L'era glaciale - In rotta di collisione presentato dal regista

Regista insieme a Galen T. Chu de L'era glaciale - In rotta di collisione, quinto capitolo della popolare serie animata, Mike Thurmeier ne ha presentati a Roma venti minuti di immagini in anteprima.

anteprima L'era glaciale - In rotta di collisione presentato dal regista
Articolo a cura di

"I miei miti sono sempre stati Bugs Bunny e Duffy Duck, quindi, per quanto riguarda la commedia slapstick inclusa nei cinque film della serie mi sono sempre mosso su quella tipologia di comicità. Al di là di questo aspetto, l'altro elemento che ha decretato il successo del franchise è sicuramente la famiglia. Da quando abbiamo iniziato nel 2002 ad oggi, comunque, gli strumenti di lavoro sono cambiati, in quanto ora migliori e più veloci, anche se noi, però, chiediamo sempre di più, rendendo inevitabile il sorgere di nuovi problemi. Rispetto a quando siamo usciti con L'era glaciale, che rimase nelle sale per diversi mesi, oggi c'è molta più concorrenza nell'ambito dei lungometraggi cartoon, ma, finché il grande pubblico sosterrà i nostri film, noi andremo avanti. Se la Fox, poi, dice alla produttrice che il prossimo capitolo dovrà essere l'ultimo, la produttrice avrà un'idea per concludere la saga".
Impegnato a presentare alla stampa romana circa venti minuti di immagini in anteprima de L'era glaciale - In rotta di collisione, quinto episodio della popolare serie a cartoni animati, a parlare alla stampa romana è stato Mike Thurmeier, ovvero colui che lo ha diretto insieme a Galen T. Chu.

Storia e... Geotopia!

Quindi, in attesa dell'arrivo della pellicola in Italia a partire dal 25 Agosto 2016, è stato possibile apprendere che la nuova avventura prenderà il via dall'ennesimo pasticcio combinato dall'imbranato scoiattolo Scrat, il quale, rinvenuto nel ghiaccio un disco volante (già fugacemente mostrato nel capostipite), lo lancia nello spazio risistemando i pianeti e mandando la madre di tutti gli asteroidi in rotta di collisione con la Terra.
Un'idea di partenza che provvede a catapultare per la prima volta i simpatici personaggi preistorici nell'ambito della fantascienza, con molti più effetti speciali del solito e l'introduzione di Geotopia, luogo coloratissimo costituito totalmente di cristalli e pensato dai realizzatori come se si trattasse di una barriera corallina.
Cristalli che i protagonisti scopriranno anche possedere proprietà magnetiche, man mano che l'avvicinamento del corpo celeste al globo non manca di generare conseguenze, a cominciare da una sorta di aurora boreale destinata a fare la sua apparizione in cielo.
Perché, tra tempeste di scariche elettriche e piogge di meteoriti, sarà un non poco ricco universo cromatico ad impreziosire la visione, infarcita di nuovi arrivati e immancabili imprese portate avanti dal già citato roditore con la sua inseparabile ghianda.
Nuovi arrivati comprendenti il mammut Julian che, doppiato nella versione originale da Adam DeVine, sarà il fidanzato di Pesca, il cui padre Manny non potrà fare a meno di chiedersi se sarà o no il compagno giusto per sua figlia.
Mentre non mancheranno neppure uno Shangri Lama (!!!) e la Francine cui l'impacciato bradipo Sid farà una dichiarazione di matrimonio dall'esito tanto inaspettato quanto esilarante.
Del resto, complice anche il furetto Buck impegnato a rileggere Il barbiere di Siviglia nel fuggire con un uovo di dinosauro rubato, non risulteranno assenti occasioni per ridere neppure all'interno di questo quinto appuntamento, su cui il regista ha precisato: "La produttrice cominciò a lavorare all'idea a fine 2012, poi, quasi due anni dopo siamo subentrati io e Galen T. Chu. È stato realizzato a New York nei Blue Sky Studios e gli effetti speciali hanno rappresentato la sfida più grossa. Abbiamo sempre cercato di rendere ogni capitolo più grande del precedente e questo credo che sia il migliore dei cinque".

Che voto dai a: L'era glaciale - In rotta di collisione

Media Voto Utenti
Voti totali: 10
5.4
nd