiti, che solleva dilemmi morali ed etici non indifferenti. Tanto che un gruppo di estremisti, fortemente oppositori a questa nuova idea di tecnologia, tenteranno in ogni modo di fermarne ogni ulteriore affermazione e sviluppo. Nel loro tentativo di uccidere Will, gli daranno invece nonostante tutto la possibilità di sperimentare in prima persona le sue teorie, rendendolo inevitabilmente parte di un sistema integrato di intelligenza artificiale di livello superiore.
Libero dai limiti imposti dal suo essere meramente umano, sotto gli occhi increduli di amici e colleghi, lo scienziato si spingerà al di là dell'immaginabile...

Ieri il dottor Caster era solamente un essere umano...

Cosa succederebbe se l'evoluzione umana... non fosse per niente di natura umana? Se l'uomo potesse trascendere dal suo essere costretto in un corpo fisico e liberare tutto il potenziale del suo cervello? È uno degli argomenti cardine della fantascienza, indagato ora da Wally Pfister in un nuovo film, al contempo spettacolare e ricco di spunti interessanti. Pfister è alla sua prima regia ma vanta un curriculum da direttore della fotografia davvero niente male, soprattutto perché è stato l'artefice del look su schermo di tutti i capolavori di Christopher Nolan, da Memento alla saga di Batman passando per The Prestige e Inception. Tutti film che devono molto alle atmosfere da lui rese su schermo. Partendo dal soggetto ideato da Jack Paglen, Pfister ha messo su insieme a lui una sceneggiatura densa e matura, assegnata poi ad un cast d'eccezione. Nei panni del protagonista troviamo un Johnny Depp multisfaccettato e decisamente lontano dai suoi ruoli gigioneschi, deciso a tutto pur di portare avanti la propria ricerca. Insieme a lui ritroviamo molti altri volti noti, tra cui il team di amici e scienziati da sempre vicini al dottor Caster: Rebecca Hall (Vicky Cristina Barcelona, Iron Man 3) è la moglie e collega Evelyn; Paul Bettany (Il codice da Vinci) è Max Waters, il miglior amico di Will; il celebre Morgan Freeman è invece lo scienziato Joseph Tagger, sempre accompagnato dal personaggio interpretato da Cillian Murphy (la saga di Batman, Inception), Anderson. La bella Kate Mara, infine, è Bree, esponente del gruppo para-ecoterroristico RIFT (Revolutionary Independence form technology).
Il film, che aprirà nel nostro paese il 17 aprile distribuito da 01, apre dunque nuovi interrogativi sul rapporto uomo-macchina: interrogativi che riprenderemo presto in un nuovo speciale proprio dedicato ai film con questa tematica alla base e, naturalmente, con la recensione della pellicola. Restate con noi!