Lucca 2012

Anteprima Ralph Spaccatutto a Lucca Comics and Games

I 20 minuti di anteprima di Ralph Spaccatutto di Lucca Movie Comics and Games

Articolo a cura di
Marco Lucio Papaleo Marco Lucio Papaleo inizia a giocherellare sulle tastiere degli home computer nei primissimi anni '80. Da allora, la crossmedialità è la sua passione e sondarne tutti i suoi aspetti è la sua missione. Adora il dialogo costruttivo, vivisezionare le opere derivate e le buone storie. E' molto network e poco social, ma è immancabilmente su Google+.

Tra gli eventi a cui abbiamo partecipato con più piacere all'edizione 2012 di Lucca Comics & Games annoveriamo, senza dubbio, quelli organizzati da Disney, che ha presentato diverse interessanti novità. Tra queste, Ralph Spaccatutto, nuovo classico in uscita a Natale nel nostro paese, che vanta la particolarità di essere ambientato nel mondo dei videogiochi, mischiando titoli veri (nonché storici, vere e proprie icone del nostro hobby preferito) ad altri creati ad hoc.
Eh sì, perché il Ralph del titolo altri non è che l'iconico villain di un coin-op di trent'anni fa, Fix-it Felix Jr., che avremmo potuto benissimo vedere (e giocare) in una qualunque sala giochi di trent'anni fa. E proprio una riproduzione del “vero” cabinato del gioco ci ha atteso allo stand di Lucca Movie Comics and Games, appositamente settato in free-play per la gioia dei tanti nostalgici tornati d'improvviso bambini e di tanti ragazzini d'oggi, che nella stragrande maggioranza dei casi non avevano mai provato l'ebrezza del gioco arcade “d'altri tempi”.

Dopo esserci asciugati una lacrimuccia, ci ha atteso una gustosa anteprima di ben venti minuti, comprendente tutto l'incipit del film, del quale potete avere un'idea abbastanza precisa grazie al trailer della pellicola, in circolazione da diverso tempo. Della trama del film ne abbiamo già parlato in diverse occasioni: Ralph, volenteroso e di buon cuore, è costretto in un ruolo che svolge con diligenza da trent'anni, ma per il quale è mal visto da tutti come se il ruolo di “cattivo” se lo fosse scelto da solo. Ostracizzato da tutti gli altri personaggi del suo gioco di appartenenza, nonostante il conforto del suo “gruppo d'ascolto per cattivi dei videogiochi” sente che gli manca qualcosa, e si imbarca in un periglioso viaggio alla ricerca del riscatto che crede di meritare, per tardivo che sia.
Avevamo già pregustato il gusto per la citazione e la sottile autoironia della produzione tramite trailer, foto e clip, ma vi assicuriamo che c'è molto di più di quel che sembra a prima vista.
Innanzitutto i riferimenti non sono simbolici ma effettivi: il carattere e gli atteggiamenti di molti personaggi rispecchiano quelli delle loro controparti videoludiche (non vogliamo spoilerarvi nulla, ma occhio, ad esempio, a Kano e Sonic!) ed eccellente è anche l'idea di riprodurre non solo la pixel art (cosa a ben vedere già rispolverata da altri film come Tron Legacy e Scott Pilgrim VS The World) ma anche le movenze tipiche degli sprite. E parliamo letteralmente: i personaggi a 8 bit si muovono a scatti, mentre l'ironia sui personaggi che corrono contro un angolo come fossero in un titolo PSX è graffiante e davvero ben congegnata. Ma sono tutte cose che è meglio avere il piacere di scoprire da soli, quindi non scenderemo in ulteriori dettagli. Non pensiate, però, che l'utilizzo di personaggi tratti da vecchi giochi abbia reso il compito facile agli animatori e vi ritroverete con un film sotto gli standard, per quanto riguarda la CG: anzi, il lavoro certosino che è stato fatto per amalgamare gli stili è encomiabile, soprattutto quando poi notiamo i particolari disseminati dappertutto ed entriamo, finalmente, nel vivo dell'azione di Hero's Duty, l'FPS da sala che è il primo dei mondi “estranei” visitati da Ralph. Essendo il gioco di ultimissima generazione, Ralph, oltre che stranito dall'esasperata “violenza” virtuale del titolo viene sballottolato qua e là nel bel mezzo di un conflitto alieno rappresentato con una grafica mozzafiato, sempre piena di riferimenti iconografici al genere di appartenenza ma con uno stile proprio ben determinato.
Durante il Festival del Film di Roma potremo visionare il film nella sua interezza, e vi proporremo, naturalmente, una esaustiva recensione: per ora possiamo dirvi che Ralph ha sicuramente conquistato la nostra fiducia!

Che voto dai a: Ralph Spaccatutto

Media Voto Utenti
Voti totali: 74
8.4
nd